Polline, OLIO di oliva  e allergie occhi

Questo articolo trae spunto da alcune pubblicazioni riportate in calce, che son state rielaborate dall’autore a fini divulgativi/scientifici e non a scopo di lucro. Il polline è l’aeroallergene più comune che causa la congiuntivite stagionale. Il risultato dell’esposizione agli allergeni è, in sintesi, una forte risposta mediata da Th2 insieme alla degranulazione dei mastociti congiuntivali e all’infiltrazione eosinofila. Già abbiamo parlato delle congiuntiviti allergiche in linea generale (QUI) e in particolari da pollini in questa pagina. L’acido oleanolico, presente nell’olio di oliva e nelle foglie dell’ulivo  è un triterpene naturale che mostra forti proprietà antinfiammatorie e immunomodulatorie essendo una molecola antiallergica attiva sui modelli di reazione di ipersensibilità. In uno studio (1) si sono valutati gli effetti di questo prodotto, presente nelle olive, sulle congiuntiviti allergiche sperimentali. 

Congiuntivite allergica

La congiuntivite allergica (AC) è una delle più comuni malattie della superficie oculare. La malattia comprende una varietà di condizioni patologiche e, sulla base di meccanismi immunopatologici, può essere suddivisa in congiuntivite allergica stagionale e perenne. La congiuntivite dunque è una risposta anormale di ipersensibilità immunitaria agli allergeni principalmente pollini, peli di animali e acari della polvere domestica, sebbene anche alcune sostanze alimentari possano attivarla. I farmaci per l’AC includono il trattamento farmacologico (antistaminici, stabilizzatori dei mastociti, corticosteroidi, antinfiammatori non steroidei, immunomodulatori- ne abbiamo parlato ampiamente qui) e immunoterapia specifica per allergeni. Le terapie però non sono costanti nei risultati. Pertanto è opportuno valutare altre strade, tra cui l’assunzione di alimenti che modulino l’immunità e l’infiammazione, come abbiamo scritto in altre pagine.

Piante, elementi naturali e allergie

Poiché sono necessari trattamenti alternativi, le piante e altri materiali naturali possono rivelarsi fonti preziose di nuovi utili agenti antiallergici. I gruppi di ricerca hanno, quindi, condotto studi clinici con rimedi della medicina complementare e alternativa. Le formulazioni vegetali hanno dimostrato, in generale, di essere sicure, rivelando effetti aggiuntivi insieme ai farmaci occidentali come il sinergismo e la modulazione del sistema immunitario – ne abbiamo già parlato in altre pagine. I triterpeni, compreso l’acido oleanolico (OA), sono composti ampiamente presenti nella dieta umana, nelle erbe medicinali e nelle piante.

Olea europea, olive e congiuntiviti allergiche

L’acido oleanoico è stata identificato in più di 120 specie di piante, inclusa l’ olea europaea , una pianta che ha guadagnato sempre più interesse a causa dei suoi molteplici componenti bioattivi. Tra i numerosi effetti benefici, è stato dimostrato che l’acido oleanoico possiede attività cardioprotettive, antipertensive, antiaterosclerotiche, antiiperlipidemiche, ipoglicemizzanti e antiossidanti, oltre a proprietà antinfiammatorie e immunomodulatorie, essendo attivo sulle reazioni di ipersensibilità, come la reazione di ipersensibilità di tipo ritardato , o asma allergico, e nelle malattie mediate da Th1, inclusa la colite sperimentale e la sclerosi multipla. 

Proprietà dell’olea europea, acido oleanolico
Interleukine nelle allergie

L’acido oleanolico presente nell’olea europea è un potente agente antinfiammatorio. La somministrazione il giorno della sensibilizzazione ha dimostrato importanti effetti antiallergiciSi ritiene che i processi patologici di una reazione allergica siano mediati da cellule di tipo Th2 che rilasciano interleuchine come IL-5 e IL-13. Queste citochine sono responsabili di una cascata di eventi necessari per l’infiammazione allergica: produzione di IgE da parte delle cellule B, attivazione e reclutamento di eosinofili e attivazione dei mastociti. Quindi IL-13 è un mediatore cruciale delle reazioni di ipersensibilità. Inoltre, IL-33 è un altro potente induttore di infiammazione allergica che è stato trovato altamente espresso nelle malattie associate a Th2 tra cui asma, congiuntivite allergica e rinite. IL-33 promuove risposte che includono l’attivazione e la migrazione di linfociti Th2, eosinofili, mastociti e basofili.
Infine l’acido oleanolico inibisce l’attivazione del NF-kB, del TNF-alpha e è efficacissimo inibitore della Ciclo-ossigenasi (COX) e della 5-LOX (5 lipo-ossigenasi), entrambi convolti nel metabolismo dell’acido arachidonico che porta a infiammazione (riduzione conseguente della sintesi di IL-6, IL-1b e TNF- alfa).
 Di tutte queste cose abbiamo parlato nella nostra videorelazione che trovate nella sezione microbiota.

L’acido oleanolico abbassa le interleukine infiammatorie

I  dati di questo lavoro (1) hanno chiaramente dimostrato che i livelli aumentati attesi di IL-13 e IL-33 nel tessuto congiuntivale e nel siero dei topi EAC erano marcatamente soppressi dal trattamento con OA, insieme ad altri fattori proinfiammatori che è inutile qui riportare, essendo un articolo divulgativo. Un’altra scoperta che invece è fondamentale, è stata che il trattamento dei topi EAC con OA ha impedito la ridotta secrezione di IL-10 osservata nei topi EAC non trattati. Infatti, i livelli di espressione nel siero e nel tessuto congiuntivale di questa citochina di tipo Treg coinvolta nell’omeostasi Th1 / Th2 erano simili nei topi EAC trattati con OA e nei topi di controllo sani. È interessante notare che, oltre alle sue proprietà antinfiammatorie sui mastociti umani, l’IL-10 ha recentemente dimostrato di stabilizzare i mastociti murini e di ridurne la degranulazione in vitro. L’interleukina 10 è la principale interleukina soppressiva e modulatoria sui processi immunitari. Una sua sottoregolazione porta a allergie e autoimmunità.

Olea europea e acido oleanolico nelle allergie e congiuntiviti

In conclusione, l’acido oleanolico sembra essere un candidato promettente per il trattamento dei disturbi oculari allergici oltre alle terapie convenzionali. Ha fornito un trattamento efficace contro le risposte allergiche e immuno-infiammatorie nel modello EAC. Pertanto, dovrebbe essere considerato anche il potenziale terapeutico per il trattamento di malattie infiammatorie allergiche come la rinite allergica e l’asma. Ulteriori studi dovrebbero essere diretti anche ad esplorare la sua attività quando somministrato per via topica. In questo link trovate la dieta priva di istamina utile nelle allergie oculari.

Alimentazione e salute degli occhi

Benché tutto questo dimostri effetti importanti dell’acido oleanolico sulle allergie, non bisogna infine dimenticare l’effetto protettivo della dieta, come discusso ampiamente in questo articolo.  L’alimentazione sana e bilanciata è fondamentale, anche al fine di evitare di infiammare l’intestino, per non creare squilibri immunitari originati dal microbiota intestinale (QUI).

Principali fonti di olea europea e acido oleanolico  per allergie e congiuntiviti

È stato dimostrato che i principali componenti dell’ olio extravergine d’oliva e dell’Olea Europaea sono i composti fenolici, di cui i principali sono l’ oleocantale, l’ oleuropeina, il verbascoside e l’ idrossitirosolo, e i composti triterpenici, che comprendono l’acido maslinico, l’acido oleanolico, l’uvaolo e l’eritrodiolo. Studi clinici hanno osservato che questi composti hanno importanti attività biologiche, come antiossidanti, antinfiammatori, antitrombotici, antitumorali, cardioprotettivi e antidiabetici. La composizione chimica dell’olio extravergine d’oliva è influenzata dalla varietà dell’ulivo, dal grado di maturazione del frutto, dal clima, dal periodo e dal metodo di raccolta.

Composizione olio di oliva extravergine

L’olio di oliva extravergine è costituito per il 98-99% da una miscela di trigliceridi detta anche frazione saponificabile, e per il rimanente 1-2% da un insieme di composti minori che rappresentano la frazione insaponificabile e corrispondono a più di 230 sostanze chimiche appartenenti a diverse classi come alcoli terpenici e alifatici, steroli, idrocarburi, carotenoidi, clorofille, vitamine, composti volatili, tocoferoli, e sostanze fenoliche. Tra i triterpeni troviamo l’ acido oleanolico, l’ acido maslinico, l’ uvaolo e l’ eritrodiolo; mentre l’ oleocantale (OC) rappresenta il principale composto fenolico secoiridoide ed è il responsabile del sapore amaro dell’ olio extravergine di oliva. Le foglie di ulivo contengono grandi quantità di acido oleanolico. In conclusione, un bel giro di olio di oliva sui cibi non fa mai male, ma, se non bastasse, ci sono in commercio anche degli estratti naturali per integrazione.

Riferimenti bibliografici

(1) https://journals.plos.org/plosone/article?id=10.1371/journal.pone.0091282

 Córdova C, Gutiérrez B, Martínez-García C, Martín R, Gallego-Muñoz P, Hernández M, et al. (2014) L’acido oleanolico controlla le risposte allergiche e infiammatorie nella congiuntivite allergica sperimentale. PLoS ONE 9 (4): e91282. https://doi.org/10.1371/journal.pone.0091282

2014 Córdova et al. Questo è un articolo ad accesso aperto distribuito secondo i termini della licenza di attribuzione Creative Commons , che consente l’uso, la distribuzione e la riproduzione senza restrizioni con qualsiasi mezzo, a condizione che l’autore e la fonte originali siano accreditati.

microbioma e occhio – un libro sul futuro

 Microbioma e occhio - Il futuroUn piccolo libro su microbiota e occhio Il Microbioma, unitamente alle sue azioni sull'organismo ospite, è un tema di grande interesse in medicina da qualche anno, perché, come più volte ribadito in questo sito, il Microbiota umano intestinale influenza lo stato di...

Quercetina e occhi

Quercetina e malattie degli occhi L'alimentazione influenza notevolmente lo stato di salute generale e, di conseguenza, anche il benessere degli occhi. Dopo aver parlato di Quercetina e degli effetti sulle maculopatie e sulle cataratte (qui), facciamo un excursus più generale sull'effetto della...

Sale, ipertensione e malattie degli occhi

 ALimentazione, dieta ricca di sale e malattie oculari  La visione dell'oculistica multidisciplinare, che trovate descritta QUI,  cerca di considerare l'organismo come unico e non valuta quindi  l'occhio avulso dal resto del corpo. Questa impostazione, ovviamente, non  può prescindere anche da ciò...

Occhi rossi nei bambini: cure, colliri e terapie naturali

  Occhi rossi nei bambini cause, rimedi e terapie  rimedi e terapie dell'occhio rosso del bimboprobiotici per occhio rossoprebiotici per bambini I bimbi soffrono spesso di occhi rossi. I motivi e le cause di questi rossori ricorrenti sono già stati illustrati in questa altra pagina, della quale...

Microbiota e occhi – XII Congresso Aimo Oculisti Roma

 Microbiota intestinale e occhio Congresso AIMO Associazione Italiana Medici OculistiSessione Microbiota umano: la nuova frontiera della medicina Roma 30 settembre - 2 ottobre 2021 Anche quest’anno si è svolto il congresso AIMO (Associazione Italiana Medici Oculisti) a Roma dal 30 settembre,...

Presbiopia, esperidina e antiossidanti

 Curare la presbiopia con l'alimentazione E' possibile rallentare la presbiopia?   La presbiopia è un difetto di vista che impedisce la visione per vicino e colpisce i soggetti dopo i 40 anni. E' piuttosto fastidioso nella vita di questo periodo storico a causa della continua necessità delle...

Microbiota e malattie degli occhi

 Microbiota intestinale e occhio Come e perchè il microbiota intestinale è correlato alle malattie oculari e allo stato di salute dei nostri occhi Riporto l'articolo pubblicato sul numero 1.2021 di Viscochirurgia (rivista italiana di Oftalmologia a cura di Fabiano Editore, responsabile dott....

Microbiota e occhio: articoli giornali e siti

Microbiota e occhi L'idea che i batteri intestinali che vivono in costante simbiosi con noi (microbiota intestinale) possano influenzare lo stato di salute dell'organismo in generale si sta diffondendo anche tra gli oftalmologi. Si affacciano finalmente in alcune riviste specialistiche dedicate a...

Mirtillo e occhi

Mirtillo e occhi Dopo avere parlato di altri numerosi rimedi naturali benefici per gli occhi, scriviamo ora del mirtillo, noto elemento che spesso viene associato agli occhi anche nella cultura popolare da tempo. I composti botanici e gli estratti dalle piante è noto che possano essere utili in...

Vitamina C: antiossidante per gli occhi

  Vitamina C - potente antiossidanteCataratta, glaucomacornea - trabecolato - cristallino Proseguiamo i nostri articoli sulle vitamine  per gli occhi e, dopo aver accennato alla Vitamina D e alla Vitamina B e dei loro effetti su occhi secchi e dolore oculare, scriviamo oggi della vitamina C, per...

Probiotici e occhi: retinopatia diabetica

Questo articolo  fa parte di una serie che riguarda prebiotici, probiotici e occhio, che trovate cliccando qui Probiotici cosa sono I probiotici sono microrganismi viventi non patogeni, che possono portare beneficio all'ospite se somministrati con continuità. Generalmente, le specie probiotiche...

Vitamina D e salute degli occhi

Vitamina D e salute degli occhi Come più volte affermato in questo sito, con articoli tratti da letteratura, l'alimentazione ha un ruolo chiave nella prevenzione anche delle malattie oculari. Le vitamine dunque, insieme ad altri nutrienti, sono efficaci protettori degli occhi.  La base per una...

Luce blu e occhi: display, monitor, PC, telefonini e LED

Luce blu, telefonini, display, PC, led e occhi La luce  blu è una particolare lunghezza d'onda dello spettro luminoso compresa tra 415 nm e 455 nm. L'esposizione a questa radiazione avviene all'aperto ma anche durante l'applicazione ai display nelle attività lavorative e non. Pare che questa...

Probiotici, luce blu, pc, telefonini e occhi

 Questo articolo  fa parte di una serie che riguarda prebiotici, probiotici e occhio, che trovate cliccando qui Probiotici cosa sono Le specie probiotiche principali appartengono ai generi Lactobacillus e Bifidobacterium ma anche ad altri ceppi di altri batteri lattici,...

Proteoma lacrimale in rinocongiuntivite allergica

Rinocongiuntivite allergica e proteoma Mebabolomica congiuntiviti allergiche La metabolomica  studia le impronte chimiche dei processi dei sistemi biologici. In altri articoli abbiamo affrontato questi temi. Abbiamo infatti parlato di  metabolomica e disfunzione ghiandole Meibomio in occhio secco...

reazioni allergiche crociate tra alimenti e inalanti mese per mese

REAZIONI ALLERGICHE OCCHI CROCIATE TRA ALIMENTI E INALANTI MESE PER MESE Prima di leggere questo articolo consigliamo la lettura della pagina relativa all'inquadramento generale delle allergie oculari, che trovate in questo link.Chi è allergico a polveri, pollini, animali e altri fattori può...

Prebiotici e occhi: rimedi naturali per malattie oculari

Questo articolo  fa parte di una serie che riguarda prebiotici, probiotici e occhio, che trovate cliccando qui Prebiotici e malattie oculari I prebiotici sono stati definiti una ventina di anni fa come "un ingrediente alimentare non digeribile che influisce positivamente sull'ospite stimolando...

Microbiota e occhi – XII Congresso Aimo Oculisti Roma

 Microbiota intestinale e occhio Congresso AIMO Associazione Italiana Medici OculistiSessione Microbiota umano: la nuova frontiera della medicina Roma 30 settembre - 2 ottobre 2021 Anche quest’anno si è svolto il congresso AIMO (Associazione Italiana Medici Oculisti) a Roma dal 30 settembre,...

Occhio secco terapie e rimedi

Occhio secco terapie e rimedi Continuano gli approfondimenti sull'inquadramento dell' occhio secco. Cliccando qui trovate la parte introduttiva. Consigliamo di leggerla prima di questo articolo. L'occhio secco, ripetiamo è una frequente condizione patologica che ha la sua base in una dislacrimia,...

Occhio pigro, ambliopia, e le visite oculistiche pediatriche per i bimbi sotto i 6 anni

visita oculistica prima dei 6 anni per tutti i bambini, anche quelli che non mostrano disturbi     Lo sviluppo degli occhi e la fase di plasticità si concludono entro i 6 anni di età. Per questo motivo è fondamentale sottoporre i bambini alle visite oculistiche già dai primi anni di vita...

Ginkgo biloba per OCCHI: proprietà benefiche per retina e glaucoma

Ginkgo biloba contro i radicali liberiProtezione retina e nervo ottico (glaucoma)   Alimentazione e salute degli occhi Continuiamo i nostri articoli su prodotti botanici e occhi. Come sapete siamo fermamente convinti dell'efficacie preventiva sulle malattie oculari e generali di una corretta...

Probiotici e occhio: congiuntiviti batteriche

 Questo articolo  fa parte di una serie che riguarda prebiotici, probiotici e occhio, che trovate cliccando qui Congiuntiviti batterichecause e sintomi La congiuntivite batterica (BC) è un tipo comune di congiuntivite infettiva e colpisce tutti i gruppi di età umana. Si differenzia dalle altre...

Metabolomica occhio secco: generalità

Metabolomica dell'occhio secco La superficie oculare, un'interfaccia tra l'occhio e l'ambiente, è costituita dalla cornea, dalla congiuntiva bulbare e palpebrale e dalle ghiandole lacrimali e di Meibomio. L'unità funzionale lacrimale, responsabile della secrezione lacrimale acquosa, è composta...

Dott. Alberto Lanfernini – Oculista
Faenza – Ravenna – Riolo Terme – Pesaro

Dot. Lanfernini Alberto

Dott.ssa Annalisa Moscariello – Oculista
Ravenna – Faenza – Pesaro

Dott.ssa Annalisa Moscariello Oculista