Luetina e Zeaxastina

I composti botanici e gli estratti dalle piante sappiamo che possono essere utili in alcune patologie oculari come cataratta, diabete, congiuntiviti, blefariti, occhio secco.  Questa pagina, dunque, parlerà di un paio di elementi naturali che hanno proprietà benefiche per gli occhi: Luteina e Zeaxantina. Di vitamina C e Vitamina E abbiamo già parlato in questo articolo (QUI). Naturalmente queste sostanze non vanno a sostituire le normali terapie dedicate per le varie malattie oculari, ma possono essere utile coadiuvante. Questo articolo è una rielaborazione a fini divulgativi/scientifici, e non commerciali, di un lavoro riportato in calce a questa pagina.
 L’indice delle sostanze botaniche trattate nel sito lo trovate qui.

Botanica e salute degli occhi

Abbiamo già detto, infatti, che le principali malattie degli occhi, e non solo, alla base hanno meccanismi comuni, come  aumento dello stress ossidativo dovuto a ROS (specie reattive all’ossigeno) che interagisce con i mitocondri portando a apoptosi e la perossidazione lipidca, che determina  morte cellulare; in più molte patologie hanno fattori infiammatori costantemente presenti, come il TNF-alfa e il fattore nucleare-kappa B (NF-kB). In sintesi, meccanismi di azione dei composti botanici naturali vanno ad intervenire sulla produzione di questi mediatori infiammatori dannosi. Del resto abbiamo visto altri elementi naturali che hanno effetto protettivo su patologie come cataratta attraverso l’inibizione della proteolisi come nella cataratta (trovate tutto QUI). Inoltre anche la propoli ha effetti benefici sull’occhio), come del resto la Curcuma (QUI) e altre sostanze che trovate nella sezione alimentazione e occhio.

Carotenoidi e maculopatie

La Luteina e la Zeasantina, proseguendo il discorso del tema, sono carotenoidi denominati pigmenti maculari, a causa dalla loro presenza nella zona centrale oculare, la macula, dove è massima la capacità di discriminazione visiva. Molti studi hanno valutato la possibilità di queste due sostanze di ridurre l’incidenza della degenerazione maculare e delle maculopatie in genere (AMD, DMLE).

Carotenoidi come antiossidanti

Dicevamo quindi dei lavori scientifici eseguiti per valutare gli effetti della Luteina e Zeaxantina; i risultati sembrano andare nella direzione di una riduzione dello stress ossidativo locale, innescando gli antiossidanti, come meccanismo di azione protettivo. Dunque si avrebbe una riduzione dei ROS, le specie reattive all’ossigeno, con protezione conseguente dei fotorecettori.

Luteina è un occhiale da sole

Come sappiamo l’esposizione a ultravioletti e luci intensi prolungata può essere dannosa. Luteina e Zeaxantina agiscono come filtri della luce negli occhi e assorbono la luce blu che entra nella retina, proteggendo quindi la retina efficacemente durante la fase acuta di esposizione luminosa ad alti intensità (LIRD).

Zeaxantina modulatore genetico

Un altro meccanismo determina la protezione degli occhi con l’assunzione di questi elementi naturali botanici. Infatti queste due sostanze, Luteina e Zeaxantina, inibiscono l’espressione di geni correlati alla infiammazione dell’epitelio pigmentato retinico, struttura adiacente alla retina con funzioni varie. Inoltre molti studi evidenziano la correlazione tra quantità di pigmento maculare e malattia: meno  pigmento è presente e maggiore è l’incidenza di degenerazione maculare.

Luteina e Zeaxantina protettori della macula

Alla luce di questi studi è ragionevole, quindi, proporre ai pazienti a rischio, o a quelli che vogliono eseguire prevenzione, una integrazione con Luteina e Zeaxantina. Questo ovviamente non è sostitutivo di una alimentazione sana e corretta da avere con costanza, evitando frequenti strapazzi alimentari che potrebbero, tra l’altro, anche alterare il microbiota intestinale con conseguente aumento ulteriore del rischio. Il microbiota, lo ricordiamo infatti per i più distratti, regola l’immunità e l’infiammazione, per cui è essenziale anche nella maculopatia, secondo recenti studi, come trovate in questa pagina.  La dieta mediterranea risulta essere fattore fondamentale di prevenzione della degenerazione maculare,come trovate cliccando qui.

 Cibi ricchi di Luteina e Zeaxantina: Cavoli, mais, uva

Infine, un cenno ai cibi che hanno in prevalenza questi due carotenoidi è d’obbligo; essi sono cavoli di bruxelles, broccoli, piselli, spinaci, mais, kiwi, uva rossa,e tutti i frutti e le verdure dai colori vivaci, come i peperoni, mango e arance. Inoltre ci sono  cibi di origine animale che ne contengono, come il tuorlo d’uovo, del quale è, infatti, il responsabile del colore giallo-arancio. Grande biodisponibilità quindi sono negli alimenti a foglie verde scuro, pistacchi e uova. Alleghiamo comunque, per comodità, una tabella con cibi e quantità.

Tabella cibi e contenuto Luteina in microgrammi (0,001 milligrammi), da Journal Food Composizione 2009; 22:9-15
spinaci cotti 12640
cavolo cotto 8884
spinaci crudi 6603
zucchine cotte 1355
lattuga romana 3824
asparagi cotti 991
broccoli cotti 772
cetriolo 361
fagioli verdi cotti 306
mais cotto 202
succo arancia 33
Tabella cibi e contenuto Zeaxantina in microgrammi, da Journal Food Composizione 2009; 22:9-15
bacche di Gojy 43835
pepe arancione 1665
farina di mais gialla 531
uovo cotto 216
mais cotto 202
succo arancia 26
cuore di carciofo 18
lattua iceberg 12
uva verde 6

Alimenti che contengono Luteina + Zeaxantina

Alimento Categoria Luteina + zeaxantina
Cavolo verde Verdura 39550 µg
Paprika Aromi e spezie 18944 µg
Cavolo verde bollito Verdura 18246 µg
Cavolo verde bollito (senza sale) Verdura 18246 µg
Tarassaco Verdura 13610 µg
Peperoncino rosso (cayenna) Aromi e spezie 13157 µg
Foglie di rapa Verdura 12825 µg
Spinaci surgelati Verdura 12651 µg
Crescione dell’orto Verdura 12500 µg
Spinaci Verdura 12198 µg
Spinaci bolliti Verdura 11308 µg
Spinaci bolliti (senza sale) Verdura 11308 µg
Bietole bollite Verdura 11015 µg
Bietole bollite (senza sale) Verdura 11015 µg
Bietola Verdura 11000 µg
Cicoria Verdura 10300 µg
Foglie di senape Verdura 9900 µg
Radicchio Verdura 8832 µg
Foglie di rapa bollite Verdura 8440 µg
Foglie di rapa bollite (senza sale) Verdura 8440 µg
Crescione dell’orto bollito Verdura 8402 µg
Crescione dell’orto bollito (senza sale) Verdura 8402 µg
Basilico fresco Aromi e spezie 5650 µg
Prezzemolo Verdura 5561 µg
Peperoncino piccante Verdura 5494 µg

 Riferimenti: 

https://www.hindawi.com/journals/ecam/2013/549174/

Copyright © 2013 Tuan-Phat Huynh et al. Questo è un articolo ad accesso aperto distribuito sotto la licenza di attribuzione Creative Commons che consente l’uso, la distribuzione e la riproduzione senza restrizioni con qualsiasi mezzo, a condizione che il lavoro originale sia citato correttamente

https://www.mdpi.com/2072-6643/9/2/120/htm,

Foto di Daria Shevtsova da Pexels

Ginkgo biloba per OCCHI: proprietà benefiche per retina e glaucoma

Ginkgo biloba contro i radicali liberiProtezione retina e nervo ottico (glaucoma)   Alimentazione e salute degli occhi Continuiamo i nostri articoli su prodotti botanici e occhi. Come sapete siamo fermamente convinti dell'efficacie preventiva sulle malattie oculari e generali di una corretta...

Alimentazione microbiota intestinale e salute degli occhi

 ALimentazione, elementi naturali, probiotici, prebiotici, botanica, vitamine e occhio La nostra filosofia medica si poggia su evidenze scientifiche, riportate ampiamente in questo sito nella sezione "alimentazione, microbiota intestinale e occhio", che la prevenzione tramite un corretto stile di...

Occhio pigro, ambliopia, e le visite oculistiche pediatriche per i bimbi sotto i 6 anni

visita oculistica prima dei 6 anni per tutti i bambini, anche quelli che non mostrano disturbi     Lo sviluppo degli occhi e la fase di plasticità si concludono entro i 6 anni di età. Per questo motivo è fondamentale sottoporre i bambini alle visite oculistiche già dai primi anni di vita...

Asse intestino occhio (terza parte): digiuno, trapianto fecale, probiotici

Microbiota intestinale e occhio Asse intestino occhio La prima e seconda parte di questo articolo si trovano  qui Il digiuno intermittente e le malattie oculari Continuando il riadattamento dell'articolo citato in  calce a questa pagina, liberamente rielaborato a fini divulgativi, arriviamo infine...

Metabolomica occhio secco: i probiotici modificano il proteoma della ghiandola lacrimale

Metabolomica dell'occhio secco La superficie oculare, un'interfaccia tra l'occhio e l'ambiente, è costituita dalla cornea, dalla congiuntiva bulbare e palpebrale e dalle ghiandole lacrimali e di Meibomio. Spesso vittima di alterazioni infiammatorie e degenerative, può essere responsabile di...

Perché i bambini sbattono sempre gli occhi

bimbo ammicca spesso e strizza gli occhi  Cos'è l'ammiccamento In questo articolo parleremo dei bimbi che sbattono continuamente le palpebre e delle cause che possono portare a questi disturbi. Uno dei motivi di visita più frequente per cui i genitori portano a visitare i bambini, almeno negli...

Microbiota e occhi – XII Congresso Aimo Oculisti Roma

 Microbiota intestinale e occhio Congresso AIMO Associazione Italiana Medici OculistiSessione Microbiota umano: la nuova frontiera della medicina Roma 30 settembre - 2 ottobre 2021 Anche quest’anno si è svolto il congresso AIMO (Associazione Italiana Medici Oculisti) a Roma dal 30 settembre,...

microbioma oculare e malattie occhio: proteoma lacrimale

Microbioma oculare e proteoma lacrimale Un recente studio ha analizzato la correlazione tra microbioma della superficie oculare e proteoma lacrimale, per comprendere più a fondo alcuni squilibri infiammatori della superficie oculare, come l'occhio secco. Abbiamo già parlato di metabolomica oculare...
cavoli e verdure

Oculistica multidisciplinare

Oculistica multidisciplinareuna visione sistemica a partenza dagli occhi Con il passare del tempo, nella pratica medica ci si rende sempre più conto che l'interconnesione tra i vari organi  è fondamentale nell'omeostasi e la salute di tutto l'organismo, occhio compreso. Anche l'occhio, quindi, può...

5-Allergie, congiuntiviti, pollini e dieta. Alimenti da evitare in relazione alle allergie ai pollini

 Congiuntiviti allergiche alimenti da evitare i relazione all'allergia ai pollini Prima di leggere questo articolo consigliamo la lettura della pagina relativa all'inquadramento generale delle allergie oculari, che trovate in questo link.  La dieta a basso contenuto e priva di istamina è stata...

Occhiali da sole e protezione occhi

Gli occhiali da sole proteggono gli occhi Con l’arrivo della bella stagione, soprattutto in luoghi con intensi riflessi di luce come ad esempio in acqua, su una spiaggia bianca oppure sulla neve, gli occhiali sono essenziali per salvaguardare gli occhi dai dannosi effetti dei raggi ultravioletti....

occhio secco e microbioma oculare

occhio secco e microbioma oculare Vi sono evidenze che il microbiota oculare (la comunità di microbi  che risiedono nella superficie oculare) e intestinale possano influenzare la comparsa dell'occhio secco. E' importante comprendere questi fattori per potere espandere le possibilità terapeutiche....

Vitamina D e salute degli occhi

Vitamina D e salute degli occhi Come più volte affermato in questo sito, con articoli tratti da letteratura, l'alimentazione ha un ruolo chiave nella prevenzione anche delle malattie oculari. Le vitamine dunque, insieme ad altri nutrienti, sono efficaci protettori degli occhi.  La base per una...

Blefariti e calazi: rimedi cure e terapie naturali

Rimedi per blefariti, orzaiolo, calaziosi Terapie e cure Questo articolo completa (ed è quindi la continuazione e la seconda parte in tema blefariti)   quanto scritto su origine e cause di calazi, blefariti e terapie, che trovate in questa pagina a cui rimandiamo. Ne consigliamo la lettura per...

Ciclosporina in Vernal e Occhio Secco (dry eye)

La ciclopsorina collirio come terapia nelle Cheratocongiuntiviti Vernal e nella sindrome da occhio secco in fondo alla pagina ci sono  i link alle farmacie che preparano Ciclosporina collirio in Emilia Romagna Meccanismo di azione della ciclosporina collirio La ciclosporina fa parte dei farmaci...

Presbiopia, esperidina e antiossidanti

 Curare la presbiopia con l'alimentazione E' possibile rallentare la presbiopia?   La presbiopia è un difetto di vista che impedisce la visione per vicino e colpisce i soggetti dopo i 40 anni. E' piuttosto fastidioso nella vita di questo periodo storico a causa della continua necessità delle...

Dott. Alberto Lanfernini – Oculista
Faenza – Ravenna – Riolo Terme – Pesaro

Dot. Lanfernini Alberto

Dott.ssa Annalisa Moscariello – Oculista
Ravenna – Faenza – Pesaro

Dott.ssa Annalisa Moscariello Oculista