Cos’è la cataratta

Questa pagina non vuole essere esaustiva sul tema della cataratta, ma si propone di dare indicazioni molto sintetiche su cosa sia la cataratta e sulle possibilità di prevenzione e cura.
La cataratta, in sostanza, è una opacizzazione del cristallino, le lente interna dell’occhio. Alla nascita esso è naturalmente trasparente, ma, con il passare dell’età, avvengono modificazioni strutturali che portano invariabilmente alla sua opacizzazione. Ci sono, è bene saperlo, varie forme di cataratta, senili, presenili, giovanili e anche congenite. In alcuni casi possono, purtroppo, essere indotte da farmaci e traumatiche. In questa altra pagina trovate foto e immagini di numerosi tipi di cataratta (link).

Sintomi della cataratta

Come si manifesta la cataratta? E’ evidente che i sintomi di cataratta siano molto vari poiché dipendono molto dalle abitudini applicative dei singoli soggetti, e comprendono:

  • calo della vista
  • annebbiamenti
  • visione sfocata
  • aloni introno alle luci
  • frequente necessità di cambiare occhiali
  • miopia ingravescente
  • comparsa di astigmatismo
  • perdita di visione dei particolari.

Età di insorgenza della cataratta

Il più delle volte la cataratta si palesa in tarda età, dopo i 70 anni. Ci sono, però, delle forme frequenti che compaiono dai 60 anni in su. Non escluso, infine, che possa comparire cataratta nei giovani, anche di 30/40 anni, ma, in genere, si tratta di soggetti che hanno fattori di rischio, come il diabete o l’essere fumatori (danni del fumo agli occhi QUI).

Cause principali di cataratta
Viene a tutti la cataratta?

Passiamo ora ad analizzare quali sono le cause principali che predispongono e fanno peggiorare la cataratta. Benché sia molto frequente, è bene ricordare che non tutti soffriranno di cataratta, per lo meno di forme molto invalidanti che richiedono l’intervento. Ad alcune fortunate persone, infatti, la cataratta non viene, o, se arriva, è in forma lieve e  talmente lenta nell’evoluzione che non darà problemi. A parte quindi i fattori genetici, su cui non ci si può fare nulla, e l’eterna questione della fortuna/sfortuna personale, andiamo  a fare un breve elenco di fattori sui quali possiamo effettivamente intervenire. Le condizioni dunque che aumentano il rischio di cataratta sono:

Cosa si può fare per rallentare la comparsa di cataratta

La cataratta, essendo quindi un fenomeno degenerativo, potrebbe essere rallentata dall’eliminazione dei fattori di rischio. Sospendere il fumo o le terapie cortisoniche sicuramente  porta effetti benefici per la cataratta. Anche la dieta, se corretta e bilanciata, potrebbe avere influenza sulla evoluzione della cataratta. Assumere vitamine, antiossidanti, ridurre zuccheri raffinati e grassi idrogenati fa certamente bene a tutto l’organismo, cristallino compreso. Purtroppo ad oggi non esistono colliri che curano la cataratta. Pare però che sulla cataratta, specialmente diabetica, un certo effetto lo possa avere la propoli (nei ratti è dimostrato, cliccare QUI per articolo dedicato), insieme altre sostanze naturali (come il resveratrolo), che trovate nella sezione dedicata.

Come si cura la cataratta

La terapia della cataratta è essenzialmente chirurgica, e viene eseguita tramite intervento, con anestesia topica, di asportazione del cristallino catarattoso e inserimento di una lente in silicone trasparente. Il tutto avviene in una mezz’ora, senza anestesia generale. Altre informazioni più specifiche sull’intervento di cataratta Faenza Ravenna (valido comunque in generale) le trovate cliccando QUI.

 E’ necessario curare la cataratta?
Quanto è necessario operare la cataratta

Come detto tutti, invecchiando, vanno incontro a opacità del cristallino senili, ma non a tutti questa opacità porta a sintomi importanti. La cataratta, d’altro canto, si opera quando essa può portare a problemi di salute dell’occhio (decisione dell’oculista) o quando determina disturbi visivi importanti al soggetto che ne è affetto. Ne consegue, quindi, che la decisione è sviluppata tramite colloquio del paziente con l’oculista, dal momento che i disturbi sulla quotidianità variano da soggetto a soggetti (e molto in base all’età e allo stile di vita), mentre l’impatto della cataratta sulla salute dell’occhio lo può valutare solo lo specialista (in alcune forme di cataratta, ad esempio, si può innalzare la pressione oculare). Forme lievi di cataratta possono tranquillamente essere seguite con visite oculistiche periodiche senza essere operate. Tutte le domande sull’intervento di cataratta le trovate a questo link.

Negli ambulatori oculistici di Faenza e Ravenna all’interno degli ospedali in cui lavoriamo, è presente tutta la strumentazione per la diagnosi della cataratta, il follow up e la sua terapia.

 

Vedi anche il comportamento da tenere prima e dopo l’intervento di cataratta (clicca qui)

 

 

Microbiota e occhi – XII Congresso Aimo Oculisti Roma

 Microbiota intestinale e occhio Congresso AIMO Associazione Italiana Medici OculistiSessione Microbiota umano: la nuova frontiera della medicina Roma 30 settembre - 2 ottobre 2021 Anche quest’anno si è svolto il congresso AIMO (Associazione Italiana Medici Oculisti) a Roma dal 30 settembre,...

Presbiopia, esperidina e antiossidanti

 Curare la presbiopia con l'alimentazione E' possibile rallentare la presbiopia?   La presbiopia è un difetto di vista che impedisce la visione per vicino e colpisce i soggetti dopo i 40 anni. E' piuttosto fastidioso nella vita di questo periodo storico a causa della continua necessità delle...

Microbiota e malattie degli occhi

 Microbiota intestinale e occhio Come e perchè il microbiota intestinale è correlato alle malattie oculari e allo stato di salute dei nostri occhi Riporto l'articolo pubblicato sul numero 1.2021 di Viscochirurgia (rivista italiana di Oftalmologia a cura di Fabiano Editore, responsabile dott....

Microbiota e occhio: articoli giornali e siti

Microbiota e occhi L'idea che i batteri intestinali che vivono in costante simbiosi con noi (microbiota intestinale) possano influenzare lo stato di salute dell'organismo in generale si sta diffondendo anche tra gli oftalmologi. Si affacciano finalmente in alcune riviste specialistiche dedicate a...

Mirtillo e occhi

Mirtillo e occhi Dopo avere parlato di altri numerosi rimedi naturali benefici per gli occhi, scriviamo ora del mirtillo, noto elemento che spesso viene associato agli occhi anche nella cultura popolare da tempo. I composti botanici e gli estratti dalle piante è noto che possano essere utili in...

Vitamina C: antiossidante per gli occhi

  Vitamina C - potente antiossidanteCataratta, glaucomacornea - trabecolato - cristallino Proseguiamo i nostri articoli sulle vitamine  per gli occhi e, dopo aver accennato alla Vitamina D e alla Vitamina B e dei loro effetti su occhi secchi e dolore oculare, scriviamo oggi della vitamina C, per...

Probiotici e occhi: retinopatia diabetica

Questo articolo  fa parte di una serie che riguarda prebiotici, probiotici e occhio, che trovate cliccando qui Probiotici cosa sono I probiotici sono microrganismi viventi non patogeni, che possono portare beneficio all'ospite se somministrati con continuità. Generalmente, le specie probiotiche...

Vitamina D e salute degli occhi

Vitamina D e salute degli occhi Come più volte affermato in questo sito, con articoli tratti da letteratura, l'alimentazione ha un ruolo chiave nella prevenzione anche delle malattie oculari. Le vitamine dunque, insieme ad altri nutrienti, sono efficaci protettori degli occhi.  La base per una...

Luce blu e occhi: display, monitor, PC, telefonini e LED

Luce blu, telefonini, display, PC, led e occhi La luce  blu è una particolare lunghezza d'onda dello spettro luminoso compresa tra 415 nm e 455 nm. L'esposizione a questa radiazione avviene all'aperto ma anche durante l'applicazione ai display nelle attività lavorative e non. Pare che questa...

Probiotici, luce blu, pc, telefonini e occhi

 Questo articolo  fa parte di una serie che riguarda prebiotici, probiotici e occhio, che trovate cliccando qui Probiotici cosa sono Le specie probiotiche principali appartengono ai generi Lactobacillus e Bifidobacterium ma anche ad altri ceppi di altri batteri lattici,...

Proteoma lacrimale in rinocongiuntivite allergica

Rinocongiuntivite allergica e proteoma Mebabolomica congiuntiviti allergiche La metabolomica  studia le impronte chimiche dei processi dei sistemi biologici. In altri articoli abbiamo affrontato questi temi. Abbiamo infatti parlato di  metabolomica e disfunzione ghiandole Meibomio in occhio secco...

Inquinamento e infiammazioni oculari

  Inquinamento e infiammazioni oculari L'inquinamento atmosferico è un grande problema e costituisce una crescente preoccupazione globale. Sono chiare le correlazioni tra numerose malattie e inquinamento dell'acqua, dell'aria, del suolo, ma anche acustico e luminoso. Tra gli organi bersaglio...

Ambienti domestici, uffici, inquinamento e occhi

Inquinamento e infiammazioni oculari Nell'articolo precedente (link qui) abbiamo visto come l'inquinamento atmosferico sia composto da agenti particolati organici, inorganici  e gas nocivi. Tutti i fattori inoltre ambientali, quali temperatura, esposizione luce UV, umidità e ventilazione hanno la...

Dermatiti intorno agli occhi e alimentazione

Dermatiti occhi e alimenti Visto l'interesse degli utenti del sito in tema di allergie, alimenti e dermatiti, pubblichiamo un altro articolo scritto insieme alla Dottoressa Emanuela Fogli, dopo quello inerente le dermatiti da contatto e aeromediate (link), e le blefariti associate a rosacea...

Nutrizione e salute degli occhi: stress ossidativo

 Dieta e salute degli occhila nutrizione e la sua influenza per le malattie oculari La letteratura medica contiene vari articoli su nutrizione e occhi poiché la dieta può influenzare numerose condizioni lesive della capacità visiva, come la cataratta, la degenerazione maculare, il glaucoma, le...

Chi siamo
Dott. Alberto Lanfernini – Oculista
Faenza – Ravenna – Riolo Terme – Pesaro

Dot. Lanfernini Alberto

Chi Siamo
Dott.ssa Annalisa Moscariello – Oculista
Ravenna – Faenza – Pesaro

Dott.ssa Annalisa Moscariello Oculista