Immagini di miodesopsie distacco di vitreo e
Corpi mobili vitreali Floaters
immagini all’oct (tomografia a coerenza ottica)

Immagini di distacco di vitreo, corpi mobili del vitreo e miodesopsie tramie OCT, tomografia ottica.

Distacco di vitreo e corpi mobili

Il corpo vitreo è una struttura trasparente che occupa l’80% del volume interno dell’occhio. Purtroppo con il passare del tempo questa trasparenza viene persa per varie cause e in numerosi articoli abbiamo già parlato di miodesopsie, corpi mobili e distacco di vitreo.

 I motivi clinici e i fattori favorenti le miodesopsie li trovate  in questa pagina, meno tecnica e più divulgativa (QUI). Invece i fattori predisponenti il distacco di vitreo sono in questo altro articolo (link).

Immagini di miodesopsie e distacco di vitreo
OCT tomografia a coerenza ottica

La comparsa di ombre nel campo visivo, mobili e semitrasparenti (miodesopsie) e i flash luminosi possono indicare la comparsa di distacco di vitreo. Abbiamo dedicato una pagina intera al distacco di vitreo sui segni, sintomi e su cosa fare in caso di sintomi di distacco di vitreo e comparsa di miodesopsie. In questa pagina dunque pubblichiamo alcune immagini ottenute tramite OCT. L’oct, come descritto nella pagina dedicata (link qui), è una moderna tecnica di imaging oculare che, tramite un indolore raggio laser, scansiona la retina. Alcuni modelli di OCT, come quello presente a San Pier Damiano Hospital  di Faenza, permettono, oltre alla scansione retinica, anche l’acquisizione delle immagini dei vasi (angio-oct) senza mezzo di contrasto, e la ricostruzione della superficie di contatto vitreo retinica.

Vitreo anatomia
superficie vitreo retinica
punti di contatto tra vitreo e retina

l corpo vitreo è suddiviso in 3 ampie regioni anatomiche: corteccia vitreale (anteriore e posteriore), vitreo centrale e base vitreale. La corteccia vitrea è una struttura lamellare attaccata all’ILM della retina posteriormente alla base vitrea periferica da una matrice extracellulare “adesiva” costituita da fibronectina, ottica, laminina, eparan solfato e condroitin solfato. Anteriormente, la corteccia vitreale è attaccata al cristallino. Il vitreo è relativamente acellulare con solo un monostrato di fagociti mononucleari, ialociti, situati all’interno della corteccia vitrea posteriore, a circa 50 µm dall’ILM. 

Dove il vitreo si attacca alla retina
Adesione vitreo retinica periferica
adesione vitreale maculare
papilla e vitreo

Il vitreo è attaccato tenacemente alla parte periferica della retina, dove spesso avvengono rotture trattive con pericolo di distacco retinico successivo, e alla zona intorno alla papilla ottica. La membrana ialoidea posteriore è a diretto contatto con la retina e non è distinguibile dalla sua membrana limitante interna (ILM), ed è il punto in cui l’adesione è più lassa. 

Distacco posteriore di vitreo fattori di rischio

Tutto quanto concerne il distacco di vitreo è stato trattato già abbondantemente in altre sezioni: trovate tutto in questa pagina (QUI).

Immagini OCT di distacco di vitreo
visualizzazione di floaters e corpi mobili con oct

Abbiamo infine pensato che fosse utile proporre ai lettori interessati alcune immagini OCT di distacco di vitreo. Le immagini vanno interpretate come segue.
In alto trovate il vitreo, in basso la retina con il suo normale profilo foveolare (la depressione centrale). Concettualmente è come una immagine di taglio ecografica dell’occhio. La luce è da considerarsi proveniente dall’alto. In basso, quindi, nelle immagini v’è la retina, che riceve la luce proveniente dall’esterno (in alto). Quest’ultima passa nel vitreo, che, se addensato come in molte delle foto proposte, ne altera il passaggio, producendo fenomeni rifrattivi che portano alla percezione di miodesopsie, floaters e visione di corpi mobili.
Crediamo che vedere queste immagini, che non abbiamo trovato in altri siti, sia importante per i pazienti al fine di capire l’origine del loro disturbo. Noi spesso proponiamo l’OCT nel distacco di vitreo. Esso serve per valutare alterazioni centrali (che possono portare a fori maculari, cellophane maculare, puker maculare) e per ottenere una visualizzazione che da un lato è utile  al medico per rendersi conto della entità del fenomeno, e da un lato permette  al paziente di capire, visualizzare ed elaborare la condizione (che, ripetiamo, per quanto fastidiosa, il più delle  volte non ha conseguenze drammatiche). Non ha comunque utilità terapeutica (salvo appunto nei casi descritti sopra per valutare eventuali trazioni centrali).
Cliccando sulle immagini si ingrandiranno.

Qui trovate invece le Immagini delle cataratte (link).

 

Questo articolo fa parte della serie di articoli riguardanti il vitreo, le miodesopsie e il distacco di vitreo. In fondo alla pagina trovate il link agli altri articoli

 

Le noci di mare sono trasparenti, e possono essere assimilate ai corpi mobili del vitreo. Esse quando vengono attraversate dalla luce proiettano la loro ombra sul fondo, come appunto le miodesopsie proiettano la loro ombra sulla retina. Un osservatore sulla riva non vede le noci di mare ma vede benissimo le loro ombre. Analogamente a volte anche l’oculista non identifica il corpo mobile del vitreo (i distacchi del vitreo invece si vedono più chiaramente) anche se il paziente percepisce nettamente un’ombra.

Traumi agli occhi (lesioni da petardi)

Come sempre in questo periodo le raccomandazioni inerenti l'uso dei petardi e botti non sono mai abbastanza! traumi agli occhi da petardi Come di consueto raccomandiamo l'uso con massima cautela di botti e petardi. Le parti più esposte a lesioni sono mani e viso, in particolare gli occhi. I traumi...

lenti a contatto e occhio secco

Lenti a contatto e occhio secco Le lenti a contatto si associano spesso ad occhio secco e sensibile.E' possibile usare le lenti a contatto con occhio secco?cosa fare per migliorare l'uso di lenti a contatto con occhio secco? Lente a contatto per chi ha occhio secco Le lenti a contatto sono...

Consenso informato Cataratta

La firma del consenso informato è atto necessario per potere essere sottoposti a qualsiasi procedura chirurgica.

campo visivo a cosa serve

Campo visivo Il campo visivo è un esame che si fa in numerose condizioni, dal glaucoma al mal di testa, dai traumi agli insulti vascolari. il Campo visivo a cosa serve e come si esegue Il campo visivo è un esame che serve per valutare la funzionalità delle vie ottiche e viene eseguito...

Integratori naturali per il vitreo

Integratori naturali per il vitreo Integratori naturali per il vitreo. Il vitreo è una sostanza trasparente e gelatinosa che riempie la maggior parte dell'occhio umano.Come nutrire il corpo vitreo con integratori naturali in caso di miodesopsie, corpi mobili e distacco di vitreo.E' possibile...

Intolleranza da lenti a contatto

Intolleranza da lenti a contattoFastidio e occhio rosso da lenti a contatto Le lenti a contatto sono un mezzo correttivo molto gradito dalle persone con difetti visiti, e sono da considerarsi oramai sicure e efficaci nel garantire un buon comfort. Uno degli aspetti da considerare nell'uso delle...

Cure naturali per cataratta (senza intervento?)

 Rimedi e cure naturali per la catarattaCataratta senza intervento? Ci sono cure naturali che potrebbero rallentare la cataratta.E' possibile rallentare l'evoluzione della cataratta in modo da non arrivare all'intervento? Possibile rallentare la cataratta senza intervento? La cataratta, è una...

ANGIO-OCT, OCTA, Angiografia OCT Faenza, Ravenna, Imola, Forli’, Cesena, Rimini, Bologna, Emilia Romagna

L'esame OCTA (Angio OCT) è disponibile in Emilia Romagna per le zone di Ravenna, Imola, Castel San Pietro, Forli', Cesena, Rimini,anche presso San Pier Damiano Hospital Faenza  L'angio-oct è disponibile in Romagna già da qualche anno aSan Pier Damiano Hospital, Faenza e Ospedale San Francesco,...

Dott. Alberto Lanfernini – Oculista
Faenza – Ravenna – Pesaro

Dot. Lanfernini Alberto

Dott.ssa Annalisa Moscariello – Oculista
Ravenna – Faenza – Pesaro

Dott.ssa Annalisa Moscariello Oculista