Allergie agli occhi – sintomi e cure

Questo è il primo articolo che costituisce la base per tutti i successivi inerenti le allergie oculari. Ne consigliamo quindi la lettura prima degli altri inerenti lo stesso tema. Per allergia si intende una iper-reazione immunitaria dell’organismo verso sostanza normalmente innocue. Sempre più numerosi sono i pazienti che si presentano nei nostri ambulatori oculistici a Ravenna e Faenza con sintomi riconducibili a fenomeni allergici.

classificazione delle allergie oculari

La congiuntivite allergica comprende cinque entità cliniche:  congiuntivite allergica stagionale, congiuntivite allergica perenne, cheratocongiuntivite primaverile, cheratocongiuntivite atopica e congiuntivite papillare gigante, tutte aventi un background causale comune, la reazione allergica, ma diversa caratteristiche cliniche. Qui ovviamente faremo un discorso generale, valido un po’ per tutte, senza entrare nei dettagli delle singole differenze.

quali sono i sintomi di allergia agli occhi?

I sintomi oculari che lamentano le persone allergiche sono molto vari, e dipendono da persona a persona. Infatti non tutti reagiscono allo stesso modo alle sostanze pro allergeniche stimolate dagli allergeni. Inoltre le forme possono essere di varia entità, da lievissime a molto importanti; tutto questo condiziona la sintomatologia.

Rubor Dolor Tumor Calor

I quattro pilastri dell’infiammazione, entrano prepotentemente anche nelle infiammazioni oculari. Di questi e dei meccanismi infiammatori oculari in generale si è parlato in questa pagina (link). Tutti questi sintomi derivano dalla liberazione di prodotti proinfiammatori, associati a cambiamenti nella metabolomica tissutale e cellulare (link). In sintesi principalmente il soggetto affetto da congiuntivite allergica lamenta:

Le manifestazioni possono inoltre durare settimane, e fastidi costanti lievi possono residuare per molto tempo anche dopo l’eliminazione della causa scatenante.

Istamina, la molecola della allergia

L’istamina, la molecola dell’allergia (QUI ne abbiamo parlato a lungo), è la molecola che media le infiammazioni allergiche e determina una sintomatologia che non si limita al momento della sua liberazione. Infatti una volta che si è liberata essa rimane in circolo per molto tempo, e solo una volta catabolizzata dall’organismo i sintomi migliorano. Ma anche dopo la sua eliminazione totale, le conseguenze del danno possono restare per altro tempo a causa dei processi immunitari locali tissutali attivati. Per esempio, una alterazione lacrimale infiammatoria post congiuntivite non rientra in poche ore, ma necessita di giorni per trovare un nuovo equilibrio nella produzione di una lacrima normale. Per questo la sintomatologia è persistente per molte settimane anche dopo il termine della esposizione agli allergeni. Inoltre la guarigione dipende dalla presenza di molecole risolventi, tra le quali le resolvine, in assenza delle quali l’infiammazione cronicizza.

L’allergia agli occhi è spesso una blefaro-congiuntivite

La Congiuntivite allergica, dunque, non è soltanto l’infiammazione con occhi molto gonfi e rossi, come spesso ritenuto da molte persone, ma anche qualsiasi condizione che produce sintomi anche di piccola intensità (esempio: occhi rossi spesso la sera, lieve secrezione mattutina, filamento di muco biancastro,  occhi un po’ secchi…). Ne consegue che fino a che non si ha un senso di benessere assoluto significa che non si è guariti del tutto, e bisognerà non solo curarsi, ma soprattutto andare a ricercare le cause della infiammazione. Esse possono essere ricercate, quindi, negli alimenti, nell’aria, nei cosmetici, nei detersivi, nell’ambiente di lavoro e domestico e numerosi altri posti. Leggete il post del dermatologo sulle dermatiti “dic e dac” per avere altre indicazioni.

Allergie occhi e alimentazione
Alimenti da evitare

Abbiamo approfondito tutto, o quasi tutto, ciò che riguarda l’alimentazione per le persone che soffrono di congiuntiviti allergiche. Infatti è molto importante sapere che ci sono correlazioni tra i disturbi e l’assunzione di vari alimenti, per cui, per aiutare la navigazione, riportiamo sotto i paragrafi dedicati alle allergie oculari e alimenti. E’ necessario infatti evitare alimenti (cliccare in ogni riga per aprire il relativo articolo):

In ognuno dei cinque paragrafi citati sopra ci sono le indicazioni relative ai vari aspetti delle allergie agli occhi. Prendetevi un po’ di tempo, quindi, per farvi una idea di massima, in modo che sia più facile gestire i problemi ricorrenti.

Congiuntiviti allergiche e prurito agli occhi
Cura e prevenzione

Innanzi tutto è bene chiarire che le forme allergiche sono spesso difficili da trattare e da risolvere, poiché, fino a che permane lo stimolo antigenico responsabile delle allergie, l’organismo produce istamina e altri mediatori infiammatori che alimentano la sintomatologia. Per prima cosa quindi è necessario identificare la cause e allontanarla. A volte, purtroppo, questo è difficile (pensiamo per esempio alle allergie agli acari  e quelle autunnali- QUI), se non impossibile, per cui è necessario fare la guerra con i soldati che si hanno. Non si vincerà, quindi, del tutto, ma si potrà vivere un po’ meglio e ridurre i sintomi delle allergie agli occhi e le ricadute di occhi gonfi, rossi e pruriginosi.

Alimentazione e allergie
dieta priva di istamina per le congiuntiviti allergiche

La prevenzione in generale si basa soprattutto su corretti comportamenti alimentari. Ne abbiamo fatto la filosofia di base di questo sito, che trovate ampiamente descritta qui. In tema di allergie ci sono elementi naturali e botanici che possono coadiuvare la prevenzione e aiutare a ridurre lo stato generale infiammatorio dell’organismo (per esempio l’olio di oliva, se ne parla qui). La dieta a basso contenuto e priva di istamina è stata rielaborata in un nuovo articolo del quale consigliamo la lettura, a questo link.

Date comunque una occhiata alla parte dei consigli alimentari e degli alimenti benefici per l’organismo.

Allergie occhi – terapie
COLLIRIO PER ALLERGIE
COLLIRIO PER OCCHI ROSSI

E’ bene dire subito che non esiste un unico collirio per occhio rosso e allergie. E’ necessario, in caso di irritazione oculare prolungata, eseguire una terapia ben calibrata personalizzata, soprattutto nel caso sia impossibile allontanare il fattore allergenico. Si possono provare metodi naturali, lavaggi e sostanze lenitive, ma il più delle volte le cure per gli occhi gonfi negli allergici devono essere farmacologiche.
I farmaci  disponibili in collirio per curare occhi rossi, occhi gonfi, prurito oculare, occhi appiccicosi, palpebre rosse e tutto quanto viene scatenato dai fattori allergenici, siano alimentari che nell’aria.

Cortisonici e antistaminici per le allergie oculari

Tra i farmaci più efficaci in medicina c’è sicuramente il cortisone, per la sua ampia azione antinfiammatoria. Anche per gli occhi  i cortisonici sono molto indicati per la  rapida azione. Spesso però alla sospensione c’è un effetto rimbalzo, per cui è utile scalare la dose adeguatamente. Inoltre negli occhi possono dare complicanze come cataratta e ipertono oculare; ne consegue che vanno usati sotto controllo dell’oculista.
Anche gli antistaminici funzionano bene, ma sono più blandi del cortisone, anche se efficaci in fase acuta. Inoltre “soffrono” di tachifilassi – una sorta di assuefazione dell’organismo, per cui dopo qualche settimana non hanno più l’effetto adeguato. Gli antistaminici per bocca sono indicati in alcune condizioni, ma spesso determinano secchezza oculare (aggravando la sintomatologia).

Stabilizzatori di membrana nelle allergie occhi

Gli stabilizzatori sono dei farmaci che impediscono la liberazione di istamina. Alcuni di essi inoltre hanno azione antichemiotassica, cioè inibiscono l’attivazione immunitaria locale e l’infiltrazione cellulare dei tessuti. tra questi ricordiamo il sodiocromoglicato, acido spaglumico, che inibisce anche il complemento (che entra nell’immunità naturale aspecifica). Essi sono molto utili come prevenzione o per stabilizzare cure piu’ aggressive, quindi come coda di altre terapie. Non danno tachifilassi e sono piuttosto comodi per l’automedicazione.

FANS – vasocostrittori e allergie occhi

I Fans, antinfiammatori non steroidei, non hanno come indicazione primaria le allergie oculari. Possono essere comunque delle utili alternative, specialmente per contrastare alcuni sintomi, come il dolore. I vasocostrittori, che possono anch’essi determinare tachifilassi, hanno il piacevole effetto di sbiancare gli occhi immediatamente per qualche ora e di aiutare il riassorbimento degli edemi locali dei tessuti. Anche questi possono dare importanti effetti rimbalzi alla sospensione, e vanno usati con attenzione e per brevi periodi sotto controllo dell’oculista.

Ciclosporina

La ciclosporina in collirio è un immunosoppressore utilissimo in occhio secco e vernal congiuntivite. In qualche caso può essere usato anche nelle allergie. Il suo effetto principale è sui linfociti Th1, quindi risponderanno solo le forme allergiche cha hanno attivato questa via oltre che la classica Th2. Della ciclosporina abbiamo parlato a lungo in queste pagine.

Lavaggi,  e rimedi naturali nelle allergie oculari

Come rimedio naturale e a basso costo, sono utilissimi anche i lavaggi con soluzione fisiologica, in quanto permettono di abbassare l’osmolarità lacrimale e diluire i mediatori infiammatori presenti nelle lacrime, secreti nelle fasi acute e croniche. A questi si associano le lacrime artificiali e lubrificanti in collirio, gli shampoo palpebrali, detergenti e salviette specialmente in caso di blefariti concomitanti.  I lavaggi, con lacrime artificiali o semplice soluzione fisiologica, fanno parte integrante della terapia, poiché, ripetiamo, l’effetto wash-out allontana l’istamina e le altre interleuchine e sostanze pro-infiammatorie che si accumulano nella lacrima, responsabili principali della sintomatologia. Fondamentale prendere in considerazione l’uso di lacrime e colliri privi di conservante (potenziale sostanza sensibilizzante). Colliri a base di erbe possono essere utili e lenitivi (esempio colliri alla Camomilla e alla Perilla: ne parleremo presto).

Rimedi per il gonfiore degli occhi e delle palpebre

A parte i vasocostrittori locali per qualche giorno, può essere utile l’assunzione di Bromelina e Ananase, due antiedema, e di diomina, un capillaro-protettore. L’azione combinata dei due tipi di farmaci migliora il microcircolo e riassorbe i liquidi tissutali.

 Antibiotici nelle allergie oculari

Infine ci preme sottolineare che è inutile, se non dannoso, l’utilizzo di antibiotici locali (e generali, ca va sans dire),perchè va ad alterare il microbiota della superficie oculare (insieme a quello  intestinale per le terapie sistemiche), che pare abbia un ruolo protettivo come scritto qui seguendo questo link.  Altro su congiuntiviti batteriche, antibiotici e probiotici è in questa pagina (qui).

L’uso di antibiotico associato al cortisone non è efficace, se non c’è una franca infezione, ma anzi può essere dannoso, in quanto si va a somministrare una molecola ulteriore sensibilizzante a un occhio già infiammato.

Alimentazione e probiotici e prebiotici  nelle allergie degli occhi

Non si può prescindere da alimentazione corretta e integrazione di elementi benefici (QUI). Molti elementi naturali hanno efficacia ipoallergenica  e antinfiammatoria; sarebbe opportuna una loro integrazione nella dieta. Anche i prebiotici e i probiotici assunti per bocca, attraverso l’immuno-modulazione mediata dal riequilibrio del microbiota intestinale, sono rimedi naturali da tenere in considerazione nelle allergie oculari. Infine ultimamente  sono usciti colliri con probiotici e con ozono. Trovate tutto, ma proprio tutto, su prebiotici e occhi cliccando qui. Il trattamento delle congiuntiviti batteriche con probiotici è in questa pagina (qui). Quali siano i probiotici più efficaci nelle allergie è spiegato in questa pagina (link). 

Visita oculistica per chi è affetto
da congiuntivite allergiche

A causa degli effetti dei farmaci sull’organismo è bene aver chiaro, con consulto dell’oculista, il modo, la posologia e i tempi di somministrazione dei vari farmaci, per non incorrere in errori terapeutici che compromettono e ritardano la remissione dei sintomi. Oltre agli effetti collaterali da colliri, sempre in agguato, è infatti necessario evitare un andamento cronico delle infiammazioni (Non resolving infiammation). Infatti una cronicizzazione del quadro clinico porta inevitabilmente a forme più gravi di lesione congiuntivali (formazione di papille e follicoli, congiuntivite follicolare/papillare). In alcuni casi è necessario escludere la Vernal keratocongiuntivite. La valutazione multidisciplinare permette poi di lavorare su fattori che non dipendono dagli occhi, come il microbiota intestinale, malattie della pelle, malattie reumatologiche concomitanti, farmaci assunti eccetera. Infine, come descritto qui, anche l’otorino può essere di  aiuto per l’associazione tra rinite allergica e congiuntivite. 

 Allergie occhi cosa fare.
Visita oculistica con supporto  multidisciplinare
 

La visita oculistica nel soggetto affetto da allergia agli occhi fornirà indicazioni sull’uso corretto delle terapia e dei colliri (o eventualmente di farmaci per os). Inoltre insegnerà al paziente i modi per ridurre i sintomi, e i fastidi derivati dalle inevitabile ricadute (e possibilmente, a ridurre la frequenza delle stesse). La valutazione e il miglioramento passano però per una valutazione globale, specialmente nei casi resistenti alle terapia locali oculari. L’oculista inoltre si avvale eventualmente  del supporto di altre figure professionali come l’allergologo, il dermatologo, specialmente in caso di dermatiti concomitanti alle palpebre,  e il gastroenterologo,  quest’ultimo necessario per l’analisi del microbiota tramite test di screening intestinale e Breath test. Fondamentale quindi è la parte gastroenterologica. Insistiamo infine sulla necessità di dieta a basso contenuto e priva di istamina che trovate  a questo link.   In caso di infiammazione oculare quindi è necessario contattare lo specialista oculista che in visita dovrebbe esser in grado di indirizzare verso la scelta opportuna di terapia appropriata alla diagnosi. Non esistono infatti solo le allergie oculari come causa di infiammazioni. In questi altri paragrafi abbiamo parlato specificatamente degli occhi rossi di mattina (qui il link)  e degli occhi rossi nei bambini.

Foto di Rebecca Swafford da Pexels 

 Ti possono interessare anche 
probiotici
Componente alimentare che influenza le congiuntiviti allergiche 
I cosmetici nei soggetti affetti da congiuntiviti allergiche come prodotti per viso – trucchi, creme, shampoo, tinture capelli 
allergie crociate tra alimenti e inalanti, che possono anche portare a congiuntiviti allergiche 
blafariti e calazi cura e prevenzione 

 intolleranza lenti a contatto

 

propoli e miele per gli occhi. Effetti sulla cataratta

La propoli inibisce lo sviluppo della cataratta da zucchero nei ratti  Questo articolo trae spunto da alcuni lavori in letteratura riportati in calce. Il fine è divulgativo/scientifico e non per scopi commerciali GLi elementi naturali per gli occhialimentazione e salute degli occhi Che...

Blefariti, orzaioli e calazi cura e prevenzione

Rimedi per blefariti, orzaiolo, calaziosi Cura e prevenzione In questo articolo parleremo di blefariti, calazi, delle loro cause e del particolare legame che hanno con l'intestino. I calazi e le blefariti, infatti, hanno spesso come causa scatenante problemi intestinali a carico del...

Pappa reale e Polline: rimedi naturali per l’occhio secco

 Pappa reale cura naturale per occhio secco  Questo articolo è tratto e rielaborato da un lavoro pubblicato (link in fondo a questa pagina), e non ha finalità commerciali nè di lucro, ma solo divulgativo/scientifiche. L'occhio secco, è una malattia multifattoriale che segua la compromissione della...

Disturbi del sonno e occhio secco

Occhio secco e sonno L'occhio secco è una malattia multifattoriale che porta notevoli disagi a chi ne soffre. Dopo aver parlato nei precedenti articolo delle cause e dell'inquadramento generale, della correlazione con osteoporosi (qui), con malattie autoimmuni (qui), delle correlazioni con il...

Luce blu e occhi: display, monitor, PC, telefonini e LED

Luce blu, telefonini, display, PC, led e occhi La luce  blu è una particolare lunghezza d'onda dello spettro luminoso compresa tra 415 nm e 455 nm. L'esposizione a questa radiazione avviene all'aperto ma anche durante l'applicazione ai display nelle attività lavorative e non. Pare che questa...

cosmetici e malattie occhi

rucchi, cosmetici e occhi   Per quanto naturali e ipoallergenici, i cosmetici, essendo applicati direttamente sulla cute in prossimità degli occhi, possono creare comunque problemi di natura infiammatoria oculare. E' necessario quindi un uso corretto dei prodotti viso. Di seguito riportiamo...

Rimedi naturali per allergie occhi: olio di oliva e acido Oleanolico

 Polline, OLIO di oliva  e allergie occhi Questo articolo trae spunto da alcune pubblicazioni riportate in calce, che son state rielaborate dall'autore a fini divulgativi/scientifici e non a scopo di lucro. Il polline è l'aeroallergene più comune che causa la congiuntivite stagionale. Il risultato...

Perchè la disbiosi porta a malattie degli occhi

Microbiota intestinale e occhi Come avrete visto uno dei pilastri del nostro vedere la medicina e l'oftalmologia è la visione che pone al centro lo stile di vita e l'alimentazione. Le sezioni infatti importanti di questo sito, che si propone una informazione oftalmologica multidisciplinare e...

Microbiota e occhio: articoli giornali e siti

Microbiota e occhi L'idea che i batteri intestinali che vivono in costante simbiosi con noi (microbiota intestinale) possano influenzare lo stato di salute dell'organismo in generale si sta diffondendo anche tra gli oftalmologi. Si affacciano finalmente in alcune riviste specialistiche dedicate a...

Mirtillo e occhi

Mirtillo e occhi Dopo avere parlato di altri numerosi rimedi naturali benefici per gli occhi, scriviamo ora del mirtillo, noto elemento che spesso viene associato agli occhi anche nella cultura popolare da tempo. I composti botanici e gli estratti dalle piante è noto che possano essere utili in...

Vitamina C: antiossidante per gli occhi

  Vitamina C - potente antiossidanteCataratta, glaucomacornea - trabecolato - cristallino Proseguiamo i nostri articoli sul come sistemi antiossidanti gli occhi e, dopo aver accennato alla Vitamina D e alla Vitamina B e dei loro effetti su occhi secchi e dolore oculare, scriviamo oggi della...

Probiotici e occhi: retinopatia diabetica

Questo articolo  fa parte di una serie che riguarda prebiotici, probiotici e occhio, che trovate cliccando qui Probiotici cosa sono I probiotici sono microrganismi viventi non patogeni, che possono portare beneficio all'ospite se somministrati con continuità. Generalmente, le specie probiotiche...

Vitamina D e salute degli occhi

Vitamina D e salute degli occhi Come più volte affermato in questo sito, con articoli tratti da letteratura, l'alimentazione ha un ruolo chiave nella prevenzione anche delle malattie oculari. Le vitamine dunque, insieme ad altri nutrienti, sono efficaci protettori degli occhi.  La base per una...

Luce blu e occhi: display, monitor, PC, telefonini e LED

Luce blu, telefonini, display, PC, led e occhi La luce  blu è una particolare lunghezza d'onda dello spettro luminoso compresa tra 415 nm e 455 nm. L'esposizione a questa radiazione avviene all'aperto ma anche durante l'applicazione ai display nelle attività lavorative e non. Pare che questa...

Probiotici, luce blu, pc, telefonini e occhi

 Questo articolo  fa parte di una serie che riguarda prebiotici, probiotici e occhio, che trovate cliccando qui Probiotici cosa sono Le specie probiotiche principali appartengono ai generi Lactobacillus e Bifidobacterium ma anche ad altri ceppi di altri batteri lattici,...

Proteoma lacrimale in rinocongiuntivite allergica

Rinocongiuntivite allergica e proteoma Mebabolomica congiuntiviti allergiche La metabolomica  studia le impronte chimiche dei processi dei sistemi biologici. In altri articoli abbiamo affrontato questi temi. Abbiamo infatti parlato di  metabolomica e disfunzione ghiandole Meibomio in occhio secco...

Inquinamento e infiammazioni oculari

  Inquinamento e infiammazioni oculari L'inquinamento atmosferico è un grande problema e costituisce una crescente preoccupazione globale. Sono chiare le correlazioni tra numerose malattie e inquinamento dell'acqua, dell'aria, del suolo, ma anche acustico e luminoso. Tra gli organi bersaglio...

Ambienti domestici, uffici, inquinamento e occhi

Inquinamento e infiammazioni oculari Nell'articolo precedente (link qui) abbiamo visto come l'inquinamento atmosferico sia composto da agenti particolati organici, inorganici  e gas nocivi. Tutti i fattori inoltre ambientali, quali temperatura, esposizione luce UV, umidità e ventilazione hanno la...

Dermatiti intorno agli occhi e alimentazione

Dermatiti occhi e alimenti Visto l'interesse degli utenti del sito in tema di allergie, alimenti e dermatiti, pubblichiamo un altro articolo scritto insieme alla Dottoressa Emanuela Fogli, dopo quello inerente le dermatiti da contatto e aeromediate (link), e le blefariti associate a rosacea...

Nutrizione e salute degli occhi: stress ossidativo

 Dieta e salute degli occhila nutrizione e la sua influenza per le malattie oculari La letteratura medica contiene vari articoli su nutrizione e occhi poiché la dieta può influenzare numerose condizioni lesive della capacità visiva, come la cataratta, la degenerazione maculare, il glaucoma, le...

Occhi rossi e infiammazione occhi – cause e rimedi naturali

occhi rossi e infiammati occhio rosso, occhio gonfio, occhio che brucia infiammazioni oculari Le infiammazioni oculari e gli occhi rossi sono motivo di visita molto frequente nella nostra attività quotidiana di oculisti a Faenza e Ravenna. In tale ambito notiamo che c'è desiderio, da parte di...

Dieta priva di istamina per congiuntiviti allergiche alimentari

Allergie agli occhi e alimenti- sintomi e cure Prima di leggere questo articolo consigliamo la lettura della pagina relativa all'inquadramento generale delle allergie oculari, che trovate in questo link. L'importanza della dieta corretta per gli occhi è descritta nella pagina introduttiva (link)....

Metabolomica occhio secco: i probiotici modificano il proteoma della ghiandola lacrimale

Metabolomica dell'occhio secco La superficie oculare, un'interfaccia tra l'occhio e l'ambiente, è costituita dalla cornea, dalla congiuntiva bulbare e palpebrale e dalle ghiandole lacrimali e di Meibomio. Spesso vittima di alterazioni infiammatorie e degenerative, può essere responsabile di...

Chi siamo
Dott. Alberto Lanfernini – Oculista
Faenza – Ravenna – Riolo Terme – Pesaro

Dot. Lanfernini Alberto

Chi Siamo
Dott.ssa Annalisa Moscariello – Oculista
Ravenna – Faenza – Pesaro

Dott.ssa Annalisa Moscariello Oculista