Metabolomica dell’occhio secco

La superficie oculare, un’interfaccia tra l’occhio e l’ambiente, è costituita dalla cornea, dalla congiuntiva bulbare e palpebrale e dalle ghiandole lacrimali e di Meibomio. Spesso vittima di alterazioni infiammatorie e degenerative, può essere responsabile di numerosi disturbi in corso di quadri patologici. Tra le principali cause di occhio secco, abbiamo scritto della disfunzione delle ghiandole di Meibomio (qui il link: metabolomica e disfunzione ghiandole Meibomio in occhio secco).  A scopo odivulgativo/scientifico, senza alcuna finalità di lucro o commerciale, riportiamo alcune evidenze in letteratura inerenti alcuni probiotici somministrati in via sperimentale in animali con occhio secco.

Le evidenze esistenti derivanti dall’analisi lipidomica di campioni di meibum da pazienti con blefarite cronica, MGD e occhio secco sono state descritte nelle pagine relative che trovate qui a questo link.
In questo articolo parleremo di alcuni probiotici che, oltre a migliorare il quadro di occhio secco negli animali, sono in grado di modificare la proteomica della ghiandola lacrimale. Le affermazioni sono tratte da studi presenti in letteratura medica.

Proteomica ghiandola lacrimale
asse intestino-occhio secco

La comunità microbica intestinale e il proteoma della ghiandola lacrimale dopo il trattamento con probiotici son stati analizzati Innanzi tutto si è visto che l’infiammazione oculare e la secrezione lacrimale sono migliorate dopo il trattamento con probiotici, e questo pare che si stia diffondendo come concetto (pensiamo per esempio agli omega-3 usati come probiotici). In secondo luogo, si è visto le proteine ​​nella risposta di difesa e nel processo del sistema immunitario pro-infiammatori erano sottoregolate nella ghiandola lacrimale extraorbitale dopo il trattamento con probiotici. Quindi viene sempre maggiormente confermata l’idea  dell’asse intestino-microbiota-occhio nella malattia dell’occhio secco, che si aggiunge agli assi intestino-altri organi.

Metabolomica e proteomica
cosa sono

La metabolomica è un nuovo strumento che permette di identificare singoli metaboliti, rapporti metabolici e profili metabolomici distinti nei soggetti e analizzare le differenze tra sani e malati. Essa può potenzialmente essere utilizzata per ricavare dei biomarcatori della malattia da occhio secco, aiutando una diagnosi precoce e più precisa, il monitoraggio della progressione della malattia, la valutazione della prognosi e la scelta e il monitoraggio della terapia. Tutti gli articoli di metabolomica li trovate qui a questo link.

La proteomica è una branca della metabolomica, che si concentra sullo studio delle proteine dei sistemi biologici, come la lipodomica studia i lipidi cellulari.  Un esempio di studio lipidomico lo trovate in questo articolo (link), in cui si valuta la lipidomica della disfunzione delle ghiandole di meibomio nell’occhio secco (meibomian gland disease in dry eye).

  Probiotici IRT5
Lattobacilli e Bifidobatteri

Come abbiamo scritto in numerosi articoli i  probiotici (e i prebiotici) hanno numerosi effetti benefici sull’organismo, oramai chiaramente dimostrati in letteratura. Seguendo questo  link trovate gli articoli di riferimento.

Una miscela probiotica di cinque ceppi che include Bifidobacterium bifidumLactobacillus acidophilusLactobacillus casei, e altri si è visto che esercita un effetto antinfiammatorio in modelli autoimmuni sperimentali di miastenia grave, colite ed encefalomielite, uveite e occhio secco autoimmune.

Non è noto il meccanismo preciso con cui questo probiotico migliora l’occhio secco, benché  B. bifidum sia stato studiato per i suoi effetti antinfiammatori. Qualche studio sull’uomo ha riportato cambiamenti proteici nel liquido lacrimale e lacrimale di pazienti con occhio secco dopo somministrazione di probiotici. Le generalità sulla metabolomica dell’occhio secco sono riportate in questo articolo che trovate seguendo questo link.

Effetti dei probiotici su occhio secco e proteomica

CI sarebbe quindi evidenza che la somministrazione dei probiotici  modifichi l’espressione proteica associata all’immunomodulazione nella ghiandola lacrimale extraorbitale, con conseguente miglioramento dei segni dell’occhio secco. In effetti se moduliamo al ribasso le proteine e le interleukine pro infiammatorie, la conseguenza non può essere che questa.

Interleukine in occhio secco

Come sappiamo e abbiamo visto in altre pagine, le interleukine sono molecole che passano segnali da una cellula all’altra (o a se stessa, ma qui è inutile approfondire). IL-1β significativamente più bassa (pro infiammatoria) e IL-10 significativamente più alta (anti-infiammatoria) nella congiuntiva e nella cornea del gruppo trattato con probiotici rispetto ai controlli. Allo stesso modo, c’era una tendenza verso un aumento di IL-10, una citochina antinfiammatoria, e diminuzioni di IL-6 e IL-1β nelle ghiandole lacrimali extraorbitali del gruppo trattato con IRT5. Quindi i cambiamenti nella ghiandola lacrimale indotti dai probiotici potrebbero influenzare la superficie oculare forse  attraverso lacrime contenenti citochine antinfiammatorie e proinfiammatorie, fattori di crescita e altre proteine. Ricordiamo infatti che la regolazione immunitaria passa per il bilanciamento della sintesi di Interleukine, e l’equilibrio tra citochine pro infiammatorie e anti-infiammatorie è essenziale per lo stato di salute.

Proteine in Sjogren e occhio secco

Alcuna proteine, efficaci come mediatori pro-infiammatori, sono presenti in maniera anomala in occhio secco, e sono calate in pazienti con occhio secco, determinando aumento di infiammazione locale. Torniamo quindi al discorso del bilanciamento delle pro/anti infiammatori.

Disbiosi intestinale e malattie autoimmuni
occhio secco Sjogren e disbiosi

La disbiosi intestinale gioca un ruolo importante nelle malattie autoimmuni, e questo oramai è risaputo. La sindrome di Sjögren mostra anche una ridotta diversità nel microbiota intestinale.  Altri studi riportato che la somministrazione di Bifidobacterium può attenuare la sindrome dell’occhio secco e che i cambiamenti del microbiota sono associati a miglioramenti clinici. I Lattobacilli Helveticus e Hamsteri modulano la funzione immunitaria sotto-regolando citochine pro-infiammatorie e Lattobacillo helveticus induce IL-10 (anti-infiammatoria). In altra pagina (qui il link) abbiamo mostrato studi che correlano l’intensità dell’occhio secco con le alterazioni della alfa e beta diversità del microbiota intestinale.

E stato dimostrato da qualche autore un aumento dell’IL-10 sierica con effetto immunosoppressivo dopo l’assunzione di Lactobacillus anche nella dermatite atopica.   Pertanto, si ritiene che i probiotici possano alterare il microbioma intestinale per mostrare effetti anti-infiammatori sistemici che potrebbero raggiungere la superficie della mucosa oculare così come altri bersagli della malattia autoimmune. Ricordiamo che l’interleukina 10 è la principale interleukina agente per il controllo delle reazioni immunitarie e che le reazioni immunitaria in un sito dell’organismo si possono propagare a distanza.

occhio secco e intestino

La correlazione tra occhio secco e intestino, nell’ambio dell’asse intestino-occhio, è trattata ampiamente QUI. Ne consigliamo la lettura, perché inquadra la questione in maniera generale.

I probiotici provocherebbero modifiche anche nella trascrizione intestinale senza alterare in modo significativo la composizione del microbioma. Da alcuni risultati si può dedurre che la sottoregolazione della presentazione dell’antigene è uno dei meccanismi dell’immuno-modulazione provocata dalla somministrazione di probiotici. Un’altra ipotesi è che gli acidi grassi a catena corta o i derivati ​​del triptofano, che sono noti per influenzare la neuroinfiammazione nel sistema nervoso centrale, possano anche contribuire alla modulazione immunitaria dell’occhio. Sono necessari ulteriori studi per identificare i metaboliti che influenzano l’asse microbioma-intestino-occhio.
Per concludere i probiotici potrebbero rappresentare una arma in più per il controllo della malattia da occhio secco. Associare quindi i normali colliri allo stile di vita, alimentazione e integrazione di probiotici e eventualmente elementi naturali con azione antiossidante potrebbe aiutare il controllo della malattia.

rimedi e terapie per occhio secco

Tutte le cure e i rimedi per la secchezza oculare son descritte in altra pagina (qui il link), dal momento che la terapia è piuttosto complessa e variegata. Vale la pena però farsene una idea leggendo l’articolo dedicato.

 

propoli e miele per gli occhi. Effetti sulla cataratta

La propoli inibisce lo sviluppo della cataratta da zucchero nei ratti  Questo articolo trae spunto da alcuni lavori in letteratura riportati in calce. Il fine è divulgativo/scientifico e non per scopi commerciali GLi elementi naturali per gli occhialimentazione e salute degli occhi Che...

5-Allergie, congiuntiviti, pollini e dieta. Alimenti da evitare in relazione alle allergie ai pollini

 Congiuntiviti allergiche alimenti da evitare i relazione all'allergia ai pollini Prima di leggere questo articolo consigliamo la lettura della pagina relativa all'inquadramento generale delle allergie oculari, che trovate in questo link.  La dieta a basso contenuto e priva di istamina è stata...

Nutrizione e salute degli occhi: stress ossidativo

 Dieta e salute degli occhila nutrizione e la sua influenza per le malattie oculari La letteratura medica contiene vari articoli su nutrizione e occhi poiché la dieta può influenzare numerose condizioni lesive della capacità visiva, come la cataratta, la degenerazione maculare, il glaucoma, le...

OCT il raggio laser per le maculopatie

OCT il raggio laser che in pochi secondi fa diagnosi di maculopatie L'esame OCT è un esame che permette di visualizzarela retina con i suoi strati profondie il nervo ottico   L'oct è una esame la cui sigla significa tomografia a coerenza ottica. Negli ultimi anni si è imposto come pilastro...

come si usano i colliri (anche nei bimbi)

Come si usano i colliri   Una colpa che spesso abbiamo noi medici, è quella di non essere sufficientemente chiari con i pazienti riguardo alle terapie da eseguire. No, non parlo della scrittura tipicamente medica, visto che a oggi si usano i computer, bensì di come vanno assunti i farmaci....

Ginseng per occhi

Proprietà del Ginseng e effetti sulle malattie oculari Continuiamo qui la nostra carrellata su botanica, elementi naturali e occhi. Oggi, dunque, parliamo del Ginseng e delle sue proprietà benefiche per gli occhi. Questo articolo trae spunto da un lavoro  riportato in calce, e non ha fini...

Intolleranza da lenti a contatto

Intolleranza da lenti a contatto Fastidio e occhio rosso da lenti a contatto Sicuramente uno degli aspetti da considerare nell'uso delle lenti a contatto è la loro tollerabilità a lungo termine. Districarsi tra i vari tipi di LAC è difficile, ed è necessario appoggiarsi a un buon contattologo,...

Metabolomica occhio secco: generalità

Metabolomica dell'occhio secco La superficie oculare, un'interfaccia tra l'occhio e l'ambiente, è costituita dalla cornea, dalla congiuntiva bulbare e palpebrale e dalle ghiandole lacrimali e di Meibomio. L'unità funzionale lacrimale, responsabile della secrezione lacrimale acquosa, è composta...

Probiotici Lactobacillus e Allergie

Probiotici cosa sono In questo articolo parleremo di probiotici e della loro utilità anche per gli occhi, in particolare nelle allergie oculari. Il termine probiotico è stato introdotto da Lilly e Stillwell nel 1965 come agente che conferisce benefici per la salute esistenti nel latte...

Occhio secco da disfunzione ghiandole meibomio

Occhio secco e disfunzione ghiandole di Meibomio L'occhio secco è una alterazione cronica della superficie oculare e risulta essere una condizione patologica frequente che colpisce milioni di persone. Si tratta fondamentalmente di una congiuntivite cronica che autoalimenta un deficit lacrimale,...

Asse intestino occhio (terza parte): digiuno, trapianto fecale, probiotici

Microbiota intestinale e occhio Asse intestino occhio La prima e seconda parte di questo articolo si trovano  qui Il digiuno intermittente e le malattie oculari Continuando il riadattamento dell'articolo citato in  calce a questa pagina, liberamente rielaborato a fini divulgativi, arriviamo infine...

Vernal Cheratocongiuntivite Cure, rimedi e terapie con ciclosporina

 Keratocongiuntivite Vernal (VKC). Terapie, cure e rimedi possibili La ciclosporina collirio Chi colpisce la vernal keratocongiuntivite? Questo articolo fa seguito a quanto abbiamo già scritto in altra pagina, a cui rimandiamo (link qui) in merito al fatto che la cherato-congiuntivite vernal (VKC)...

Vernal keratocongiuntivite – cause, sintomi, evoluzione e terapie

Congiuntivite che non passa con le curela cherato-congiuntivite Vernal (VKC), quando la congiuntivite persiste    La Vernal keratocongiuntivite è una forma infiammatoria piuttosto antipatica che colpisce bambini, e tende a migliorare dopo l'adolescenza. Tendenzialmente cronica, si esacerba in...

Blefariti, orzaioli e calazi cura e prevenzione

Rimedi per blefariti, orzaiolo, calaziosi Cura e prevenzione Blefariti e calazi, processi infiammatori delle ghiandole lacrimali palpebrali, affliggono molte persone. In questo articolo parleremo di blefariti, calazi, e delle loro cause, analizzando i motivi della loro frequente comparsa partendo...

Euphrasia elemento naturale per curare gli occhi

 Euphrasia Officinalis: elemento naturale e olio essenziale I composti botanici e gli estratti dalle piante possono essere utili in alcune patologie oculari come cataratta, diabete, congiuntiviti, maculopatia, blefariti, occhio secco.  In questa pagina parleremo della Euphrasia e dei sui effetti...

Vitamina C e Vitamina E per gli occhi: maculopatie

 Vitamina C - vitamina E per maculopatie Arriviamo oggi a parlare di due Vitamine fondamentali per l'uomo, la vitamina C e la vitamina E, dopo aver accennato alla Vitamina D e alla Vitamina B e dei loro effetti su occhi secchi e dolore oculare. Infatti tutto l'organismo e ovviamente  gli occhi,...

Dott. Alberto Lanfernini – Oculista
Faenza – Ravenna – Riolo Terme – Pesaro

Dot. Lanfernini Alberto

Dott.ssa Annalisa Moscariello – Oculista
Ravenna – Faenza – Pesaro

Dott.ssa Annalisa Moscariello Oculista