Affatticamento visivo da pc
La Vision computer syndrome

Affaticamento visivo e  Sindrome da Visione al computer, VISION COMPUTER SYNDROME
nota come Digital Eye Strain (DES) o affaticamento visivo digitale.

 Introduzione alla sindrome da visione al computer

L’affaticamento visivo e degli occhi dovuto all’uso del computer è un problema comune nella società moderna. Molti di noi trascorrono gran parte della giornata al computer, il che può portare a una serie di disturbi visivi. Questi disturbi possono influire sulla produttività sul lavoro e sulla qualità della vita in generale. In questo articolo, esploreremo i fattori che contribuiscono all’affaticamento visivo e agli occhi dal computer, così come alcune strategie per prevenirlo.

La Sindrome da Visione al computer, VISION COMPUTER SINDROME, è una patologia comune tra coloro che trascorrono molte ore al computer. Questo disturbo può causare una serie di sintomi visivi che possono influire negativamente sulla salute degli occhi e sulla qualità della vita del paziente.

Disturbi da VSC

La sigla VSC sta per “Visione al Computer” e si riferisce ai disturbi visivi associati all’uso prolungato del computer e dei dispositivi elettronici. Ecco un elenco dei principali disturbi della VSC (click sul sintomo per approfondimenti):

  • Affaticamento degli occhi: sensazione di stanchezza e pesantezza agli occhi, spesso accompagnata da arrossamento, bruciore o prurito.
  • Secchezza oculare: sensazione di secchezza, bruciore o irritazione degli occhi, causata dalla ridotta lubrificazione degli occhi durante l’uso del computer.
  • Visione offuscata:difficoltà a vedere nitidamente, sfocamento o perdita di chiarezza della visione durante o dopo l’uso prolungato del computer.
  • Mal di testa: cefalea causata da tensione muscolare e affaticamento degli occhi.
  • Dolore al collo e alle spalle: contratture muscolari dovute alla postura scorretta assunta durante l’uso del computer.
  • Disturbi del sonno:luce blu emessa dai monitor dei computer e dei dispositivi elettronici può disturbare il ciclo del sonno, causando insonnia o ridotta qualità del sonno.
  • Problemi di messa a fuoco: difficoltà a mettere a fuoco gli oggetti a diverse distanze, causata dalla continua messa a fuoco sullo schermo del computer.
  • Astenopia: una condizione che causa dolore oculare, mal di testa, affaticamento oculare e distorsione della visione durante la lettura o l’uso del computer.
  • Fotofobia: una condizione in cui gli occhi sono sensibili alla luce, causando dolore oculare, mal di testa eccessivo o fastidio alla vista.
  • Problemi di convergenza: difficoltà a coordinare gli occhi per vedere un’immagine singola, causata dalla posizione del monitor del computer o dalla postura scorretta.
  • Blefarospasmo e tremori palpebrali. 

La sindrome da visione al computer può anche essere causata dall’uso prolungato dei telefoni cellulari e dei dispositivi mobili, poiché richiedono anche una messa a fuoco prolungata e una postura scorretta del collo. L’uso frequente di dispositivi mobili può causare affaticamento degli occhi, secchezza oculare, mal di testa, problemi di messa a fuoco e visione offuscata, simili ai sintomi della VSC associati all’uso del computer.

Inoltre, i telefoni cellulari emettono anche luce blu che può disturbare il ciclo del sonno e causare problemi di sonno. Pertanto, l’uso prolungato dei dispositivi mobili può portare a disturbi visivi e del sonno simili a quelli causati dall’uso prolungato del computer.

È importante adottare misure preventive per ridurre i rischi di sviluppare la sindrome da visione al computer, anche per l’uso dei dispositivi mobili.  Di seguito vedremo le misure per prevenire la vision computer syindrom.

Leggi anche:

 La posizione del monitor

La posizione del monitor del computer può influire sulla sindrome da visione al computer. È importante posizionare il monitor in modo che gli occhi del paziente siano all’altezza del bordo superiore dello schermo. In questo modo, il paziente non dovrà inclinare la testa o il collo in avanti per vedere lo schermo.

 La luminosità dello schermo

La luminosità dello schermo del computer può causare un’irritazione agli occhi e può anche contribuire alla sindrome da visione al computer. È importante regolare la luminosità dello schermo in modo che non sia né troppo luminoso né troppo scuro.

 La temperatura dei colori dello schermo

La temperatura dei colori dello schermo del computer può anche influire sulla sindrome da visione al computer. La luce blu emessa dallo schermo può causare affaticamento oculare e disturbi del sonno. Alcuni monitor hanno la funzione “modalità notturna” che riduce la quantità di luce blu emessa dallo schermo.

La distanza tra gli occhi e lo schermo

La distanza tra gli occhi del soggetto e lo schermo del computer può influire sulla sindrome da visione al computer. È importante mantenere una distanza di almeno 50-60 cm tra gli occhi del paziente e lo schermo del compute

 La postura del corpo

La postura del corpo può influire sulla sindrome da visione al computer. È importante mantenere una postura corretta durante l’utilizzo del computer. Il soggetto  dovrebbe sedersi con la schiena dritta e i piedi appoggiati saldamente a terra.

La pausa visiva

Le pause visive possono aiutare a prevenire la sindrome da visione al computer. È importante fare pause frequenti e guardare in lontananza ogni 20-30 minuti. Questo permette ai muscoli oculari di rilassarsi e di evitare l’affaticamento degli occhi.

 L’utilizzo di occhiali riposanti

Gli occhiali possono aiutare a prevenire la sindrome da visione al computer. I pazienti che hanno problemi di vista dovrebbero indossare gli occhiali prescritti dal loro medico oculista durante l’utilizzo del computer.

Leggi anche:

L’illuminazione della stanza

L’illuminazione della stanza può influire sulla sindrome da visione al computer. È importante avere una buona illuminazione nella stanza in cui si utilizza il computer. Inoltre, la luce deve essere posizionata in modo da non creare riflessi sullo schermo del computer.

La visita oculistica regolare

Una visita oculistica regolare può aiutare a prevenire e diagnosticare eventuali problemi visivi, inclusa la sindrome da visione al computer. I pazienti dovrebbero sottoporsi a un esame oculistico almeno una volta all’anno per verificare la loro salute visiva. Inoltre, coloro che trascorrono molte ore al computer dovrebbero informare il loro medico oculista sull’uso prolungato del computer.

Curiosita’ sulla VSC

Ecco alcune altre curiosità sulla sindrome da visione al computer (VSC) che potrebbero interessarti:

  • Secondo alcuni studi, le persone che utilizzano dispositivi elettronici durante la notte hanno maggiori probabilità di sviluppare la VSC a causa del disturbo del sonno che ne deriva. Si consiglia di evitare l’uso di dispositivi elettronici almeno un’ora prima di coricarsi.
  • La secchezza oculare è uno dei sintomi più comuni della VSC e può essere causata da diversi fattori, come l’aria secca, l’uso di lenti a contatto o la mancanza di lacrime. Si consiglia di utilizzare colliri lubrificanti per alleviare la secchezza oculare.
  • I filtri per lo schermo del computer sono progettati per ridurre l’affaticamento degli occhi e migliorare la qualità dell’immagine, ma potrebbero non essere efficaci nella prevenzione della VSC. Si consiglia di utilizzare anche altre misure preventive, come l’adozione di una postura corretta e l’assunzione di frequenti pause durante l’uso del computer.
  • La VSC può essere associata anche ad altri sintomi come la sindrome del tunnel carpale, una condizione che causa dolore e intorpidimento alle mani e ai polsi a causa della ripetizione di movimenti come l’uso del mouse e della tastiera.
  • L’uso di dispositivi elettronici può anche influire sulla produzione di melatonina, un ormone che regola il sonno. La luce blu emessa dai dispositivi elettronici può interrompere la produzione di melatonina e causare problemi di sonno.
  • In alcuni casi, la VSC può essere associata anche a problemi di salute mentale come ansia e depressione. L’uso prolungato del computer può causare isolamento sociale e ridurre l’interazione sociale, aumentando il rischio di sviluppare problemi di salute mentale.

Leggi anche:

Colliri per occhi affaticati

Ci sono diversi colliri che possono aiutare a ridurre i sintomi della VSC. Ecco alcuni esempi:

  1. Colliri lubrificanti: questi colliri aiutano a idratare gli occhi e a ridurre la secchezza o la bruciore che possono essere causati dall’uso prolungato del computer. Alcuni esempi di colliri lubrificanti includono il Systane, il Refresh Tears e l’Optive.
  2. Colliri antinfiammatori: questi colliri possono aiutare a ridurre l’infiammazione degli occhi e la sensazione di prurito o bruciore. Alcuni esempi di colliri antinfiammatori includono il Ketorolac e l’Ocufen.
  3. Colliri antistaminici: questi colliri aiutano a ridurre la reazione allergica degli occhi che può causare bruciore e prurito. Alcuni esempi di colliri antistaminici includono il Ketoftil, il Reluviz e il Ketazed.

Leggi anche:

Fitoterapia per occhi affaticati e computer vision syndrome

Ci sono alcune erbe e piante che possono essere utilizzate per alleviare i sintomi di affaticamento visivo causati dall’uso prolungato del computer. Tuttavia, è importante sottolineare che le cure fitoterapiche non sono state sottoposte alla stessa rigorosa valutazione scientifica dei farmaci, quindi è importante consultare un medico o un esperto di erboristeria prima di utilizzarle.

Ecco alcune erbe e piante che possono essere utilizzate per alleviare l’affaticamento visivo:

  1. Euphrasia: l’Euphrasia è comunemente conosciuta come “l’occhio dell’erbaiolo” a causa della sua tradizionale utilità per il trattamento di disturbi oculari. Può essere utilizzata per alleviare l’affaticamento degli occhi e ridurre la secchezza oculare.
  2. Camomilla: la camomilla è conosciuta per le sue proprietà calmanti e può essere utilizzata per ridurre l’infiammazione degli occhi e lenire l’affaticamento oculare.
  3. Mirtillo: il mirtillo è noto per le sue proprietà antiossidanti e può essere utilizzato per migliorare la circolazione sanguigna negli occhi e ridurre l’affaticamento visivo.
  4. Ginkgo biloba: il Ginkgo biloba è noto per migliorare la circolazione sanguigna e può essere utilizzato per ridurre l’affaticamento visivo e migliorare la memoria e la concentrazione.
  5. Aloe vera: l’aloe vera è noto per le sue proprietà lenitive e può essere utilizzato per ridurre l’infiammazione degli occhi e alleviare l’affaticamento oculare.

È importante sottolineare che le erbe e le piante possono avere effetti collaterali o interagire con altri farmaci, quindi è importante consultare un medico o un esperto di erboristeria prima di utilizzarle.

Leggi anche:

Metodi naturali per ridurre l’affaticamento visivo e  la vision computer syndrome

Ecco alcuni metodi diversi dal solito per disintossicarsi dal PC e ridurre l’affaticamento da lavoro in ufficio e al pc:

  1. Meditazione: La meditazione può essere un ottimo modo per rilassare la mente e gli occhi. Cerca di meditare per almeno 10-15 minuti al giorno, magari al mattino o alla sera, per ridurre lo stress e la tensione degli occhi.

  2. Yoga degli occhi: Esistono alcune pratiche di yoga degli occhi che possono aiutare a rilassare gli occhi e migliorare la loro salute. Ad esempio, puoi provare a ruotare gli occhi in senso orario e antiorario, o a fissare un oggetto distante per alcuni secondi e poi uno vicino per altri pochi secondi.

  3. Terapia del colore: La terapia del colore è una tecnica che prevede l’utilizzo di colori per curare alcuni disturbi, tra cui quelli degli occhi. Puoi provare ad utilizzare colori come il blu o il verde per creare un ambiente rilassante e ridurre la tensione degli occhi.

  4. Aromaterapia: L’aromaterapia prevede l’utilizzo di oli essenziali per rilassare mente e corpo. Alcuni oli essenziali, come la lavanda o il rosmarino, possono aiutare a ridurre la tensione degli occhi e migliorare la loro salute.

  5. Massaggio degli occhi: Puoi provare a massaggiare delicatamente la zona intorno agli occhi per ridurre la tensione e migliorare la circolazione sanguigna. Utilizza la punta delle dita e fai dei movimenti circolari partendo dalle tempie fino alla zona intorno agli occhi.

Conclusioni

In conclusione, la sindrome da visione al computer è un problema comune tra coloro che trascorrono molte ore al computer. Tuttavia, ci sono molti modi per prevenire questo disturbo, inclusa la posizione del monitor, la luminosità dello schermo, la distanza tra gli occhi e lo schermo, la postura del corpo, le pause visive, l’utilizzo di occhiali, l’illuminazione della stanza e le visite oculari regolari. In sintesi:

  • La VSC non è una malattia, ma un insieme di sintomi causati dall’uso prolungato del computer e dei dispositivi elettronici.
  • La VSC è stata identificata per la prima volta negli anni ’90, quando l’uso dei computer era sempre più diffuso.
  • La VSC è più comune tra le persone che trascorrono più di due ore al giorno davanti al computer.
  • La VSC può essere causata da diversi fattori, tra cui l’affaticamento degli occhi, la secchezza oculare, la postura scorretta e la luce blu emessa dai dispositivi elettronici.
  • La luce blu emessa dai dispositivi elettronici può anche influire sul ciclo del sonno e causare problemi di sonno.
  • I sintomi della VSC includono affaticamento degli occhi, secchezza oculare, mal di testa, visione offuscata e problemi di messa a fuoco.
  • La VSC può essere prevenuta adottando alcune misure preventive, come l’assunzione di frequenti pause durante l’uso del computer, l’adozione di una postura corretta e l’uso di lenti a contatto o occhiali che proteggono gli occhi dalla luce blu.
  • In alcuni casi, potrebbe essere necessario cercare assistenza medica se i sintomi della VSC persistono o peggiorano.
  • Esistono anche alcuni esercizi per gli occhi che possono aiutare a prevenire e alleviare i sintomi della VSC.
  • Alcuni studi suggeriscono che l’uso di schermi elettronici può aumentare il rischio di miopia, soprattutto nei bambini e negli adolescenti.

 Seguendo questi consigli, i pazienti possono ridurre il rischio di sviluppare la sindrome da visione al computer e mantenere la salute dei loro occhi.

Leggi anche:

Blefariti, orzaioli e calazi cura e prevenzione

cure di blefariti, orzaioli, calaziosi ricorenti (cosa fare e come curarli) Blefariti e calazi, cura e prevenzione. Alimentazione  e dieta per blefariti.Spesso le blefariti e le blefarocongiuntiviti sono associate a calazi e a malattie della pelle come la rosacea o dermatiti. Inoltre l'intestino e la disbiosi intestinale sono un fattore che entra nella patogenesi delle blefariti.La cura delle blefariti dunque è complessa. Cura e prevenzione delle blefariti e dei calazi Blefariti e calazi, processi infiammatori delle ghiandole lacrimali palpebrali, affliggono molte persone. In questo articolo...

Ciclosporina in Vernal e Occhio Secco (dry eye)

La ciclopsorina collirio come terapia nelle Cheratocongiuntiviti Vernal e NELLA SINDROME DA OCCHIO SECCO Il collirio a base di ciclosporina è una ottima soluzione per alcune malattie oculari, come la sindrome da occhio secco, la vernal cheratocongiuntivite (VKC) la rosacea oculare. Si tratta di un collirio galenico, cioè preparato da alcune farmacie direttamente, anche se ora è presente un costosissimo (per l'ssn) preparato commerciale la cui prescrizione è possibile solo in reparti ospedalieri. Di seguito andiamo a capire di cosa parliamo analizzando la ciclosporina collirio più da vicino....

Autosiero (collirio con siero autologo)

L'autosiero contro l'occhio seccosiero autologo e siero eterologo collirio In questo articolo parleremo dell'autosiero (o siero collirio autologo), un derivato del sangue (emocomponente) molto utile per la terapia di alcune condizioni patologiche della superficie oculare. Siero collirio Il siero autologo, chiamato anche autosiero, è uno speciale collirio ottenuto tramite la centrifugazione del proprio sangue (che viene normalmente prelevato come per gli esami di laboratorio ematici), e contiene diversi fattori di crescita, tra cui fibronectina e vitamine che contribuiscono all’integrità...

Stenosi e ostruzione vie lacrimali

ostruzione e stenosi vie lacrimali Le vie lacrimali sono dei piccoli canalini deputati al drenaggio delle lacrime. Una volta infatti prodotte dalle ghiandole lacrimali, principale e accessorie, le lacrime, dopo avere eseguito le loro funzioni, vengono allontanate dalla superficie oculare attraverso questi canali, sia con meccanismo passivo, quindi per gravità, sia con meccanismo attivo, attraverso il pompaggio dell'ammiccamento delle palpebre. Leggi anche: Lavaggio canale lacrimale Cosa succede se si chiudono le vie lacrimali Le vie lacrimali a volte si possono chiudere, restringere, o...

Difetti di vista: miopia, ipermetropia, astigmatismo e presbiopia

 I difetti visivi sono quattromiopia ipermetropia astigmatismo e presbiopia Difetti di vista: miopia, ipermetropia, astigmatismo e presbiopia. Cosa sono e come si correggono. Cosa sono i difetti di vista I difetti di vista sono condizioni in cui l'occhio è incapace di fare convogliare le immagini nitidamente sulla retina, per difetti di messa  a fuoco, detti difetti refrattivi. Uno dei motivi più frequenti di visite oculistiche, sia nei bambini che negli adulti, è la percezione di non vedere bene. Questo può accadere per tanti motivi oltre i difetti di vista, per esempio cataratte,...

Collirio alla ciclosporina per rosacea oculare

  Ciclosporina collirio per  rosacea oculare La rosacea oculare è una patologia infiammatoria cronica che risponde bene alla ciclosporina collirio che si usa anche in vernal keratocongiuntivite e occhio secco.   La ciclosporina collirio per la rosacea oculare Di Rosacea oculare abbiamo già parlato in altre pagine, tra le quali: Rosacea oculare Rosacea oculare e blefariti per cui riassumiamo alcuni concetti per arrivare a parlare di un ottimo collirio per rosacea, la ciclosporina, che costituisce un rimedio di II livello per i casi resistenti alle altera terapie. La ciclosporina è anche...

Alimentazione microbiota intestinale e salute degli occhi

 ALimentazione, microbiota, occhi: oculistica nutrizionale.La salute degli occhi dalla dieta al microbiota passandoper la medicina naturale  La relazione tra alimentazione, microbiota, intestino e occhi:La modulazione del microbiota intestinale,tramite la medicina naturale e la correzione dietetica.La salute degli occhi è regolata anche dall'intestino.Alimentazione e occhi In questo sito trovate numerosi articoli su nutrizione e dieta, alimentazione, elementi naturali, probiotici e prebiotici, e occhio. La visione dell'oculistica multidisciplinare, che trovate descritta QUI, considera...

Rosacea oculare

  Rosacea oculare La rosacea oculare è una patologia infiammatoria cronica che colpisce gli occhi e la regione perioculare, spesso associata alla rosacea cutanea.Vediamo cause, cure, e rimedi naturali per la rosacea oculare. Introduzione: la rosacea La rosacea oculare è una patologia infiammatoria cronica che colpisce gli occhi e le palpebre. Si manifesta spesso in associazione alla rosacea cutanea e può causare sintomi come bruciore, arrossamento, prurito, secchezza oculare e sensazione di corpo estraneo nell'occhio. Cause di rosacea oculare La causa precisa della rosacea oculare non è...

Lenti a contatto pediatriche per bambini

Lenti a contatto pediatriche La lente a contatto per bambini è una ottima soluzione che trova molte applicazione   e può avere molti vantaggi. Lenti a contatto pediatriche per bambini Le lenti a contatto sono un'opzione popolare per molte persone che vogliono correggere la loro vista senza dover indossare occhiali. Anche i bambini possono trarne beneficio e le lenti a contatto pediatriche sono una scelta sicura ed efficace per i più piccoli. Le lenti a contatto pediatriche sono progettate appositamente per i bambini e si adattano meglio ai loro occhi in crescita. Anche se l'utilizzo delle...

Occhi che lacrimano bambini e adulti

Occhi che lacrimano  Quando gli occhi iniziano a lacrimare, può essere un fastidio costante. Le lacrime sono un meccanismo di difesa naturale del nostro corpo per proteggere gli occhi, ma a volte il loro eccesso può causare irritazione, rossore e visione offuscata. In questo articolo, esploreremo le cause dei lacrimazione e cosa si può fare per alleviare il problema. Anatomia degli occhi Per capire perché gli occhi possono lacrimare, è importante conoscere la loro anatomia. Gli occhi sono organi complessi composti da diverse parti, tra cui la cornea, la pupilla, la retina e la ghiandola...

Cause miodesopsie – corpi mobili – distacco posteriore vitreo

Vitreo e corpi mobili vitreali.Miodesopsie e antiossidantiFisica chimica e biologia vitreale  Il corpo vitreo trasparente, che occupa circa l'80% del volume dell'occhio, è carico di numerosi antiossidanti enzimatici e non enzimatici che potrebbero proteggere l'occhio dallo stress ossidativo e dalle malattie. L'invecchiamento è associato alla degenerazione della struttura vitrea e alla riduzione della sua capacità antiossidante. Un numero crescente di prove suggerisce che questi cambiamenti legati all'età possono essere il precursore di numerose vitreo-retinopatie indotte da stress...

Bibliografia

  1. Blehm C, Vishnu S, Khattak A, et al. Computer vision syndrome: a review. Surv Ophthalmol. 2005;50(3):253-262.

  2. Sheppard AL, Wolffsohn JS. Digital eye strain: prevalence, measurement and amelioration. BMJ Open Ophthalmol. 2018;3(1):e000146.

  3. Gowrisankaran S, Sheedy JE. Computer vision syndrome: a review of causes and potential treatments. Ophthalmic Physiol Opt. 2015;35(3): 226-238.

  4. Kim KW, Park YH, Choi HG, et al. The risk factors for visual fatigue among VDT users. Korean J Ophthalmol. 2017;31(4): 319-326.

  5. Rosenfield M, Gilmartin B. Accommodation and vergence requirements for computer use. Optom Vis Sci. 1999;76(7): 436-444.

  6. Momeni-Moghaddam H, Sheikhzadeh M, Molavi P. The relationship between computer use and eye symptoms in Iranian university students. J Res Med Sci. 2013;18(6): 494-497.

  7. Rajeswari S, Sambath KR. Prevalence of computer vision syndrome and its impact on ocular morbidity in a rural area of Chennai. Indian J Ophthalmol. 2017;65(12): 1309-1314.

  8. Bali J, Navin N, Thakur BR, et al. Computer vision syndrome: a study of the knowledge, attitudes and practices in Indian ophthalmologists. Indian J Ophthalmol. 2007;55(4): 289-294.

  9. Shantakumari N, Eldeeb R, Sreedharan J, et al. Computer use and vision-related problems among university students in Ajman, United Arab Emirates. Ann Med Health Sci Res. 2014;4(2): 258-263.

  10. Sultana A, Rahman T, Ahmed S, et al. Prevalence of computer vision syndrome and its associated factors among undergraduate medical students of Dhaka city. Bangladesh J Med Sci. 2018;17(4): 578-584.

  11. Turgut B, Akçam HT, Kurt S. Evaluation of the computer vision syndrome in university students who use computers for a long time. Healthmed. 2012;6(5): 1517-1522.

  12. Nakamura K, Shimai S, Tanaka M, et al. Relationship between duration of daily VDT use and subjective symptoms. Am J Ind Med. 2002;42(5): 421-426.

  13. Sahu A, Sahoo SK, Panda JB, et al. Computer vision syndrome and associated factors among computer users in a tertiary care centre in Odisha. J Family Med Prim Care. 2020;9(2): 893-898.

  14. Bener A, Al-Mansori Z, Al-Hamaq AO. Prevalence of depression, anxiety and their comorbidity among primary care physician consulters in Qatar: a cross-sectional study. BMJ Open. 2019;9(7): e028122.

  15. Reddy SC, Low CK, Lim YP, et al. Computer vision syndrome: a study of knowledge and practices in university students. Nepal J Ophthalmol.

Dott. Alberto Lanfernini – Oculista
Faenza – Ravenna –

Dot. Lanfernini Alberto

Dott.ssa Annalisa Moscariello – Oculista
Ravenna – Faenza –

Dott.ssa Annalisa Moscariello Oculista