OCT il raggio laser che in pochi secondi fa diagnosi di maculopatie

 L’esame OCT è un esame che permette di visualizzare
la retina con i suoi strati profondi
e il nervo ottico

 

L’oct è una esame la cui sigla significa tomografia a coerenza ottica. Negli ultimi anni si è imposto come pilastro della diagnostica oculistica e viene usato di routine per la diagnosi di  maculopatie,  glaucoma e altre malattie degli occhi. Tramite un raggio laser indolore lo strumento OCT scansiona la retina e il nervo ottico e il suo software permette di ricostruire graficamente gli strati interni delle strutture scansionate. Se paragoniamo la retina a una torta, è come se ne vedessimo tutti gli strati dopo averla tagliata. In questo modo, dunque, si riescono a vedere i segni delle patologie retiniche interne.

come viene eseguito l’oct
per l’oct ci vogliono le gocce?

Per eseguire l’oct il paziente si appoggia con il mento davanti a un piccolo strumento, il quale invia un raggio laser, completamente indolore, alla retina e al nervo ottico. Tale scansione, infatti, dura qualche secondo, e non è percepita dal paziente. Terminato l’esame, il soggetto è libero e non ha nessun tipo di disturbo. Il più delle volte, con i moderni OCT, non è necessario instillare alcun tipo di goccia che dilata la pupilla (midriatico).

a cosa serve l’oct
quando si fa l’oct

oct e retina

L’oct è un esame fondamentale in tutte le patolgie retiniche. Ad esempio

Inoltre riveste un ruolo essenziale nella valutazione prognostica pre-intervento di cataratta, poiché dimostra con certezza le condizioni retiniche che sono spesso mal visualizzabili attraverso l’opacità del cristallino catarattoso. In questo modo si può determinare con discreta precisione quanto sarà il recupero visivo dopo l’intervento di cataratta. In alcuni casi si può eseguire per il distacco di vitreo, al fine di valutare trazioni centrali e presenza di membrane.

oct e glaucoma
OCt nervo ottico
OCT fibre ganglionari (GCL OCT)

Nel glaucoma è fondamentale eseguire gli oct delle fibre del nervo ottico e ganglionari. Con una rapida scansione lo strumento evidenzia i segni di sofferenza del nervo ottico, la struttura bersaglio attaccata dal glaucoma; è importante eseguire le scansioni nello stesso centro oculistico, poiché lo strumento OCT tiene in memoria tutte le immagini, permettendo un confronto automatizzato e il tracciamento di curve di prevenzione.  Se il campo visivo studia la funzione del nervo ottico e le vie ottiche, possiamo dire che l’OCT studi l’anatomia e la integrità dello stesso. Inoltre l’alterazione dei parametri del nervo ottico rilevati con l’ott delle fibre RNFL si ha prima della lesione del campo visivo, permettendo una diagnosi molto precoce di glaucoma, e uno screening nei familiari. La prevenzione del glaucoma non passa dunque solo per la misura della pressione, per una integrazione di esami diagnostici tra i quali oct fibre nervo ottico e fibre ganglionari (gcl) (link qui). Tutto ciò concorre ad aumentare la precisione delle terapie e la definizione di chi e quando trattare farmacologicamente.

oct e cornea pachimetria
segmento anteriore

Applicazioni meno diffuse dell’oct sono la mappa pachimetrica, lo studio del segmento anteriore e dell’angolo irido-corneale. Entrambe sono utili anche  nel glaucoma.
L’oct corneale evidenzia invece la cornea e i suoi strati, permettendo la visualizzazione di lesioni quali cicatrici.

Angio-oct: l’evoluzione dell’oct

Da qualche anno è disponibile una evoluzione tecnologica di primaria importanza: l’angio-oct. A Faenza e Ravenna i centri in cui siamo ospiti si sono attrezzati di questo strumento fin dal primo momento, e abbiamo frequentato corsi di aggiornamento continui. Tramite questo esame si visualizzano, senza mezzo di contrasto, i vasi retinici e coroideali, permettendo la diagnosi di maculopatie in pochi secondi e in modo indolore. In questo articolo abbiamo approfondito, vi basta cliccare qui.

propoli e miele per gli occhi. Effetti sulla cataratta

La propoli inibisce lo sviluppo della cataratta da zucchero nei ratti  Questo articolo trae spunto da alcuni lavori in letteratura riportati in calce. Il fine è divulgativo/scientifico e non per scopi commerciali GLi elementi naturali per gli occhialimentazione e salute degli occhi Che...

Microbiota oculare e malattie dell’occhio (lenti a contatto, diabete, allergie, occhio secco, blefariti…)

microbioma oculare La superficie oculare sana è caratterizzata da un microbiota relativamente stabile, relativamente poco diversificato. Inoltre recenti scoperte suggeriscono che i batteri della possano avere un ruolo nel mantenimento dell'omeostasi modulando la funzione immunitaria, proteggendo,...

Occhio secco e osteoporosi

Occhio secco e osteoporosi: una associazione da valutare attentamente   L'occhio secco è una alterazione cronica della superficie oculare e risulta essere una condizione patologica frequente che colpisce milioni di persone.  E' una malattia che si associa alla diminuzione della quantità...

Oculistica multidisciplinare

Oculistica multidisciplinareuna visione sistemica a partenza dagli occhi Con il passare del tempo, nella pratica medica ci si rende sempre più conto che l'interconnesione tra i vari organi  è fondamentale nell'omeostasi e la salute di tutto l'organismo, occhio compreso. Anche l'occhio, quindi, può...

cataratta giorno dell’intervento

Come si svolge l'intervento di cataratta   cosa succede il giorno dell'intervento di cataratta Dopo aver letto cosa fare nei giorni precedenti  l'intervento di cataratta, e prima di leggere le norme di comportamento da tenere i giorni successivi, crediamo sia importante raccontare a grandi...

Lenti a contatto come si usano

 chi mi deve dire se posso usare le lenti a contatto Prima di scegliere la tipologia di lenti e di acquistarle, consultare il medico oculista per verificare l'assenza di controindicazioni e, anche in seguito, sottoporsi a controlli periodici dal medico. La lente a contatto è un corpo estreneo, ben...

Prevenzione degenerazione maculare senile

Prevenzione maculopatie I familiari di chi ha la degenerazione maculare come possono evitare di ammalarsi?Prevenzione della degenerazione maculare La degenerazione maculare, o maculopatia senile, è una patologia tipica deli anziani. Colpisce la retina centrale, nella parte detta macula, e può...

Asse intestino occhio (seconda parte): diabete, glaucoma, occhio secco

Microbiota intestinale e asse intestino occhio La prima parte di questo articolo la trovate cliccando qui Continuiamo a parlare del microbiota e degli effetti sulle malattie oculari. Discorso parallelo a quanto scritto sui probiotici e sui loro effetti sulla salute anche degli...

Dott. Alberto Lanfernini – Oculista
Faenza – Ravenna – Riolo Terme – Pesaro

Dot. Lanfernini Alberto

Dott.ssa Annalisa Moscariello – Oculista
Ravenna – Faenza – Pesaro

Dott.ssa Annalisa Moscariello Oculista