L’esame OCTA (Angio OCT) è disponibile in Emilia Romagna per le zone di Ravenna, Imola, Castel San Pietro, Forli’, Cesena, Rimini,
anche presso San Pier Damiano Hospital Faenza

 L’angio-oct è disponibile in Romagna già da qualche anno a
San Pier Damiano Hospital, Faenza e Ospedale San Francesco, Ravenna   

 

cos’è l’angio oct (angiografia con tomografia a coerenza ottica)

L’esame angiooct -Optical coherence tomography angiography, angio-oct o angiografia oct (OCTA), è un esame dedicato allo studio della retina e i suoi vasi. Permette di avere una immagine dei vasi della retina superficiali e profondi, e delle loro eventuali anomalie.

Si usano gocce per l’angio oct?
come si esegue angio-oct

L’OCTA viene eseguito senza instillazione di gocce midriatiche e non è doloroso; la scansione dura pochi secondi, e, tramite un raggio laser, permette la visualizzazione dei vasi retinici senza mezzo di contrasto; è un esame quindi ripetibile senza alcuna controindicazione (a differenza della fluorangiografia, che richiede mezzo di contrasto endovena).
L’angio-OCT di San Pier Damiano, TRITON OCT, TOPCON, è uno strumento di ultima generazione. Durante l’esame si analizzano entrambi gli occhi (uno alla volta),e il referto viene consegnato dal dott. Lanfernini e dalla dot.ssa Moscariello (che hanno  frequentato corsi di aggiornamento in materia per l’apprendimento della tecnica e della interpretazione fin dai primi anni dell’uscita dello strumento) dopo qualche decina di minuti. Il referto dell’angio-oct è comprensivo di scansioni, angiogrammi in foto, e di una parte descrittiva.

differenza tra oct e angio-oct

La differenza tra oct e angio-oct è sostanziale. Lo strumento è lo stesso, ma la tecnologia è diversa, così come i risultati. Tramite l‘oct possiamo analizzare gli strati della retina e il nervo ottico, ma non possiamo tracciare la mappa vascolare. Quindi, per esempio, in caso di maculopatia umida con neovasi, con l’oct classico possiamo vedere i segni indiretti della presenza del vaso anomalo, ma non il vaso stesso. A differenza dell’oct, con l’angio-oct si riescono a visualizzare i vasi.

Cosa permette di vedere e  a cosa serve l’angio-oct.
differenze tra angio-oct e fluorangiografia

L’angio oct permette di visualizzare dunque i vasi e ricostruire la mappa retinica vascolare senza l’uso del mezzi di contrasto. La fluorangiografia necessita invece di puntura al braccio per inserimento del mezzo di contrasto che, ovviamente, può dare effetti collaterali e presenta controindicazioni in soggetti allergici o affetti da particolari condizioni patologiche. Per tale motivo la FAG è controindicata in numerosi pazienti, come gli allergici e chi soffre problemi renali.

Inoltre l’angio-oct permette scansioni rapide indolori nel tempo e i software degli strumenti elaborano le immagini ricostruendo mappe differenziali utilissime nel follow up di patologie. La degenerazione maculare, la retinopatia diabetica, gli insulti vascolari, le corioretinopatie sierose centrali (CRSC) oltre ad altre patologie più’ rare, sono oramai studiate prevalentemente con questo esame, che sostituisce in buona parte la fluorangiografia (che rimane comunque utile in alcuni casi).
Allo stato attuale si sta imponendo quindi come esame fondamentale per la degenerazione maculare, secca e umida, per trombosi venose e negli insulti vascolari in genere retinici. L’angio oct trova applicazione anche per la retinopatia diabetica e in alcuna forme infiammatorie corioretiniche. Si esegue spesso, per diagnosi differenziale, nelle retinopatie sierose centrali.

Chi legge e referta l’angio-oct? ho subito il risultato?

Normalmente il referto viene consegnato dall’oculista nel giro di una mezz’ora, talvolta il giorno dopo. L’oculista che esegue l’esame saprà comunque indicare il livello di urgenza di successivi controlli. Chiaramente è l’oculista inviante che dovrà poi prendere le decisioni terapeutiche e di follow-up, per cui, con il risultato, è necessario contattare il medico specialista dal quale si è seguiti e che ha richiesto l’esame.

angio-oct in romagna per le zone di
faenza ravenna bologna imola forì cesena rimini riccione ferrara

Vista la difficoltà di trovare l’angioOCT in zona Emilia Romagna, siamo disponibili all’esecuzione di esami in tempi rapidi. Potete anche contattarci direttamente tramite il modulo di contatto di questo sito.

A differenza dell’oct classico, che può essere prenotato tramite SSN, l’angio-oct (OCTA) attualmnete è prenotabile solo in libera professione o tramite fondi sanitari integrativi. Attualmente il costo dell’esame è intorno ai 120 euro.

Per le prenotazioni di ANGIO OCT e OCT rivolgersi direttamente alle strutture: 
 San Pier Damiano Hospital Faenza e
Ospedale San Francesco Ravenna 

Ginseng per occhi

Proprietà del Ginseng e effetti sulle malattie oculari Continuiamo qui la nostra carrellata su botanica, elementi naturali e occhi. Oggi, dunque, parliamo del Ginseng e delle sue proprietà benefiche per gli occhi. Questo articolo trae spunto da un lavoro  riportato in calce, e non ha fini...

1-allergie occhi cosa sono, come si manifestano e terapie – congiuntiviti allergiche cure

  Allergie agli occhi - sintomi e cure Questo è il primo articolo che costituisce la base per tutti i successivi inerenti le allergie oculari. Ne consigliamo quindi la lettura prima degli altri inerenti lo stesso tema. Per allergia si intende una iper-reazione immunitaria dell'organismo verso...

Inquinamento e infiammazioni oculari

  Inquinamento e infiammazioni oculari L'inquinamento atmosferico è un grande problema e costituisce una crescente preoccupazione globale. Sono chiare le correlazioni tra numerose malattie e inquinamento dell'acqua, dell'aria, del suolo, ma anche acustico e luminoso. Tra gli organi bersaglio...

Vernal keratocongiuntivite – cause, sintomi, evoluzione e terapie

Congiuntivite che non passa con le curela cherato-congiuntivite Vernal (VKC), quando la congiuntivite persiste    La Vernal keratocongiuntivite è una forma infiammatoria piuttosto antipatica che colpisce bambini, e tende a migliorare dopo l'adolescenza. Tendenzialmente cronica, si esacerba in...

cosmetici e malattie occhi

Trucchi, cosmetici e occhi I cosmetici possono spesso essere causa di irritazione della pelle intorno agli occhi ma anche di conguntiviti e blefariti. Le infiammazioni oculari possono essere dunque migliorate avendo alcune attenzioni. Cosmetici ipoallergenici per gli occhidermatiti allergiche da...

Luteina e Zeaxantina: cure naturali per occhi e macula

Luetina e Zeaxastina I composti botanici e gli estratti dalle piante sappiamo che possono essere utili in alcune patologie oculari come cataratta, diabete, congiuntiviti, blefariti, occhio secco.  Questa pagina, dunque, parlerà di un paio di elementi naturali che hanno proprietà benefiche per gli...

Microbiota intestinale, disbiosi e malattie dell’occhio (glaucoma, occhio secco, blefariti, uveiti,diabete, degenerazione maculare)

Il microbiota intestinale e gli occhi Negli ultimi anni son stati eseguiti studi scientifici che approfondiscono i rapporti tra flora batterica intestinale (microbiota) e l'aggravarsi di varie condizioni patologiche oculari. In questa pagina trovate un riassunto di quanto scritto in maniera più...

Vitamina D e salute degli occhi

Vitamina D e salute degli occhi Come più volte affermato in questo sito, con articoli tratti da letteratura, l'alimentazione ha un ruolo chiave nella prevenzione anche delle malattie oculari. Le vitamine dunque, insieme ad altri nutrienti, sono efficaci protettori degli occhi.  La base per una...

Dott. Alberto Lanfernini – Oculista
Faenza – Ravenna 

Dot. Lanfernini Alberto

Dott.ssa Annalisa Moscariello – Oculista
Ravenna – Faenza

Dott.ssa Annalisa Moscariello Oculista