La propoli inibisce lo sviluppo della cataratta da zucchero nei ratti

 Questo articolo trae spunto da alcuni lavori in letteratura riportati in calce. Il fine è divulgativo/scientifico e non per scopi commerciali

GLi elementi naturali per gli occhi
alimentazione e salute degli occhi

Che l’alimentazione corretta sia essenziale per la salute degli occhi, come dell’organismo in generale, è oramai acclarato. Abbiamo in altri articoli parlato dei rapporti tra alimenti e congiuntiviti, disbiosi intestinale e blefarite/calazi, microbiota intestinale e salute degli occhi, alimentazione corretta per l’occhio secco. In questo articolo di oggi affronteremo il tema della cataratta diabetica e delle possibilità che la propoli abbia di rallentarne l’evoluzione. Seguiranno, inoltre, altri articoli sulla botanica, e i composti botanici, e gli effetti sugli occhi. Infatti gli elementi naturali hanno effetti benefici sugli occhi, al pari di ciò che può accadere per altri organi. A motivo di ciò la loro integrazione nella dieta e il loro consumo costante potrebbero essere molto utili. In questa pagina parleremo della propoli come elemento naturale per la cura della cataratta, mentre QUI trovate qualcosa su pappa reale e miele come terapia naturale di sostegno per l’occhio secco. Del miele e dei suoi numerosi effetti su tante patologie non solo oculari, invece, abbiamo già parlato qui. La parte di alimentazione e occhi è riportata in questa pagina, seguendo questo link. Naturalmente queste sostanze non vanno a sostituire le normali terapie dedicate per le varie malattie oculari, ma possono essere utile coadiuvante. 

 L’indice delle sostanze botaniche trattate nel sito lo trovate qui.

Cataratta diabetica

La cataratta, l’opacizzazione del cristallino naturalmente presente all’interno degli occhi, colpisce più frequentemente i diabetici (cos’è la cataratta è descritto QUI). Uno studio del 2016 ha valutato l’effetto della propoli (un componente del miele) somministrata per bocca, sui ROS, i prodotti reattivi dell’ossigeno dannosi e sulla morte delle cellule del cristallino dei ratti in coltura.

Diabete, iperglicemia e cataratta

L’iperglicemia è il fattore principale per lo sviluppo della cataratta diabetica poiché attiva alcune vie (Aldoso reduttasi  / sorbitolo) inducendo stress osmotico e ossidativo. Lo stress osmotico, quindi, indotto dall’accumulo di sorbitolo è considerato il fattore principale per la progressione della cataratta nei diabetici.
Anche lo stress ossidativo indotto dalla iperglicemia è responsabile della progressione della cataratta associata al galattosio. In sintesi il rischio di sviluppare la cataratte per i soggetti diabetici è molto più alto che per la popolazione non diabetica.

Propoli, miele per gli occhi

La propoli è un componente del miele raccolto dalle api dai germogli degli alberi e ampiamente disponibile come integratore alimentare. Si tratta, in sintesi, di una sostanza resinosa raccolta dalle api da boccioli e fessure nella corteccia di vari alberi, contiene più di 200 diversi costituenti, inclusi composti organici attivi, come l’artepillina C (APC), gli acidi benzoici, i flavonoidi, gli acidi caffeoilchinici (CA), acido cinnamico e derivati ​​dell’acido cumarico. La propoli e il fenetil estere dell’acido caffeico (CAPE), un componente attivo dell’estratto di propoli, hanno dimostrato di avere proprietà immunomodulatorie, antitumorali, citotossiche, antimetastatiche, antinfiammatorie e antiossidanti [1]. Inoltre, è stato dimostrato che la propoli normalizza l’omeostasi del glucosio in modelli animali di diabete di tipo 2 [ 2, 3].

Tuttavia, il contenuto e l’attività della propoli sono stati associati a specifiche fonti vegetali, luoghi di raccolta e aree fitogeografiche. Diversi studi, infine, hanno indagato l’attività contro vari disturbi, tra cui l’iperglicemia, della propoli ottenuta da diverse regioni geografiche. In questo studio che riportiamo si è valutato l’effetto della propoli sulla opacizzazione del cristallino nei ratti.

Propoli, effetti sulla cataratta da zucchero

Per determinare se la propoli fosse efficace nel ritardare o prevenire la progressione o la formazione della cataratta, è stata analizzata l’opacizzazione del cristallino nei ratti trattati con propoli e miele. E’ da sapere che opacità corticale e sopranucleare sono state osservate in ratti alimentati con galattosio al 15% e 25%, con una gravità dell’opacità del cristallino maggiore nei ratti alimentati con galattosio al 25%. La somministrazione di 0,6 g / kg / die di propoli ha ridotto significativamente l’opacità del cristallino, indicando che la propoli idrosolubile inibisce la catarattogenesi indotta dallo zucchero nei ratti.

 Miele e occhi

Lo studio, poi, ha anche analizzato gli effetti di una somministrazione aggiuntiva di mieleL’analisi istopatologica non ha mostrato cambiamenti istologici rilevabili nelle lenti dei ratti alimentati con una dieta di controllo con 0,6 g / kg / giorno di miele. Tuttavia, è stata osservata una certa opacità periferica nelle regioni equatoriale e corticale di ratti alimentati con galattosio al 15% più 0,6 g / kg / giorno di miele. Aumentando a 0,1 g/Kg in più di propoli è aumentato il gonfiore delle fibre del cristallino, mentre con 0,6 g/kg tale gonfiore è diminuito; da osservare che con la stessa quantità di miele c’è un aumento di lesione  e presenza di vacuoli più grandi all’interno delle strutture cellulari.

Conclusioni: la propoli rallenta la cataratta nei diabetici?

Questo studio dunque ha valutato la capacità della propoli idrosolubile di inibire o ritardare lo sviluppo della catarattogenesi indotta da stress ossidativo e da zucchero. E’ stato scoperto che la propoli potrebbe inibire la generazione di ROS indotta da glucosio alto e la morte cellulare nelle RLEC coltivate e riportato che la propoli inibisce la formazione di cataratta indotta dal galattosio. Inoltre si è visto che la via del poliolo è responsabile della generazione di stress osmotico e stress ossidativo, con un trattamento antiossidante che posticipa la progressione della cataratta nei ratti diabetici, dimostrando così che lo stress ossidativo è un fattore importante nello sviluppo cronico della cataratta diabetica. 

Elementi naturali della propoli per gli occhi

Come detto precedentemente, la propoli contiene più di 200 diversi costituenti, inclusi composti organici attivi, come l’artepillina C (APC), gli acidi benzoici, i flavonoidi, gli acidi caffeoilchinici (CA), acido cinnamico e derivati ​​dell’acido cumarico. Le Caffeoilchinici (CA)  inibiscono l’attività Aldoso reduttasi (AR) del ratto in vitro e la formazione di prodotti finali della glicazione avanzata e il cross-linking proteico associato; inoltre, la somministrazione di caffeoilchinici CA ha impedito lo sviluppo di cataratta da zucchero inibendo l’attività AR .

  Falavonoidi e cataratta

I flavonoidi naturali, come la quercetina, hanno attività antiossidante e inibiscono l’AR e la glicazione avanzata, suggerendo che possono prevenire la formazione di cataratta diabetica. Sebbene la forma pura di ciascun componente della propoli debba essere esaminata meglio per identificare la reale protezione dei singoli componenti verso la cataratta e la produzione di ROS indotta da glucosio elevato, la capacità della propoli di inibire la cataratta da zucchero in questo studio potrebbe essere dovuta alla capacità di inibizione di Acido Cinnamico e flavonoidi attività Aldoso-Reduttasi. Comunque sono necessari ulteriori studi per identificare i costituenti della propoli più efficaci nella protezione contro ROS e cataratta da zucchero. Tutto questo, inoltre, non significa con certezza che la propoli assunta in soggetti umani diabetici abbia la possibilità di quanto evidenziato in questo studio.

Effetti della propoli sul peso

Il trattamento con 0,6g/kg di propoli ha ridotto il peso dei ratti, rispetto ai ratti di controllo trattati con la stessa quantità di miele; questi ultimi pesavano alla fine come i ratti di controllo, cioà senza alcuna somministrazione aggiuntiva di miele o propoli. Tuttavia, poichè questi topi erano alimentati con il 25% di galattosio, non è da escludere che quest’ultimo sia stato causa della diminuzione del peso. 

 Conclusioni: la propoli inibisce la cataratta (diabetica) da galattosio nei ratti

In conclusione, questo studio ha dimostrato che la propoli verde solubile può inibire la cataratta indotta dal galattosio nei ratti. La propoli può ridurre lo stress ossidativo e può inibire la via del poliolo, ritardando e / o attenuando la formazione di cataratta indotta dallo zucchero nei ratti. Altri studi necessitano per valutare i reali effetti sull’uomo di una supplementazione di propoli.

Riferimenti bibliografici

(1) S. Akyol, Z. Ginis, F. Armutcu, G. Ozturk, MR Yigitoglu e O. Akyol, “Il potenziale utilizzo dell’estere fenetilico dell’acido caffeico (CAPE) contro la tossicità indotta dalla chemioterapia e dalla radioterapia”, Biochimica cellulare e Funzione , vol. 30, n. 5, pagg. 438–443, 2012.Visualizza su: Sito editore Google Scholar

(2) MT Al-Hariri, “Propoli e il suo effetto ipoglicemico diretto e indiretto”, Journal of Family and Community Medicine , vol. 18, no. 3, pagg. 152–154, 2011.Visualizza su: Sito editore Google Scholar

(3) T. Matsui, S. Ebuchi, T. Fujise et al., “Forti effetti antiiperglicemici della frazione idrosolubile della propoli brasiliana e del suo costituente bioattivo, acido 3,4,5-tri- O- caffeoilchinico”, Bollettino biologico e farmaceutico , vol. 27, n. 11, pagg. 1797–1803, 2004.Visualizza su: Sito editore Google

 

Lo studio riportato in questo articolo è disponibile qui:
Scholar
https://www.hindawi.com/journals/joph/2016/1917093/

Teppei Shibata, Shinsuke Shibata, Naoko Shibata, Etsuko Kiyokawa, Hiroshi Sasaki, Dhirendra P. Singh, Eri Kubo, “Propolis, a Constituent of Honey, Inhibits the Development of Sugar Cataracts and High-Glucose-Induced Reactive Oxygen Species in Rat Lenses”, Journal of Ophthalmology, vol. 2016, Article ID 1917093, 6 pages, 2016. https://doi.org/10.1155/2016/1917093
Copyright © 2016 Teppei Shibata et al. Questo è un articolo ad accesso aperto distribuito sotto la licenza di attribuzione Creative Commons , che consente l’uso, la distribuzione e la riproduzione senza restrizioni con qualsiasi mezzo, a condizione che il lavoro originale sia citato correttamente.

 

Curcuma nelle malattie dell’occhio

I composti botanici: effetti sulle malattie oculari Proseguono i nostri approfondimenti sugli effetti dell'alimentazione nelle patologie oculari come cataratta, diabete, congiuntiviti, blefariti, occhio secco. In questo breve articolo (che traiamo da un lavoro riportato in calce, non a scopi...

Alimentazione corretta per occhio secco: omega 3

occhio secco e dieta mediterraneaAlimentazione corretta nell'occhio secco L'occhio secco è una patologia frequente che provoca molti disturbi alle persone che ne sono affette. Le cause di occhio secco sono numerose: possiamo ricordare malattie reumatologiche, varie condizioni ormonali, malattie...

Asse intestino occhio (prima parte): microbiota e immunità

microbiota intestinaleAsse intestino-occhio  Uno dei motivi di fondo delle pagine di questo sito è l'importanza della alimentazione legata alla salute degli occhi, come trovate spiegato in questa pagina. L'alimentazione del resto influisce profondamente sul microbiota intestinale e recenti...

Presbiopia, esperidina e antiossidanti

 Curare la presbiopia con l'alimentazione E' possibile rallentare la presbiopia?   La presbiopia è un difetto di vista che impedisce la visione per vicino e colpisce i soggetti dopo i 40 anni. E' piuttosto fastidioso nella vita di questo periodo storico a causa della continua necessità delle...

Probiotici e occhi. Rimedio naturale per malattie oculari

Questo articolo  fa parte di una serie che riguarda prebiotici, probiotici e occhio, che trovate cliccando qui Probiotici e malattie degli occhi probiotici nella congiuntivite allergica I probiotici, cioè i batteri "buoni" che fanno parte del microbiota intestinale, possono essere assunti per...

2- allergie occhi e intolleranze. Alimenti da evitare

ALlergie oculari e intolleranze alimentarialimenti da evitare nelle congiuntiviti allergiche Forse non tutti sanno che le reazioni avverse agli alimenti possono dare quadri di infiammazione oculare. Queste reazioni  che possono essere tossiche, allergiche, e da intolleranze si manifestano, con...

Luteina e Zeaxantina: cure naturali per occhi e macula

Luetina e Zeaxastina I composti botanici e gli estratti dalle piante sappiamo che possono essere utili in alcune patologie oculari come cataratta, diabete, congiuntiviti, blefariti, occhio secco.  Questa pagina, dunque, parlerà di un paio di elementi naturali che hanno proprietà benefiche per gli...

Ciclosporina in Vernal e Occhio Secco (dry eye)

La ciclopsorina collirio come terapia nelle Cheratocongiuntiviti Vernal e NELLA SINDROME DA OCCHIO SECCO Il collirio a base di ciclosporina è una ottima soluzione per alcune malattie oculari, come la sindrome da occhio secco e la vernal cheratocongiuntivite (VKC). Si tratta di un collirio...

Intolleranza da lenti a contatto

Intolleranza da lenti a contattoFastidio e occhio rosso da lenti a contatto Le lenti a contatto sono un mezzo correttivo molto gradito dalle persone con difetti visiti, e sono da considerarsi oramai sicure e efficaci nel garantire un buon comfort. Uno degli aspetti da considerare nell'uso delle...

reazioni allergiche crociate tra alimenti e inalanti mese per mese

REAZIONI ALLERGICHE OCCHI CROCIATE TRA ALIMENTI E INALANTI MESE PER MESE Prima di leggere questo articolo consigliamo la lettura della pagina relativa all'inquadramento generale delle allergie oculari, che trovate in questo link.Chi è allergico a polveri, pollini, animali e altri fattori può...

Cataratta secondaria e yag laser capsulotomia

trattamento yag della cataratta secondaria

Microbiota e occhio: articoli giornali e siti

Microbiota e occhi Microbiota oculare, microbiota intestinale e occhio.Le malattie oculari possono essere influenzate dal microbiota? L'idea che i batteri che vivono in costante simbiosi con noi (microbiota intestinale, cutaneo, vaginale, oculare, ecc.) possano influenzare lo stato di salute...

Prebiotici e occhi: rimedi naturali per malattie oculari

Questo articolo  fa parte di una serie che riguarda prebiotici, probiotici e occhio, che trovate cliccando qui Prebiotici e malattie oculari I prebiotici sono stati definiti una ventina di anni fa come "un ingrediente alimentare non digeribile che influisce positivamente sull'ospite stimolando...

Occhi rossi nei bambini

 Occhi rossi nei bambini cause, rimedi e terapie  Occhi rossi perché vengono Uno dei principali motivi di visita nei nostri ambulatori oculistici di Faenza e Ravenna, dedicati anche alla oculistica pediatrica,  è la presenza di occhi rossi nei bambini. Spesso infatti i bimbi accusano questo...

cosa fare prima dell’intervento di cataratta

Cosa può e cosa non può fare chi si opera di cataratta? L'intevento di cataratta è molto frequente per la popolazione anziana e i comportamenti da tenere successivamente ad esso sono molto importanti per il recupero finale della vista. L'occhio del resto è molto delicato, e, peranto, è necessario...

Stenosi e ostruzione vie lacrimali

ostruzione e stenosi vie lacrimali Le vie lacrimali sono dei piccoli canalini deputati al drenaggio delle lacrime. Una volta infatti prodotte dalle ghiandole lacrimali, principale e accessorie, le lacrime, dopo avere eseguito le loro funzioni, vengono allontanate dalla superficie oculare...

Probiotici, luce blu, pc, telefonini e occhi

 Questo articolo  fa parte di una serie che riguarda prebiotici, probiotici e occhio, che trovate cliccando qui Probiotici cosa sono Le specie probiotiche principali appartengono ai generi Lactobacillus e Bifidobacterium ma anche ad altri ceppi di altri batteri lattici,...

Occhio secco terapie e rimedi

Occhio secco terapie e rimedi L'occhio secco è una frequente condizione che si riscontra in molti pazienti, e ha la  base fisiopatologica in una dislacrimia, cioè in una alterazione della lacrimazione in termini di quantità e qualità, dovuta a varie cause. Dopo aver parlato nei precedenti articolo...

Occhio secco da disfunzione ghiandole meibomio

Occhio secco e disfunzione ghiandole di Meibomio L'occhio secco è una alterazione cronica della superficie oculare e risulta essere una condizione patologica frequente che colpisce milioni di persone. Si tratta fondamentalmente di una congiuntivite cronica che autoalimenta un deficit lacrimale,...

Cos’è l’occhio secco, perchè viene e come si cura

 Occhio secco cause e cure Le cause di occhio secco principali vanno ricercate in fattori ambientali, patologie reumatologiche, conseguenze di forme allergiche, condizioni autoimmuni come il Sjogren e nell'intestino. Occhio secco cos'è  L'occhio secco è una alterazione cronica della superficie...

Ciclosporina in Vernal e Occhio Secco (dry eye)

La ciclopsorina collirio come terapia nelle Cheratocongiuntiviti Vernal e NELLA SINDROME DA OCCHIO SECCO Il collirio a base di ciclosporina è una ottima soluzione per alcune malattie oculari, come la sindrome da occhio secco e la vernal cheratocongiuntivite (VKC). Si tratta di un collirio...

VItamina B e dolore occhio secco

Vitamina B e dolore oculare L'occhio secco  è una malattia multifattoriale della superficie oculare, caratterizzata dalla perdita dell'omeostasi del film lacrimale, con conseguenti sintomi dovuti alla sua instabilità, quali bruciore, senso di corpo estraneo e dolore. Dell'occhio secco e delle sue...

Rimedi naturali per allergie occhi: olio di oliva e acido Oleanolico

 Polline, OLIO di oliva  e allergie occhi Questo articolo trae spunto da alcune pubblicazioni riportate in calce, che son state rielaborate dall'autore a fini divulgativi/scientifici e non a scopo di lucro. Il polline è l'aeroallergene più comune che causa la congiuntivite stagionale. Il risultato...

Dott. Alberto Lanfernini – Oculista
Faenza – Ravenna – Riolo Terme – Pesaro

Dot. Lanfernini Alberto

Dott.ssa Annalisa Moscariello – Oculista
Ravenna – Faenza – Pesaro

Dott.ssa Annalisa Moscariello Oculista