Il miglior collirio per occhio secco: una soluzione personalizzata per ogni paziente

Non esiste il miglior collirio per l’occhio secco. E’ necessaria  una cura personalizzata sul paziente che non comprende solo colliri, ma integratori, correzione dietetica e dello stile di vita.

Il miglior collirio per l’occhio secco: una cura personalizzata

L’occhio secco è una patologia comune che può causare fastidi e problemi di vista. Ci sono molte cause dell’occhio secco, come l’età, l’uso di dispositivi digitali e alcune malattie come il diabete. Il collirio è uno dei trattamenti più comuni per l’occhio secco, ma non tutti i colliri sono uguali. Del resto non è neanche l’unico trattamento, poiché spesso è necessario correggere aspetti inerenti altri organi e lo stile di vita, con altre terapie.
Diciamo subito che non esiste un collirio migliore per occhio secco, e neanche in integratore migliore per occhio secco. La terapia dovrebbe infatti essere personalizzata.

In questo articolo esploreremo alcuni concetti su come scegliere il miglior collirio per l’occhio secco attraverso una cura personalizzata.

Occhio secco, malattia che ha tante cause

Dopo aver parlato nei precedenti articoli inerenti occhio secco di:

L’importanza della personalizzazione

Il trattamento dell’occhio secco non è una taglia unica per tutti. La causa dell’occhio secco può variare da persona a persona e quindi anche il trattamento deve essere personalizzato. Ci sono molti fattori che devono essere considerati, come lo stile di vita, l’alimentazione, le malattie concomitanti e altri fattori di rischio.

Leggi anche:

Molte persone cercano sollievo per l’occhio secco attraverso l’uso di colliri e gocce oculari, ma spesso questi trattamenti non forniscono un sollievo duraturo.

Invece, è necessario considerare l’occhio secco da una prospettiva più ampia, includendo la salute generale dell’individuo e le sue abitudini quotidiane. In altre parole, si dovrebbe vedere la persona nella sua interezza, piuttosto che concentrarsi solo sul problema dell’occhio secco.

Gli occhi sono legati anche ai disturbi di altri organi come descritto. Leggi anche

La dieta influenzando il microbiota influenza anche la salute degli occhi. Leggi anche:

La valutazione del paziente

Il primo passo per una cura personalizzata è la valutazione del paziente. Il medico oculista può determinare la causa dell’occhio secco e se il collirio è la scelta giusta per il paziente. Se il medico ritiene che sia necessario un altro trattamento, come la terapia ormonale o la chirurgia, potrebbe suggerire di consultare un esperto in quelle aree. La valutazione non comprende solo gli occhi, ma tutt a lacondizione di salute del paziente.
Gli occhi infatti hanno rapporti molto complessi con altri organi. Leggi anche:

Inoltre sono da valutare molti aspetti dello stile di vita, come:

Leggi anche:

La scelta del collirio

Una volta che è stato determinato che il collirio è il trattamento giusto per il paziente, il medico può consigliare quale collirio utilizzare.

Ci sono molti tipi di colliri disponibili sul mercato e la scelta dipende dalle esigenze individuali del paziente. Esistono diversi tipi di colliri naturali e di sintesi disponibili per trattare questa condizione. Questi colliri possono contenere sostanze come lubrificanti, lacrime artificiali o farmaci che aiutano a ridurre l’infiammazione. È importante consultare un oftalmologo per determinare la causa esatta dell’occhio secco e scegliere il collirio più adatto alle proprie esigenze.

L’uso di un collirio personalizzato può aiutare a ridurre la sensazione di secchezza, bruciore e prurito degli occhi, migliorando la qualità della vista e prevenendo eventuali danni alla cornea. Ad esempio se c’è una componente allergica utile un antistaminico, se invece si parla di  pazienti reumatologici meglio un immunosoppressore come la ciclosporina. In caso di problemi epatici e tiroidei è bene lavorare anche su questi organi, così come in corso di disturbi intestinali è bene valutare il microbiota.

Leggi anche:

Valutazione polispecialistica multidisciplinare

Tuttavia, per curare l’occhio secco in modo efficace, è importante considerare la persona nel suo insieme e non solo la sua patologia. Ciò significa che il medico oculista dovrebbe vedere la persona come un individuo unico, con esigenze e abitudini specifiche.

Se la causa dell’occhio secco è una produzione insufficiente di lacrime, un collirio che aiuta ad aumentare la produzione di lacrime potrebbe essere utile. Tuttavia, se la causa dell’occhio secco è una evaporazione eccessiva delle lacrime, un collirio a base di oli potrebbe essere più efficace.

Inoltre lo stile di vita è molto importante per la cura dell’occhio secco.

Ad esempio, se una persona ha un lavoro che richiede di stare al computer per molte ore al giorno, il medico oculista potrebbe suggerire alcune modifiche nell’ambiente lavorativo (qui), come ad esempio l’uso di una sedia ergonomica o una postazione di lavoro adeguata per ridurre l’affaticamento degli occhi. Possono essere utili anche occhiali riposanti.

Leggi anche:

In aggiunta, una dieta sana ed equilibrata, l’esercizio fisico regolare e la gestione dello stress possono contribuire a ridurre i sintomi dell’occhio secco. Ad esempio la dieta mediterranea in occhio secco è utilissima, così come l’assunzione di probiotici per occhio secco.

In alcuni casi, potrebbe essere un occhio secco da   intervento chirurgico. Ad esempio, la chirurgia LASIK per la correzione della vista può causare temporaneamente l’occhio secco, o anche la chirurgia della cataratta (qui occhio secco dopo cataratta e le sue cure).

Leggi anche:

Occhio secco cure definitive

Non esiste una cura definitiva per l’occhio secco che vada bene per tutti. Come avrete capito è importante  evitare i fattori che possono indurre o peggiorare l’occhio secco, come l’uso prolungato di computer e dispositivi mobili, l’esposizione a condizioni di vento e freddo, e l’uso di prodotti per la cura degli occhi che contengono sostanze irritanti.

Dunque, ci sono molte  opzioni di trattamento per l’occhio secco, come i cambiamenti dello stile di vita, come l’aumento dell’assunzione di acqua e l’uso di umidificatori, e i farmaci prescritti dal medico come gli anti-infiammatori e gli immunosoppressori.

Non esiste quindi un collirio migliore per occhio secco, la cura va integrata in un percorso di guarigione e miglioramento che richiede molti mesi.

Migliore integratore occhio secco

Non esiste neanche in migliore integratore per l’occhio secco, per gli stessi motivi detti sopra.

Alcuni studi hanno suggerito che integratori alimentari come l’olio di pesce, la vitamina D e l’acido gamma-linolenico possono aiutare a ridurre i sintomi dell’occhio secco. Tuttavia, è importante parlare con il medico prima di assumere qualsiasi integratore.

Leggi anche:

E’ ovvio dunque che una persona magra in carenza avrà integratori diversi da un dismetabolico, così come una persona che digerisce male da uno sportivo che non ha apparenti problemi intestinali.

Miglior collirio per occhio secco

Premesso quanto sopra, ecco un elenco di colliri per gli occhi secchi, senza fare riferimento a nomi commerciali ma alle categorie e alle molecole degli ingredienti attivi:

  1. Colliri a base di acido ialuronico – Questi colliri sono formulati con acido ialuronico, una molecola presente naturalmente nell’occhio che aiuta a mantenere l’idratazione. Forniscono una lubrificazione intensa e duratura per gli occhi secchi.
  2. Colliri a base di carbossimetilcellulosa sodica – Questi colliri contengono carbossimetilcellulosa sodica, un polimero idrosolubile che forma una pellicola protettiva sulla superficie dell’occhio, migliorando l’idratazione e la lubrificazione.
  3. Colliri a base di lipidi – Questi colliri contengono lipidi, molecole che aiutano a ricostruire e stabilizzare il film lacrimale, il che li rende particolarmente adatti per gli occhi secchi cronici.
  4. Colliri a base di trealosio – Questi colliri contengono trealosio, un disaccaride che aiuta a proteggere gli occhi secchi e irritati, fornendo una lubrificazione a lunga durata.
  5. Colliri a base di carbomer – Questi colliri contengono carbomer, un polimero che aiuta a formare una pellicola protettiva sulla superficie dell’occhio, migliorando la lubrificazione e la durata dell’effetto del collirio.
  6. Colliri a base di soluzione salina equilibrata – Questi colliri contengono una soluzione salina equilibrata, che aiuta a lenire gli occhi secchi e irritati, fornendo una lubrificazione naturale e delicata.
  7. Colliri a base di acido ialuronico cross-linkato – Questi colliri contengono acido ialuronico cross-linkato, una molecola che forma una rete tridimensionale che fornisce una lubrificazione a lunga durata per gli occhi secchi.
  8. Colliri a base di polivinilpirrolidone – Questi colliri contengono polivinilpirrolidone, una molecola che ha un’alta capacità di trattenere l’acqua e di formare una pellicola protettiva sulla superficie dell’occhio, migliorando l’idratazione e la lubrificazione.
  9. Colliri a base di ectoina – Questi colliri contengono ectoina, un aminoacido naturale che protegge le cellule dall’essiccazione e dall’infiammazione, fornendo una lubrificazione a lunga durata per gli occhi secchi.

Rimedi naturali per occhio secco

Alcune persone potrebbero trovare sollievo dall’occhio secco usando rimedi naturali come l’acqua di rose, l’infuso di camomila o il tea tree oil. Tuttavia, questi rimedi non sono stati ampiamente studiati e potrebbero non funzionare per tutti. Noi li prescriviamo spesso con ottimi risultati.

Ecco alcuni tipi di colliri naturali e a base di vitamine per gli occhi secchi:

  1. Colliri a base di camomilla – La camomilla ha proprietà antinfiammatorie e calmanti, che possono aiutare a ridurre l’irritazione e la secchezza degli occhi. I colliri a base di camomilla sono spesso utilizzati per lenire gli occhi stanchi e irritati.
  2. Colliri a base di calendula – La calendula ha proprietà antinfiammatorie e antiossidanti, che possono aiutare a ridurre l’infiammazione e la secchezza degli occhi. I colliri a base di calendula sono spesso utilizzati per lenire gli occhi irritati e per alleviare i sintomi dell’allergia.
  3. Colliri e pomate base di vitamina A – La vitamina A è importante per la salute degli occhi e può aiutare a prevenire la secchezza oculare. I colliri a base di vitamina A possono aiutare a migliorare la lubrificazione e l’idratazione degli occhi secchi.
  4. Colliri a base di vitamina E – La vitamina E è un antiossidante che può aiutare a proteggere le cellule degli occhi dai danni dei radicali liberi. I colliri a base di vitamina E possono aiutare a migliorare l’idratazione e la lubrificazione degli occhi secchi.
  5. Colliri a base di acido ascorbico (vitamina C) La vitamina C è un antiossidante che può aiutare a proteggere gli occhi dai danni dei radicali liberi. I colliri a base di vitamina C possono aiutare a migliorare la lubrificazione e l’idratazione degli occhi secchi.

Leggi anche:

Massaggio oculare per occhio secco e yoga per gli occhi

Il massaggio oculare può aiutare a stimolare la produzione di lacrime e aumentare la circolazione sanguigna intorno agli occhi. Tuttavia, è importante far eseguire il massaggio oculare da un professionista qualificato.

L’esercizio degli occhi può aiutare a migliorare la circolazione sanguigna intorno agli occhi e ridurre i sintomi dell’occhio secco. Ci sono molti esercizi di yoga per gli occhi disponibili online o tramite un insegnante qualificato. Inoltre può contribuire a ridurre lo stress, che è causa di molti malanni.

Leggi anche:

 

Il trattamento di occhio secco richiede pazienza del paziente e del medico.

Trovate tutti gli approfondimenti cliccando sugli articoli presenti nel box in fondo dove questi concetti sono meglio spiegati in altre pagine.

Blefariti, orzaioli e calazi cura e prevenzione

cure di blefariti, orzaioli, calaziosi ricorenti (cosa fare e come curarli) Blefariti e calazi, cura e prevenzione. Alimentazione  e dieta per blefariti.Spesso le blefariti e le blefarocongiuntiviti sono associate a calazi e a malattie della pelle come la rosacea o dermatiti. Inoltre l'intestino e la disbiosi intestinale sono un fattore che entra nella patogenesi delle blefariti.La cura delle blefariti dunque è complessa. Cura e prevenzione delle blefariti e dei calazi Blefariti e calazi, processi infiammatori delle ghiandole lacrimali palpebrali, affliggono molte persone. In questo articolo...

Ciclosporina in Vernal e Occhio Secco (dry eye)

La ciclopsorina collirio come terapia nelle Cheratocongiuntiviti Vernal e NELLA SINDROME DA OCCHIO SECCO Il collirio a base di ciclosporina è una ottima soluzione per alcune malattie oculari, come la sindrome da occhio secco, la vernal cheratocongiuntivite (VKC) la rosacea oculare. Si tratta di un collirio galenico, cioè preparato da alcune farmacie direttamente, anche se ora è presente un costosissimo (per l'ssn) preparato commerciale la cui prescrizione è possibile solo in reparti ospedalieri. Di seguito andiamo a capire di cosa parliamo analizzando la ciclosporina collirio più da vicino....

Autosiero (collirio con siero autologo)

L'autosiero contro l'occhio seccosiero autologo e siero eterologo collirio In questo articolo parleremo dell'autosiero (o siero collirio autologo), un derivato del sangue (emocomponente) molto utile per la terapia di alcune condizioni patologiche della superficie oculare. Siero collirio Il siero autologo, chiamato anche autosiero, è uno speciale collirio ottenuto tramite la centrifugazione del proprio sangue (che viene normalmente prelevato come per gli esami di laboratorio ematici), e contiene diversi fattori di crescita, tra cui fibronectina e vitamine che contribuiscono all’integrità...

Blefarite

Blefarite e calazi associati a blefariti La blefarite è una infiammazione delle palpebre.Cause di blefariti, perché vengono, che sintomi danno e il loro legame con stress, alimentazione e microbiota. Introduzione: blefariti La blefarite è una condizione comune caratterizzata dall'infiammazione delle palpebre. Può essere causata da una serie di fattori, tra cui problemi dermatologici, allergie, batteri e infiammazione sistemica. In questo articolo esploreremo le possibili cause della blefarite e le terapie disponibili per il trattamento. Di blefarite e calazi abbiamo già parlato ampiamente...

Cure naturali per occhi: la quercetina

Cure naturali per occhi: quercetina La quercetina è un efficace antiossidante naturale  con proprietà benefiche anche per gli occhi Quercetina e malattie degli occhi L'alimentazione influenza notevolmente lo stato di salute generale e, di conseguenza, anche il benessere degli occhi. Dopo aver parlato di Quercetina e degli effetti sulle maculopatie e sulle cataratte (qui), facciamo un excursus più generale sull'effetto della quercetina nelle altre malattie degli occhi.  Ricordiamo anche  che tutte queste sostanze naturali di cui parliamo non vanno a sostituire le normali terapie dedicate per...

Mirtillo e occhi – curare gli occhi con la natura

Mirtillo e occhi Il mirtillo e la sua azione sugli occhi. Da tempo il mirtillo viene considerato a ragione un rimedio che aiuta la vista, grazie alle sue proprietà antiossidanti. Il mirtillo per occhio secco, glaucoma, cataratta e danno da luce blu: cosa c'è di vero? Mirtillo: cura naturale per gi occhi Il mirtillo è noto elemento che spesso viene associato agli occhi anche nella cultura popolare da tempo. I composti botanici e gli estratti dalle piante è noto che possano essere utili in alcune patologie oculari come cataratta, diabete, congiuntiviti, blefariti, occhio secco. Naturalmente...

VItamina B e dolore occhio secco

Vitamina B e dolore oculare L'occhio secco  è una malattia multifattoriale della superficie oculare, caratterizzata dalla perdita dell'omeostasi del film lacrimale, con conseguenti sintomi dovuti alla sua instabilità, quali bruciore, senso di corpo estraneo e dolore. Dell'occhio secco e delle sue cause ne parliamo diffusamente QUI. Occhio secco e dolore Come già descritto nel relativo articolo (disponibile QUI) il dolore viene trasmesso dagli assoni periferici del nervo Trigemino, innervanti la congiuntiva e la cornea, che è uno dei tessuti più densi di noicicettori (recettori del dolore),...

Euphrasia cura naturale per gli occhi

 Euphrasia Officinalis la cura naturale degli occhi Euphrasia, conosciuta anche come "erba degli occhi", è una pianta utilizzata nella medicina tradizionale per trattare una varietà di disturbi oculari, tra cui congiuntivite, blefarite e occhi stanchi. I suoi composti attivi, come i flavonoidi e i tannini, hanno proprietà antinfiammatorie e astringenti che possono aiutare a ridurre infiammazioni e irritazioni agli occhi.   Curare gli occhi con la natura: i rimedi naturali per gli occhi I composti botanici e gli estratti dalle piante possono essere utili in alcune patologie oculari come...

Cure e rimedi naturali per il vitreo: vitamine e antiossidanti

  Cure naturali e rimedi per le miodesopsie e il vitreo. Ci sono cure e rimedi naturali che possono essere utili per le miodesopsie, i corpi mobili del vitreo e il distacco del vitreo. Il vitreo è un contenitore di antiossidanti, per cui integrando questo tipo di sostanze se ne potrebbe avere grande beneficio. Miodesopsie e antiossidanti. Perché è difficile guarire dalle miodesopsie.  Torniamo a parlare di cause miodesopsie, corpi mobili vitreali, e distacco del vitreo. In particolare accenniamo  un tema piuttosto importante, ovvero se gli antiossidanti e gli integratori sono utili nelle...

Alimentazione microbiota intestinale e salute degli occhi

 ALimentazione, microbiota, occhi: oculistica nutrizionale.La salute degli occhi dalla dieta al microbiota passandoper la medicina naturale  La relazione tra alimentazione, microbiota, intestino e occhi:La modulazione del microbiota intestinale,tramite la medicina naturale e la correzione dietetica.La salute degli occhi è regolata anche dall'intestino.Alimentazione e occhi In questo sito trovate numerosi articoli su nutrizione e dieta, alimentazione, elementi naturali, probiotici e prebiotici, e occhio. La visione dell'oculistica multidisciplinare, che trovate descritta QUI, considera...

Traumi agli occhi (lesioni da petardi)

Come sempre in questo periodo le raccomandazioni inerenti l'uso dei petardi e botti non sono mai abbastanza! traumi agli occhi da petardi Come di consueto raccomandiamo l'uso con massima cautela di botti e petardi. Le parti più esposte a lesioni sono mani e viso, in particolare gli occhi. I traumi oculari sono la terza parte del corpo, dopo mani e piedi, coinvolta in trauma.  Piuttosto gravi, possono dare anche lesioni permanenti, gravi e invalidanti, fino alla perdita della vista nell'occhio colpito. Il trauma agli occhi può essere diretto, ovvero l'occhio viene colpito da un frammento...

Dott. Alberto Lanfernini – Oculista
Faenza – Ravenna

Dot. Lanfernini Alberto

Dott.ssa Annalisa Moscariello – Oculista
Ravenna – Faenza

Dott.ssa Annalisa Moscariello Oculista