Occhio secco e vitamina D

L’occhio secco è una patologia oculare sempre più diffusa, ma forse non tutti sanno che anche la carenza di vitamina D potrebbe essere correlata alla sua insorgenza.

 Cos’è l’occhio secco

L’occhio secco, una malattia multifattoriale descritta a fondo QUI, risponde, oltre che alle terapie locali con colliri a base di cortisonici, antinfiammatori, autosiero, ciclosporina e lacrime artificiali, anche all’alimentazione; in altri articoli, abbiamo già affrontato più volte questi temi. Dopo aver parlato della Vitamina B e degli effetti sull’occhio secco specialmente sul dolore neuropatico, vediamo oggi qualche studio in letteratura riguardo vitamina D e occhio secco. In altra pagina abbiamo visto l’associazione tra occhio secco e osteoporosi (clicca qui per leggere l’articolo).

Leggi anche:

Occhio secco e Vitamine

Come più volte affermato e dimostrato, le vitamine, insieme ad altri nutrienti, sono efficaci protettori degli occhi. L’occhio secco in particolare risponde all’alimentazione corretta, alla integrazione di alimenti naturali e di vitamine. La base per una condizione generale di salute di tutto l’organismo sembra essere sempre l’alimentazione, anche tramite l’influenza che essa ha sul microbiota intestinale, come abbiamo discusso qui. DI Vitamina D e occhi in generale abbiamo già parlato in altra pagina (qui).

Leggi anche:

Vitamina D e occhio secco

La vitamina D, liposolubile, viene sintetizzata per lo più dal nostro organismo  attraverso l’assorbimento dei raggi solari durante l’esposizione della pelle. La vitamina D ottenuta dall’esposizione solare o attraverso la dieta è presente in una forma biologicamente non attiva e deve subire trasformazioni per essere trasformata nella forma biologicamente attiva, il calcitriolo. E’ un fondamentale regolatore del metabolismo del calcio e modula la calcificazione delle ossa. Ci sono due forme di vitamina D principalmente: l’ergocalciferolo (D2) di provenienza vegetale, e il colecalciferolo (D3), sintetizzato dagli animali. Essa ha numerosissimi effetti sull’organismo: ne citeremo soltanto alcuni per forza di cose, non essendo argomento di questo articolo. La carenza di Vitamina D, come è noto, può portare a osteoporosi (qui parliamo di occhio secco e legame con l’osteoporosi), e, forse meno noto, pare associata anche alla depressione (se come causa o conseguenza non è noto) (1). Le meta-analisi, invece, di studi randomizzati hanno dimostrato che i marker di rischio di malattie cardiovascolari, come parametri lipidici, marker di infiammazione, pressione sanguigna e rigidità arteriosa, non sono in gran parte influenzati dalla supplementazione di vitamina D (2).

Leggi anche:

Vitamina D e infezioni

Nel complesso,  i dati suggeriscono che i livelli della vitamina D sono correlati alla sensibilità alle infezioni e alle malattie autoimmuni, mentre il rischio di malattie atopiche è meno evidente (3). Un legame tra il sistema endocrino della vitamina D e il sistema immunitario è altamente plausibile; i dati accumulati fino ad oggi indicano che un basso stato di vitamina D aumenta il rischio di infezioni delle vie respiratorie superiori e che la carenza di vitamina D durante i primi anni di vita predispone il sistema immunitario a un rischio successivo più elevato di malattie autoimmuni o allergie. (3). I metaboliti della vitamina D sono più di 50 e i dati sono tantissimi! (3). E’ in corso quindi un dibattito sul fatto che la vitamina D debba essere trattata solo come integratore, come profilassi o come terapia di numerose malattie, cancro compreso. (4)

Vitamina D e occhi

Poiché esistono vari studi che associano occhio secco e carenza di vitamina D, ultimamente questo aspetto è in via di profonda valutazione (7). Un recente studio (5) sull’occhio secco e la vitamina D ha correlato l’associazione tra livelli sierici di Vitamina D e i sintomi di occhio secco. I partecipanti sono stati sottoposti a integrazione di vitamina D per 2 mesi e valutati con i test lacrimali (shirmer, but, altezza menisco, fluorescina, staining corneale, eccetera) e l’ocular surface index. Sono stati, inoltre, raccolti campioni di sangue per l’analisi sierica della vitamina D e per i livelli di interleuchina-6 (IL-6). Questa interleukina è un marker infiammatorio, come ben descritto nella videopresentazione su disbiosi e malattie oculari in cui si parla anche delle interleukine infiammatorie. Le conclusioni di questo studio sono state che bassi livelli di vitamina D (<50 nmol / l) sono stati associati ai sintomi dell’occhio secco negli individui più anziani ma non in quelli con diagnosi di occhio secco.

 L’integratore di vitamina D ha aumentato i livelli di vitamina D e migliorato i sintomi dell’occhio secco, la qualità delle lacrime e le condizioni della superficie oculare.

Leggi anche:

Vitamina D e lacrime artificiali

Un altro studio del 2019 (6) ha dimostrato che l’effetto di  lacrime artificiali topiche dipendeva dai livelli sierici di 25HD (idrossivitamina D). L’integrazione di colecalciferolo ha migliorato l’efficacia del trattamento topico e, quindi, potrebbe essere un’utile terapia adiuvante per i pazienti con sindrome da occhio secco refrattaria ai lubrificanti topici somministrati isolatamente.

Leggi anche:

Ciclosporina occhio secco e vitamina D

Tra i trattamenti dell’occhio secco ricordiamo l’autosiero (clicca QUI) la ciclosporina in collirio ( descritta in questo articolo, QUI).

Ricordiamo soltanto che la ciclosporina-A (CsA) 0,05% è un composto immunomodulatore topico con proprietà antinfiammatorie benefiche nel trattamento dell’occhio secco a causa dei suoi effetti sull’infiammazione subcongiuntivale e delle ghiandole lacrimali, con conseguente aumento della produzione lacrimale e congiuntivale densità delle cellule caliciformi.

Uno studio del 2020 ha valutato l’associazione tra ciclosporina 0,05% somministrata in collirio insieme a lacrime artificiali unitamente alla integrazione di vitamina D, 2000 UI di vitamina D attraverso spray orale una volta al giorno per 3 mesi. Il risultato di questo studio è che l’associazione tra colliri e integrazione di vitamina D ha migliorato notevolmente il quadro clinico e la sintomatologia rispetto alla somministrazione di colliri soltanto. Gli autori quindi suggeriscono di integrare, tramite spray, la vitamina D in pazienti con occhio secco carenti di vitamina D. Del resto, un altro studio del 2020 (8) pare aver trovato una correlazione tra la deficienza di livello sierico di 25(OH)D3 e gravità dei sintomi dell’occhio secco in pazienti con s. di Sjogren.

Leggi anche:

occhio secco, radioiodio e vitamina D

In ultimo segnaliamo  questo studio (9), dove si è dimostrato che dopo la terapia con radioiodio, la somministrazione di Vitamina D ha ridotto notevolmente i danni infiammatori, dimostrando proprietà antiinfiammatorie, antiossidanti e radioprotettive importanti, su valutazioni istopatologiche, citochiniche tissutali sui livelli di antiossidanti. Per cui chi si deve sottoporre a queste terapie dovrebbe pensare di integrare questa vitamina.

Leggi anche:

occhio secco, disbiosi oculare, microbiota e vitamina D

La vitamina D è nota per il suo ruolo nella salute ossea, ma sempre più evidenze suggeriscono che possa anche avere un effetto positivo sulla salute degli occhi. Recenti studi hanno mostrato una correlazione tra carenza di vitamina D e aumentato rischio di sviluppare occhio secco. Inoltre, la vitamina D sembra avere un effetto benefico sul microbiota intestinale, che a sua volta influisce sulla salute del microbiota oculare e quindi sulla salute degli occhi.

Il microbiota oculare è stato recentemente identificato come un importante regolatore dell’omeostasi oculare e pertanto è importante mantenere un equilibrio salutare del microbiota oculare per prevenire malattie oculari come l’occhio secco. La disbiosi oculare si può oggi studiare. La combinazione di una dieta ricca di vitamina D e una corretta regolazione del microbiota intestinale può pertanto avere un impatto positivo sulla prevenzione dell’occhio secco e sulla salute degli occhi in generale. Attualmente è possibili analizzare il microbiota intestinale e il microbiota oculare con semplici test del microbiota oculare in ambulatorio a costi accessibili.

Leggi anche:

Alimentazione e salute degli occhi

Benché tutto questo dimostri effetti importanti della Vitamina D sull’occhio secco, non bisogna infine dimenticare l’effetto protettivo della dieta, come discusso ampiamente in questo articolo.  L’alimentazione sana e bilanciata è fondamentale, anche al fine di evitare di infiammare l’intestino, per non creare squilibri immunitari originati dal microbiota intestinale (QUI).

Leggi anche:

Occhio secco e integrazione vitamina D

Dai numerosi studi presenti in letteratura, ne abbiamo qui riportati alcuni, è evidente come la Vitamina D sia importante anche per gli occhi. Con l’oculista e il medico di base può esserne utile valutare l’integrazione, almeno periodica, per evitare fenomeni di tossicità da dosi elevate, come nausea, diarrea, calcificazione dei tessuti molli (sopra i 100ng/ml, e in letteratura descritti per dosi superiori a 40.000 unità giornaliere).
Non dimentichiamo anche le altre vitamine ovviamente, come scritto in altre pagine di questo sito, per questo insistiamo sempre sulla corretta e bilanciata alimentazione, ricca anche di antiossidanti naturali.

Leggi anche:

Principali fonti di vitamina D per occhio secco

Come sempre ricordiamo che non è compito dell’oculista fare il nutrizionista o dietologo; lasciamo a ognuno il suo. Possiamo certo dare qualche consiglio di massima, che, specialmente nei casi di gravità moderata/grave, non sostituisce un consulto di un professionista esperto in materia.

In linea di massima ricordiamo qui che la vitamina D è presente in alimenti di origine animale, come

  • trota e salmone,
  • sgombro,
  • pesce spada,
  • aringhe,
  • tonno,
  • tuorlo d’uovo,
  • latte.

Tra i vegetali ricordiamo

  • i funghi.

L’olio di fegato di merluzzo, infine, è una fonte storica di Vitamina D, insieme a vitamina A, ma non ha proprio un buon sapore.

Un esempio di dieta ricca di vitamina D é in questa pagina:

E’ importante sfruttare tutte le fondi di vitamina D. La luce solare contribuisce circa all’80% del fabbisogno, il resto viene assunto con la dieta. Se la disponibilità comunque è insufficiente, sono utili gli integratori.

Alimento Quantità cibo grammi Quantità vitamina D microgr
salmone e trota salmonata 100 11/16
pesce spada 100 14
sgombro 100 13,8
aringa sardine 100 4,5
uova 2 uova 2
tonno 100 1,7
latte 100 1,3
funghi 100 0,4
cioccolato fondente 100 2-5,5
 

 

 

Riferimenti bibliografici

(1) https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/31826364/

(2) https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/31519560/

(3) https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC6626501/

(4) https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC6337085/

(5) https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/28919183/

(6) https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/30531497/

(7) https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC7508137/

(8) https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/31868853/

(9) https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/30003810/ 

(10)  https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/35188874/

de Oliveira, D. L., Hirotsu, C., Tufik, S., & Andersen, M. L. (2017). The gut microbiome and its relation to insomnia. Frontiers in microbiology, 8, 2240.

Ding, Y., Zhang, F., & Song, Z. (2020). The role of gut microbiota in the pathogenesis of dry eye disease. Frontiers in cellular and infection microbiology, 10, 609325.

Nguyen, T. T. T., Manus, M. B., Singh, V. K., Gorvitovskaia, A., & Fofanov, Y. (2020). The gut and ocular microbiome: correlations and implications. Gut microbes, 12(1), 1701929.

Zhang, X., Wang, J., Li, L., Liu, H., & Zhang, X. (2021). The effect of vitamin D supplementation on dry eye: a meta-analysis and systematic review. Current Eye Research, 1-10.

Autosiero (collirio con siero autologo)

L'autosiero contro l'occhio seccosiero autologo e siero eterologo collirio In questo articolo parleremo dell'autosiero (o siero collirio autologo), un derivato del sangue (emocomponente) molto utile per la terapia di alcune condizioni patologiche...

Blefariti, orzaioli e calazi cura e prevenzione

cure di blefariti, orzaioli, calaziosi ricorenti (cosa fare e come curarli) Blefariti e calazi, cura e prevenzione. Alimentazione  e dieta per blefariti.Spesso le blefariti e le blefarocongiuntiviti sono associate a calazi e a malattie della pelle...

Ciclosporina in Vernal e Occhio Secco (dry eye)

La ciclopsorina collirio come terapia nelle Cheratocongiuntiviti Vernal e NELLA SINDROME DA OCCHIO SECCO Il collirio a base di ciclosporina è una ottima soluzione per alcune malattie oculari, come la sindrome da occhio secco, la vernal...

Alimentazione microbiota intestinale e salute degli occhi

 ALimentazione, microbiota, occhi: oculistica nutrizionale.La salute degli occhi dalla dieta al microbiota passandoper la medicina naturale  La relazione tra alimentazione, microbiota, intestino e occhi:La modulazione del microbiota...

campo visivo a cosa serve

Campo visivo Il campo visivo è un esame che si fa in numerose condizioni, dal glaucoma al mal di testa, dai traumi agli insulti vascolari. il Campo visivo a cosa serve e come si esegue Il campo visivo è un esame che serve per valutare la...

MIcrobioma oculare e microbiota oculare

  Il Microbioma Oculare: Un Ecosistema Unico nell'Organo della Vista Il microbioma oculare è l'insieme di microorganismi che vivono sulla superficie dell'occhio. Questo ecosistema è diverso dal microbiota oculare, che si riferisce alla totalità...

Blefariti e calazi: rimedi cure e terapie naturali

Rimedi per blefariti, orzaiolo, calaziosi Cure naturali e di sintesi per calazio e blefarite  In questa pagina parleremo di terapie naturali per calazio e blefariti come erbe, fitoterpia, probiotici, PEA.Inoltre affronteremo il tema  delle cure di...

Camomilla per occhi

Collirio camomilla e occhi L'uso della camomilla per gli occhi è stato a lungo considerato un rimedio popolare per alleviare l'irritazione e il rossore. In effetti, alcune ricerche suggeriscono che la camomilla potrebbe avere proprietà...

Lente a contatto che si attacca agli occhi: cosa fare

Cosa fare se la lente a contatto si attacca agli occhi A volte capita che le lenti a contatto si attacchino agli occhi e non si riescano a togliere facilmente.Perché le lenti a contatto si attaccano agli occhi e cosa fare per togliere una lente a...

Microbioma oculare e occhio secco

microbiota oculare e occhio secco Parliamo spesso di microbioma intestinale e suoi rapporti con le malattie oculari ma in recenti studi sono stati analizzati i cambiamenti del microbioma nella sindrome da occhio secco per valutare le differenze di...

Vernal Cheratocongiuntivite Cure, rimedi e terapie con ciclosporina

 Keratocongiuntivite Vernal (VKC).Terapie, cure e rimedi possibiliLa ciclosporina collirio La Vernal keratocongiuntivite una volta identificata necessita di cure specifiche.La ciclosporina è un ottimo rimedio, ma non l'unico. Chi colpisce la vernal...

Lenti a contatto microbiota oculare

le lenti a contatto alterano il microbiota oculare Il microbiota è la comunità di batteri che vive in un luogo. Anche la superficie oculare ha un suo proprio microbiota, che deve rimanere in equilibrio con il sistema immunitario dell'organismo....

Polvere negli occhi. Cosa fare, come toglierla

Cosa fare se entra polvere negli occhi Cosa fare e come rimuovere la polvere dagli occhi o un granello di sabbia dall'occhio.Cosa non fare in caso di polvere che entra ngeli occhi.Pulire e lavare gli occhi dalla polvere con rimedi naturali. Indice...

Tamponi oculari a cosa servono

  Tamponi oculari Pcr per cheratiti e blefaroconiguntiviti: a cosa servono Il tampone oculare (o tamponi oculari) a cosa serve nelle cheratiti e blefaroconiguntiviti ? Il tampone rappresenta un importante strumento diagnostico utilizzato in...

Luteina e Zeaxantina: cure naturali per occhi e macula

Luetina e Zeaxastina I composti botanici e gli estratti dalle piante sappiamo che possono essere utili in alcune patologie oculari come cataratta, diabete, congiuntiviti, blefariti, occhio secco.  Questa pagina, dunque, parlerà di un paio di...

cataratta giorno dell’intervento

Come si svolge l'intervento di cataratta   cosa succede il giorno dell'intervento di cataratta Dopo aver letto cosa fare nei giorni precedenti  l'intervento di cataratta, e prima di leggere le norme di comportamento da tenere i giorni...

3-congiuntiviti alimentari

Congiuntiviti alimentariCongiuntivite da sostanze contenute negli alimenti Le congiuntiviti possono essere scatenate da sostanze presenti negli alimenti (congiuntiviti alimentari), non solo per le persone allergiche ma anche a soggetti non...

Disbiosi oculare: quando il microbiota degli occhi si altera

Disbiosi oculare, quando il microbioma oculare si altera La disbiosi oculare è l'alterazione del microbiota dei nostri occhi che può portare a occhi rossi, gonfi e altri disturbi. I testtamponi oculari PCRe i Test per il microbiota ocularesono disponibili nel seguente sito https://pcr4eye.it Clik...

Migliori vitamine per gli occhi

Migliori vitamine per gli occhi  Le migliori vitamine per gli occhi per preservare la salute degli occhi. Per  mantenere una buona vista nel tempo, è fondamentale seguire una dieta sana ed equilibrata, ricca di vitamine e nutrienti essenziali. In questo articolo, esploreremo le vitamine migliori...

Nutrizione, diete e occhi

Nutrizione, diete e occhi Le varie diete e i loro effetti sugli occhi.FODMAP, Chetogenica, Low-carb, vegana, mediterranea, digiuno intermittente e altre. La nutrizione per gli occhi. Introduzione L'importanza della nutrizione per gli occhi, la vista e in generale per la salute umana è ormai...

Blefarite cure naturali e alternative

Cure e rimedi alternativi e naturali per blefarite La blefarite è una condizione comune che si verifica quando le palpebre diventano infiammate.Ci sono molte cure naturali e alternative da associare a colliri e trattamenti oculari. Le cause di blefariti possono essere a partenza dagli occhi o...

Microbiota in occhio secco e diabete

Microbiota oculare e occhio secco Il microbiota oculare è spesso alterato in condizioni di occhio secco. La disbiosi oculare e l'occhio secco.   Occhio secco e microbiota oculare L' occhio secco, quadro patologico molto frequente che affligge milioni di persone nel mondo provocando la...

Stress e occhi: disturbi oculari da stress

Stress e occhi Lo stress può influenzare gli occhi oltre che il nostro corpo in molti modi. Perché lo stress danneggia gli occhi: occhi e stress I meccanismi per cui lo stress danneggia gli occhi sono numerosi, impossibile elencarli tutti in questo articolo. Citiamo i principali modi in cui lo...

Cure naturali per gli occhi: indice sostanze naturali

Elementi naturali, erbe, botanica, probiotici e salute degli occhi Ci sono numerose sostanze naturali che possono essere utili per la cura degli occhi per i pazienti che non gradiscono la farmacologia di sistesi. Lo stile di vita e la dieta come prevenzione delle malattie oculari E' chiaro sin...

Collirio alla ciclosporina per rosacea oculare

  Ciclosporina collirio per  rosacea oculare La rosacea oculare è una patologia infiammatoria cronica che risponde bene alla ciclosporina collirio che si usa anche in vernal keratocongiuntivite e occhio secco.   La ciclosporina collirio per la rosacea oculare Di Rosacea oculare abbiamo già...

Dott. Alberto Lanfernini – Oculista
Faenza – Ravenna – Riolo Terme – Pesaro

Dot. Lanfernini Alberto

Dott.ssa Annalisa Moscariello – Oculista
Ravenna – Faenza – Pesaro

Dott.ssa Annalisa Moscariello Oculista