Occhio secco cause e cure

L’occhio secco è una alterazione cronica della superficie oculare e risulta essere una condizione patologica frequente che colpisce milioni di persone. Si tratta fondamentalmente di una congiuntivite cronica che autoalimenta un deficit lacrimale, per cui la superficie degli occhi tende a non essere lubrificata in modo adeguato, provocando numerosi disturbi, spesso continui e invalidanti.

occhio secco e alterazione lacrimale

Per capire di cosa si parla, è necessario specificare che la lacrima è il lubrificante e nutriente della parte esterna dell’occhio. Senza addentrarci in tecnicismi, la lacrima è prodotta da una ghiandola lacirmale principale e tante piccole ghiandole. Si compone di tra strati: lipidico, acquoso (99%) e mucoso. In essa sono sciolte proteine, nutrienti, mediatori chimici. Nell’occhio secco la lacrima è alterata nella composizione, instabile, e di ridotta quantità. A livello obiettivo il medico oculista potrà evidenziare fenomeni di staining corneale (una specie di micropunteggiatura della cornea colorata con fluorescina, indice di sofferenza superficiale), e di sofferenza cronica della congiuntiva. Si eseguono spesso test lacrimali come lo Shirmer, But e test della felcizzazione lacrimale. Tutto questo va accompagnato da una attenta analisi dello stato di salute generale del paziente, per capire se l’occhio sia colpito da condizioni infiammatorie a partenza da altri distretti (oculistica multidisciplinare).

occhio secco Sjogren autoimmune e occhio secco non Sjogren

Semplificando, l’occhio secco può essere associato a malattie autoimmuni o non associato a malattie autoimmuni. I meccanismi che portano a secchezza oculare sono aumento della evaporazione e calo di produzione lacrimale. La classificazione è lunga e complessa, non la riporteremo qui perchè inutile. In un articolo a parte parliamo delle differenze di microbiota intestinale in occhio secco ambientale non Sjogren e occhio secco Sjogren (qui la pagina).

sintomi della secchezza oculare

Ogni condizione di dislacrimia, compresa la malattia dell’occhio secco, è caratterizzata dalla sensazione di:

Occhio secco cause

Diagnosi di occhio secco
dalla visita oculistica ai test lacrimali
dalla reumatologia alla meatbolomica
metagenomica oculare

La diagnosi di occhio secco è clinica e strumentale. L’oculista valuterà i sintomi del paziente e eseguirà una visita oculistica soffermandosi particolarmente sulla superficie oculare. Ne vedrà le alterazioni e i segni diretti e indiretti di sofferenza da secchezza oculare. Inoltre potrà procedere ai test lacrimali, che trovate descritti qui. A brevissimo saranno disponibili teste metagenomici per il microbiota oculare (vedere articolo eyedoctor in questa pagina). Inoltre è necessario valutare le cause predisponenti

e tutto ciò che può essere predisponente fino ad arrivare all’analisi del

occhio secco e intestino

La correlazione tra occhio secco e intestino, nell’ambio dell’asse intestino-occhio, è trattata ampiamente QUI.

 microbioma oculare
studio della metagenomica del microbiota dell’occhio

 Il microbioma oculare può essere studiato con un semplice prelievo di lacrima da inviare ai laboratori di analisi specifici e dedicati. Nel prossimo futuro è plausibile che tali indagini diventino routinarie e base per follow up e terapie di disturbi della superficie dell’occhio quali occhio secco, blefariti, congiuntiviti allergiche, Vernal e altri.

rimedi e terapie per occhio secco

Tutte le cure e i rimedi per la secchezza oculare son descritte in altra pagina (qui il link), dal momento che la terapia è piuttosto complessa e variegata. Vale la pena però farsene una idea leggendo l’articolo dedicato.

Intolleranza da lenti a contatto

Intolleranza da lenti a contatto Fastidio e occhio rosso da lenti a contatto Sicuramente uno degli aspetti da considerare nell'uso delle lenti a contatto è la loro tollerabilità a lungo termine. Districarsi tra i vari tipi di LAC è difficile, ed è necessario appoggiarsi a un buon contattologo,...

occhio secco e microbioma oculare

occhio secco e microbioma oculare Vi sono evidenze che il microbiota oculare (la comunità di microbi  che risiedono nella superficie oculare) e intestinale possano influenzare la comparsa dell'occhio secco. E' importante comprendere questi fattori per potere espandere le possibilità terapeutiche....

Vitamina D e salute degli occhi

Vitamina D e salute degli occhi Come più volte affermato in questo sito, con articoli tratti da letteratura, l'alimentazione ha un ruolo chiave nella prevenzione anche delle malattie oculari. Le vitamine dunque, insieme ad altri nutrienti, sono efficaci protettori degli occhi.  La base per una...

terapie per miopia

Trattamenti e terapie della miopia cosa si può fare per rallentare la miopiafermare la miopia è possibile? Molti pazienti, specialmente i genitori dei bimbi che iniziano a diventare miopi, ci chiedono in visita se ci siano dei modi per rallentare la miopia (qui per leggere sui fattori di rischio...

3-sostanze negli alimenti che provocano occhi rossi e allergie agli occhi

Congiuntiviti da sostanze chimiche degli alimenti  La dieta a basso contenuto e priva di istamina è stata rielaborata in un nuovo articolo del quale consigliamo la lettura, a questo link.Questo articolo fa riferimento ad altri che trovate nella sezione allergie, cliccando qui. Probabilmente vi...

Probiotici, luce blu, pc, telefonini e occhi

 Questo articolo  fa parte di una serie che riguarda prebiotici, probiotici e occhio, che trovate cliccando qui Probiotici cosa sono Le specie probiotiche principali appartengono ai generi Lactobacillus e Bifidobacterium ma anche ad altri ceppi di altri batteri lattici,...

Autosiero (collirio con siero autologo)

L'autosiero contro l'occhio seccosiero autologo e siero eterologo collirio   In questo articolo parleremo dell'autosiero (o siero collirio autologo), un derivato del sangue (emocomponente) molto utile per la terapia di alcune condizioni patologiche della superficie oculare.Il siero autologo,...

Vitamina D per occhio secco

 Occhio secco e vitamina D L'occhio secco, una malattia multifattoriale descritta a fondo QUI, risponde, oltre che alle terapie locali con colliri a base di cortisonici, antinfiammatori, autosiero, ciclosporina e lacrime artificiali, anche all'alimentazione; in altri articoli, abbiamo già...

Dott. Alberto Lanfernini – Oculista
Faenza – Ravenna – Riolo Terme – Pesaro

Dot. Lanfernini Alberto

Dott.ssa Annalisa Moscariello – Oculista
Ravenna – Faenza – Pesaro

Dott.ssa Annalisa Moscariello Oculista