Cause di distacco di vitreo

Questo articolo è tratto da un lavori citati in calce alla pagina, da cui prendiamo spunto per una rielaborazione divulgativa/scientifica non a scopi commerciale né di lucro

Il corpo vitreo è la gelatina trasparente che riempie la camera vitrea dell’occhio e si trova tra cristallino e retina. La comparsa di ombre nel campo visivo, mobili e semitrasparenti (miodesopsie) e i flash luminosi sono un sintomo molto comune e possono indicare la comparsa di distacco di vitreo. Abbiamo dedicato una pagina intera sui segni, sintomi e su cosa fare in caso di sintomi di distacco di vitreo e comparsa di miodesopsie, che spiega anche la differenza tra corpi mobili vitreali e distacco di vitreo. Le cause cliniche di miodesopsie le trovate invece in questa pagina, meno tecnica e più divulgativa (QUI). In questa pagina analizzeremo le cause di distacco di vitreo in maniera più approfondita rispetto agli altri articoli.

Distacco di vitreo e età
La vecchiaia è il principale fattore di rischio

La causa principale di distacco di vitreo, sembra strano ma è la realtà, è la vecchiaia. Il vitreo è adeso alla retina in alcuni punti, la base vitreale, il margine del disco ottico, la macula e i vasi sanguigni periferici.  Ci sono alcune alterazioni della struttura vitreale (spiegate nella pagina delle biochimica del vitreo, link qui), come sineresi (aggregazione) e sincisi (liquefazione). Nel video in questa pagina si può vedere un esempio di quanto si può osservare in casi piuttosto evidenti. E’ possibile che alcune sostanze nutrienti rallentino i processi degenerativi (qui gli antiossidanti e il vitreo).

Distacco di vitreo spontaneo e secondario

Il distacco vitreale può essere spontaneo o causato da altri fattori. Ad esempio la chirurgia della cataratta, con il suo traumatismo locale, può favorirlo, così come la fotocoagulazione, i traumi, le uveiti. Anche la capsulotomia laser per cataratta secondaria, di cui parliamo qui, può avere la conseguenza di comparsa di corpi mobili vitreali e distacco di vitreo. Al distacco possono seguire emorragie retiniche per rotture di vasi e rotture della retina. Il 50%/70% dei distacchi di vitreo con emorragie si associa a lesioni retiniche. Solo circa il 10% dei pazienti senza emorragie presenta lacerazioni retiniche.


Distacco di vitreo e vecchiaia

Dicevamo come l’età sia il principale fattore di rischio. Dopo i 50 anni ben il 53% circa dei soggetti presenta DPV. Questa percentuale aumenta sino alla ottava decade, quando  ben il 63% avrebbe distacco di vitreo.

Distacco di vitreo e sesso femminile

Nelle donne il distacco di vitreo ha una evoluzione più rapida che negli uomini, a parità di età.

Miopia e distacco di vitreo

Sappiamo che i miopi hanno l’occhio più lungo del normale. Questo di conseguenza porta a alterazioni del vitreo che deve crescere in maniera anomala. Gli occhi con miopia elevata, più lunghi di 30mm, hanno più possibilità di soffrire di distacco di vitreo.

Menopausa

La mancanza di estrogeni porta a sofferenza vitreali. Ne consegue che le terapie con estrogeni possono avere effetto protettivo.

Vitamina B6 e vitreo

La vitamina B6 ha effetto antiestrogeno, quindi può aumenetare l’incidenza di distacco vitreale. In questa pagine parliamo di occhi e vitamine (link).

Infiammazione e distacco di vitreo

Infiammazioni di vecchia data portano ovviamente a proliferazione cellulare e fibrosi (qui le infiammazioni oculari). Le fibrosi vitreali possono operare trazioni sulla retina.

    Traumi e distacco di vitreo

    I traumi ovviamente possono operare scuotimenti diretti e indiretti del vitreo, con conseguente alterazione di struttura che porta a miodesopsie, corpi mobili e distacco vitreale.

    Stress e distacco di vitreo

    Lo stress è implicato in numerose condizioni patologiche, poiché altera la PNEI. Di questo parliamo in questo altro articolo (link).

    Distacco di vitreo e chirurgia

    Gli interventi chirurgici possono portare a varie modifiche del vitreo. In particolare sia le manovre sul cristallino, come intervento di cataratta e yag laser, che anche la LASIK e altri. Dopo l’intervento di cataratta c’è una alterazione della viscosità del vitreo vicino alla retina (opposto alla condizione di normalità), modifica del proteoma vitreale, destabilizzazione vitreale e cambiamenti reologici del vitreo. Anche i laser retinici portano a modificazioni, così come la criografia retinica.

    Distacco di vitreo e diabete

    Nella retinopatia diabetica si possono formare dei neovasi che trovano sostegno per la crescita nei fattori angiogenetici contenuti nel vitreo e nella ialoide vitreale, che funge da impalcatura. Di conseguenza in pazienti diabetici con distacco di vitreo completo c’è un impedimento della neovascolarizzazione.

    Di tutti gli altri aspetti del distacco di vitreo, corpi mobili, miodesopsie  e floaters parliamo in numerosi articoli che potete trovare cliccando qui o nel box in basso.

    oct con distacco di vitreo

    glaucoma

    cos'è il glaucoma Il glaucoma è una malattia in cui il nervo ottico viene compromesso, prevalentemente a causa di una elevata pressione oculare, con la conseguente riduzione irreversibile progressiva del campo visivo. Se non curato può portare alla cecità. cosa bisogna sapere sul glaucoma In...

    fattori di rischio miopia

    Cos'è la Miopia Fattori di rischio della miopia Molti pazienti, specialmente genitori di bimbi miopi, mi chiedono se esista qualche  terapia per miopia e come sia possibile rallentare la miopia. Riportiamo in questa pagina la sintesi delle conoscenze attuali dei fattori di rischio della miopia, ...

    Traumi agli occhi (lesioni da petardi)

    Come sempre in questo periodo le raccomandazioni inerenti l'uso dei petardi e botti non sono mai abbastanza! traumi agli occhi da petardi Come di consueto raccomandiamo l'uso con massima cautela di botti e petardi. Le parti più esposte a lesioni sono mani e viso, in particolare gli occhi. I traumi...

    Miodesopsie e corpi mobili. Rimedi e antiossidanti

    Miodesopsie e antiossidanti. Perché è difficile guarire dalle miodesopsie. Nutrizione del vitreo. Integratori vitreali. Questo articolo è tratto da un lavoro citato in calce alla pagina, da cui prendiamo spunto per una rielaborazione divulgativa/scientifica non a scopi commerciale e di lucro...

    Quercetina per gli occhi in maculopatia e cataratta

    Quercetina Torniamo ancora su alimentazione e di come i composti naturali possano avere benefici per l'organismo e per gli occhi. Oggi parliamo di Quercetina e degli effetti sulle maculopatie e sulle cataratte. L'articolo è tratto dal link che trovate in basso, ed è a fini divulgativi-scientifici...

    Nutrizione e salute degli occhi: stress ossidativo

     Dieta e salute degli occhila nutrizione e la sua influenza per le malattie oculari La letteratura medica contiene vari articoli su nutrizione e occhi poiché la dieta può influenzare numerose condizioni lesive della capacità visiva, come la cataratta, la degenerazione maculare, il glaucoma, le...

    OCT il raggio laser per le maculopatie

    OCT il raggio laser che in pochi secondi fa diagnosi di maculopatie L'esame OCT è un esame che permette di visualizzarela retina con i suoi strati profondie il nervo ottico   L'oct è una esame la cui sigla significa tomografia a coerenza ottica. Negli ultimi anni si è imposto come pilastro...

    cataratta giorno dell’intervento

    Come si svolge l'intervento di cataratta   cosa succede il giorno dell'intervento di cataratta Dopo aver letto cosa fare nei giorni precedenti  l'intervento di cataratta, e prima di leggere le norme di comportamento da tenere i giorni successivi, crediamo sia importante raccontare a grandi...

    Riferimenti bibliografici:

    https://www.ncbi.nlm.nih.gov/books/NBK563273/

    Ankamah, E .; Sebag, J .; Ng, E .; Nolan, JM Vitreous Antiossidanti, Degenerazione e Vitreo-Retinopatia: Exploring the Links. Antiossidanti 2020 , 9 , 7. https://doi.org/10.3390/antiox9010007
    https://www.mdpi.com/2076-3921/9/1/7/htm
    © 2019 dagli autori. Licenziatario MDPI, Basilea, Svizzera. Questo articolo è un articolo ad accesso aperto distribuito secondo i termini e le condizioni della licenza Creative Commons Attribution (CC BY) (http://creativecommons.org/licenses/by/4.0/ ).https://www.mdpi.com/openaccess
    Johnson MW. Distacco vitreo posteriore: evoluzione e complicazioni delle sue prime fasi. Sono J Ophthalmol. 2010 Mar; 149 (3): 371-82.e1
    Hayashi K, Sato T, Manabe SI, Hirata A. Differenze legate al sesso nella progressione del distacco vitreo posteriore con l’età. Ophthalmol Retina. 2019 Mar;
    Milston R, Madigan MC, Sebag J. Vitreous floater: eziologia, diagnostica e gestione. Surv Ophthalmol. 2016 marzo-aprile; 61 (2): 211-27.
    Bond-Taylor M, Jakobsson G, Zetterberg M. Distacco del vitreo posteriore: prevalenza e fattori di rischio per le lacrime retiniche. Clin Ophthalmol. 2017; 11 : 1689-1695.
     Marrone GC, Marrone MM, Fischer DH. Fotopsie: una chiave per la diagnosi. Oftalmologia. 2015 Oct; 122 (10)

    Dott. Alberto Lanfernini – Oculista
    Faenza – Ravenna – Pesaro

    Dot. Lanfernini Alberto

    Dott.ssa Annalisa Moscariello – Oculista
    Ravenna – Faenza – Pesaro

    Dott.ssa Annalisa Moscariello Oculista