cos’è il glaucoma

Il glaucoma è una malattia in cui il nervo ottico viene compromesso, prevalentemente a causa di una elevata pressione oculare, con la conseguente riduzione irreversibile progressiva del campo visivo. Se non curato può portare alla cecità.

cosa bisogna sapere sul glaucoma

In visita l’oculista misura la pressione oculare e valuta anche l’aspetto generale delle strutture oculari, angolo, camera anteriore, iride, cristallino, nervo ottico, per rilevare una eventuale predisposizione anatomica dell’occhio al glaucoma.

ho la pressione degli occhi bassa, quindi non sono malato…o no?

Mi preme sottolineare che la pressione oculare è uno dei fattori che porta al glaucoma, ma ci sono anche persone che, pur avendo sempre in sede di misura il tono oculare normale, continuano a avere danni del campo visivo. Questo accade per varie ragioni, a volte difficilmente identificabili, tra le quali bisogna ricordare anche lo stato cardiocircolatorio generale, il fumo, la presenza di altre patologie sistemiche, le terapie, la genetica e altre.

ho il glaucoma, cosa devo fare

Nel momento della diagnosi, l’oculista prescriverà delle terapie, normalmente in collirio, che tendono a abbassare la pressione oculare per ridurre la progressione del danno. Oltre alla misura della pressione, è necessario sottoporsi a visita oculistica completa (per vedere le strutture dell’occhio) periodicamente (da 3 mesi a 6 mesi nei casi ben compensati). Inoltre sono necessari esami quali il campo visivo, l’oct del nervo ottico e delle fibre ganglionari, e altri da valutare di volta in volta, con cadenze definite. Il glaucoma tipicamente si presenta, agli occhi dell’oculista, con un aumento della escavazione papillare (papilla escavata). Questo aspetto è tipico, ma ci sono soggetti normali che presentano questa “papilla escavata” per particolari conformazioni di nascita. Gli esami quindi sono essenziali per valutare effettivamente come stia procedendo la situazione: l’analisi della papilla con oct restituisce molte informazioni non visibili a occhio nudo, evitando di sopravvalutare o di sottovalutare alcuni aspetti. Inoltre, a parte i casi che hanno glaucoma a bassa pressione, è possibile che il tono oculare abbia dei picchi in orari in cui normalmente non si frequentano gli ambulatori (esempio la notte quando si dorme), per cui è la diagnostica strumentale che ci viene in aiuto, fornendo indicazioni sullo stato di salute oculare in maniera molto raffinata.

ho un parente con glaucoma
familiarità per glaucoma

Nel caso di familiarità per glaucoma bisogna sottoporsi a visita oculistica periodica, al fine di valutare se l’occhio si stia ammalando. Ma non basta.

In questa pagina approfondiamo il discorso della prevenzione del glaucoma (clicca qui)

Dermatiti intorno agli occhi e alimentazione

Dermatiti occhi e alimenti Visto l'interesse degli utenti del sito in tema di allergie, alimenti e dermatiti, pubblichiamo un altro articolo scritto insieme alla Dottoressa Emanuela Fogli, dopo quello inerente le dermatiti da contatto e aeromediate (link), e le blefariti associate a rosacea...

Inquinamento e infiammazioni oculari

  Inquinamento e infiammazioni oculari L'inquinamento atmosferico è un grande problema e costituisce una crescente preoccupazione globale. Sono chiare le correlazioni tra numerose malattie e inquinamento dell'acqua, dell'aria, del suolo, ma anche acustico e luminoso. Tra gli organi bersaglio...

Siero autologo collirio (autosiero): differenza con siero collirio da donatore e siero cordonale

L'autosiero contro l'occhio seccosiero autologo e siero eterologo collirio   Di  sindrome dell'occhio secco abbiamo ampiamente parlato in numerose altre pagine alle quali rimandiamo (link). Come spiegato già, tra le terapie di secondo livello, che si eseguono quando purtroppo le terapie...

Ciclosporina in Vernal e Occhio Secco (dry eye)

La ciclopsorina collirio come terapia nelle Cheratocongiuntiviti Vernal e NELLA SINDROME DA OCCHIO SECCO Il collirio a base di ciclosporina è una ottima soluzione per alcune malattie oculari, come la sindrome da occhio secco e la vernal cheratocongiuntivite (VKC). Si tratta di un collirio...

visita ortottica e traning ortottico

Visita ortottica a cosa serve e come si esegue La valutazione ortottica riveste un ruolo fondamentale nello studio dei muscoli oculari e dell’equilibrio visivo sia nel bambino che nell’adulto. Proprio per questo il si consiglia questo tipo di esame assolutamente non invasivo ogni volta che...

Occhi rossi al risveglio (di mattina)

 occhi rossi appiccicosi la mattina Occhi rossi e gonfi al risveglio Alcune persone soffrono costantemente di disturbi agli occhi, come occhi rossi, occhi gonfi, borse sotto gli occhi, rossore nella zona oculare, prurito e bruciore. In alcuni casi questi sintomi sono presenti  costantemente, in...

Probiotici e occhio: congiuntiviti batteriche

 Questo articolo  fa parte di una serie che riguarda prebiotici, probiotici e occhio, che trovate cliccando qui Congiuntiviti batterichecause e sintomi La congiuntivite batterica (BC) è un tipo comune di congiuntivite infettiva e colpisce tutti i gruppi di età umana. Si differenzia dalle altre...

Lenti a contatto microbiota oculare

le lenti a contatto alterano il microbiota oculare Il microbiota è la comunità di batteri che vive in un luogo. Anche la superficie oculare ha un suo proprio microbiota, che deve rimanere in equilibrio con il sistema immunitario dell'organismo. Numerosi sono gli stimoli che possono influenzare la...
papilla glaucomatosa

Dott. Alberto Lanfernini – Oculista
Faenza – Ravenna – Riolo Terme – Pesaro

Dot. Lanfernini Alberto

Dott.ssa Annalisa Moscariello – Oculista
Ravenna – Faenza – Pesaro

Dott.ssa Annalisa Moscariello Oculista