Occhi e cervicale

I disturbi agli occhi provocati dalla “cervicale”, nome comune della cervicalgia (dolori alla colonna cervicale):
Cause, rimedi e terapie naturali dei disturbi visivi da cervicale.

 

Le cervicale e il fastidio agli occhi

La cervicalgia o dolore cervicale è un disturbo comune che può causare fastidi agli occhi. In questo articolo, esploreremo le cause, i sintomi e i trattamenti dei disturbi oculari associati alla cervicalgia.

La cervicale è la parte della colonna vertebrale che si trova nella regione del collo, costituita da sette vertebre cervicali. Questa parte della colonna è estremamente importante in quanto fornisce il sostegno per la testa, permette la sua rotazione e la flessione del collo. Inoltre, la cervicale protegge il midollo spinale che passa attraverso di essa e si collega al cervello.

La cervicalgia è un termine medico che indica il dolore localizzato nella regione cervicale, ovvero la zona del collo. Questo dolore può essere acuto o cronico e può essere causato da diverse patologie o lesioni che coinvolgono la colonna cervicale.

Cause di cervicale (nome popolare della cervicalgia)

Le cause di cervicale (cervicalgia, d’ora in avanti semplificata in cervicale) sono numerose. Tra le principali ricordiamo:

  • Postura scorretta: una postura scorretta può causare tensione muscolare nella regione cervicale, che può a sua volta influire sulla circolazione sanguigna e nervosa che raggiunge gli occhi.
  • Trauma alla colonna cervicale: lesioni o traumi alla colonna cervicale possono causare infiammazione e dolore che possono influire sulla circolazione sanguigna e nervosa che raggiunge gli occhi.
  • Problemi degenerativi: l’usura delle articolazioni cervicali, la perdita di elasticità dei tessuti e la compressione nervosa possono influire sulla circolazione sanguigna e nervosa che raggiunge gli occhi.
  • Artrite cervicale: l’usura delle articolazioni cervicali può causare infiammazione e dolore.
  • Ernia del disco cervicale: un disco che si sporge o si rompe può premere sui nervi cervicali causando dolore e altri sintomi.
  • Stenosi spinale cervicale: un restringimento del canale spinale può comprimere i nervi cervicali causando dolore e altri sintomi.
  • Lesioni da sforzo ripetitivo: alcune attività ripetitive, come lavorare al computer o sollevare oggetti pesanti, possono mettere stress sulla colonna cervicale e causare dolore.
  • Tumori e fratture.

Sintomi degli occhi in caso di cervicale

Ecco alcuni sintomi oculari associati alla cervicale e la relativa breve descrizione del motivo (click sul sintomo per approfoneimenti):
  1. Dolore agli occhi: il dolore agli occhi può essere un sintomo della cervicalgia a causa dell’irritazione dei nervi cervicali che possono estendersi fino alla regione degli occhi.
  2. Visione offuscata: la cervicalgia può causare tensione nei muscoli degli occhi e del collo, portando ad una visione offuscata.
  3. Mal di testa: la cervicalgia può causare mal di testa a causa della tensione muscolare nel collo che può irradiarsi verso la testa.
  4. Vertigini: la cervicalgia può causare vertigini a causa della pressione sui nervi cervicali, che possono influenzare il sistema vestibolare responsabile dell’equilibrio e della posizione del corpo nello spazio.
  5. Occhio secco: la cervicalgia può causare una riduzione della lubrificazione degli occhi a causa della tensione muscolare che può influire sulla produzione di lacrime.  Di occhio secco parliamo in altre pagineOcchio secco: sintomi cosa fare
  6. Fotofobia: la cervicalgia può causare fotofobia, ovvero sensibilità alla luce, a causa della tensione muscolare che può influenzare la percezione visiva.
  7. Visione doppia: la cervicalgia può causare visione doppia a causa della tensione muscolare nei muscoli degli occhi, che può influenzare la coordinazione degli occhi.
  8. Occhi che bruciano: la cervicalgia può causare una sensazione di bruciore negli occhi a causa della tensione muscolare che può influenzare la circolazione sanguigna e la lubrificazione degli occhi.
  9. Ridotta capacità di concentrazione: la cervicalgia può causare una ridotta capacità di concentrazione a causa del dolore e della tensione muscolare che possono influenzare la funzione cognitiva.
  10. Blefarospasmo e occhio che trema: abbiamo approfondito questo aspetto in questa pagina: Occhio che trema: blefarospasmo
  11. Occhi gonfi e cervicale. Un ristagno circolatorio e processi infiammatori palpebrali possono acuirsi in corso di cervicale.
  12. Sfarfallio della vista, causata da disturbi di messa a fuoco.
  13. Lampi nel campo visivo e visione di lucette transitorie. Questo è un sintomo legato spesso a disturbi vascolari che possono aumentare in corso di cervicale e di mal di testa (aura cefalalgica visiva).
  14. Disturbi del sistema nervoso autonomo con nausea e difficoltà digestive che possono portare a disturbi oculari (Occhi e cattiva digestione).

Leggi anche:

Aura visiva in corso di cervicale (cefalea con aura)

L’aura visiva è una manifestazione di alcune forme di emicrania caratterizzata da disturbi visivi transitori, che possono includere scotomi (punti ciechi o macchie nell’area visiva), visione offuscata o colori alterati. In alcuni casi, l’aura visiva può essere associata a disturbi della cervicale.

La cervicale può causare tensione muscolare nella zona del collo e delle spalle, che può a sua volta comprimere le arterie e i nervi che innervano la testa e gli occhi. Questo può provocare una riduzione del flusso sanguigno e dell’apporto di ossigeno alla zona della testa e degli occhi, provocando l’insorgenza di sintomi come l’aura visiva.

Questi sintomi possono variare da persona a persona, ma i più comuni sono:

  1. Scotomi: punti ciechi o macchie nell’area visiva
  2. Scintillazioni: l’osservazione di luci intermittenti o flash
  3. Visione offuscata: la sensazione di vedere sfocato
  4. Visione doppia: la percezione di due immagini sovrapposte
  5. Alterazioni del campo visivo: l’osservazione di zone di visione mancanti o irregolari
  6. Fotopsie: la visione di immagini che non sono presenti nella realtà
  7. Alterazioni cromatiche: la percezione di colori alterati o di aloni colorati intorno agli oggetti.

Per prevenire l’insorgenza di sintomi come l’aura visiva, è importante prendersi cura della propria salute cervicale. Ciò può includere l’esercizio fisico regolare, la correzione della postura, il controllo dello stress e il trattamento di eventuali problemi cervicali o muscoloscheletrici attraverso la fisioterapia o altre terapie mirate. In ogni caso, è importante consultare un medico se si sperimentano sintomi come l’aura visiva, in modo da escludere eventuali patologie oculari o neurologiche.

Leggi anche:

Trattamenti, cure e rimedi per i disturbi di cervicale

I principali rimedi coinvolgono più figure specialistiche. Normalmente sono da seguire le seguenti terapie:

  • Terapia fisica: il fisioterapista può aiutare a correggere la postura, a migliorare la flessibilità della colonna cervicale e a ridurre la tensione muscolare.
  • Terapia farmacologica: antidolorifici e anti-infiammatori possono aiutare a ridurre il dolore e l’infiammazione associati alla cervicalgia.
  • Terapia occupazionale: la terapia occupazionale può aiutare a ridurre lo stress e l’affaticamento degli occhi durante le attività lavorative che richiedono la lettura o l’uso del computer.
  • Chirurgia: in casi gravi in cui la compressione nervosa causa danni permanenti, la chirurgia può essere un’opzione di trattamento.

Trattamenti, cure e rimedi per i disturbi oculari da cervicale

In caso di disturbi visivi da cervicale, è importante cercare l’aiuto di un medico per determinare la causa del problema e trovare il trattamento adeguato. Tuttavia, ci sono anche alcune misure che puoi prendere per alleviare i sintomi e prevenire ulteriori problemi:

  1. Prenditi delle pause regolari durante il lavoro al computer o durante le attività che richiedono uno sforzo visivo prolungato. Riposa gli occhi ogni 20-30 minuti guardando fuori dalla finestra o chiudendo gli occhi per alcuni minuti.
  2. Adotta una buona postura durante il lavoro al computer o durante la lettura. Assicurati che il monitor del computer sia all’altezza degli occhi e che la luce sia adeguata per evitare lo sforzo visivo.
  3. Fai degli esercizi per il collo e le spalle per ridurre la tensione muscolare e migliorare la postura.
  4. Applica impacchi caldi o freddi sull’area del collo e delle spalle per ridurre la tensione muscolare.
  5. Mantieni uno stile di vita attivo e salutare, evitando il fumo, l’alcol e lo stress e facendo esercizio fisico regolarmente.
  6. Consulta un medico specialista, come un oculista o un fisioterapista, per una valutazione completa e un trattamento adeguato.
  7. Segui una alimentazione bilanciata e anti infiammatoria.

Ricorda sempre di cercare l’aiuto di un medico per determinare la causa del tuo disturbo visivo e trovare il trattamento adeguato.

Leggi anche:

Fitoterapia per disturbi visivi da cervicale

Ci sono alcune erbe e piante che possono essere utili nel trattamento dei disturbi visivi da cervicale. Tuttavia, è importante sottolineare che la fitoterapia non dovrebbe mai essere utilizzata come sostituto del trattamento medico prescritto da un professionista sanitario qualificato. Ecco alcune piante che potrebbero essere utili:

  1. Zenzero: il rizoma di zenzero è noto per le sue proprietà anti-infiammatorie e analgesiche. Potrebbe essere utile per alleviare il dolore cervicale e la tensione muscolare.
  2. Arnica: l’arnica è una pianta antinfiammatoria e analgesica. Può essere applicata localmente sotto forma di pomata o gel per ridurre il dolore muscolare e articolare.
  3. Iperico: l’iperico è noto per le sue proprietà antinfiammatorie e analgesiche. Può essere utile nel trattamento del dolore cervicale e nella riduzione della tensione muscolare.
  4. Salice bianco: la corteccia di salice bianco contiene acido salicilico, che è un analgesico naturale. Può essere utile nel trattamento del dolore cervicale.
  5. Passiflora: la passiflora è nota per le sue proprietà sedative e ansiolitiche. Può essere utile nel trattamento dell’ansia e dello stress che possono causare tensione muscolare e disturbi visivi da cervicale.
  6. Il biancospino (Crataegus spp.) è una pianta medicinale nota per le sue proprietà benefiche sul sistema cardiovascolare, ma può anche essere utile per il trattamento di alcuni sintomi associati alla cervicale, come l’emicrania cervicale e la tensione muscolare. Il biancospino contiene flavonoidi e procianidine, che hanno proprietà antiossidanti e antinfiammatorie. Questi composti possono aiutare a ridurre l’infiammazione e la tensione muscolare nella zona del collo e delle spalle, riducendo così i sintomi della cervicale. Inoltre, il biancospino può aiutare a migliorare la circolazione sanguigna, aumentando il flusso di sangue e di ossigeno ai muscoli della zona cervicale. Ciò può contribuire a ridurre il dolore e la tensione muscolare nella zona del collo e delle spalle.

Leggi anche:

Disturbi agli occhi da cervicale: rimedi, cure e cosa fare

Come sempre, è importante consultare un medico prima di utilizzare qualsiasi rimedio a base di erbe o integratore alimentare, in particolare se si stanno già assumendo farmaci o si soffre di altre condizioni di salute. I consigli generici sono scritti nei paragrafi precedenti.

Leggi anche:

Conclusioni

In conclusione, i disturbi alla colonna cervicale possono causare problemi agli occhi come visione offuscata, sensazione di occhi stanchi o pesanti, dolore oculare e luce intermittente. È importante identificare la causa dei disturbi cervicali e trattarli adeguatamente per ridurre il rischio di problemi oculari.

Leggi anche:

Blefariti, orzaioli e calazi cura e prevenzione

cure di blefariti, orzaioli, calaziosi ricorenti (cosa fare e come curarli) Blefariti e calazi, cura e prevenzione. Alimentazione  e dieta per blefariti.Spesso le blefariti e le blefarocongiuntiviti sono associate a calazi e a malattie della pelle come la rosacea o dermatiti. Inoltre l'intestino e la disbiosi intestinale sono un fattore che entra nella patogenesi delle blefariti.La cura delle blefariti dunque è complessa. Cura e prevenzione delle blefariti e dei calazi Blefariti e calazi, processi infiammatori delle ghiandole lacrimali palpebrali, affliggono molte persone. In questo articolo...

Ciclosporina in Vernal e Occhio Secco (dry eye)

La ciclopsorina collirio come terapia nelle Cheratocongiuntiviti Vernal e NELLA SINDROME DA OCCHIO SECCO Il collirio a base di ciclosporina è una ottima soluzione per alcune malattie oculari, come la sindrome da occhio secco, la vernal cheratocongiuntivite (VKC) la rosacea oculare. Si tratta di un collirio galenico, cioè preparato da alcune farmacie direttamente, anche se ora è presente un costosissimo (per l'ssn) preparato commerciale la cui prescrizione è possibile solo in reparti ospedalieri. Di seguito andiamo a capire di cosa parliamo analizzando la ciclosporina collirio più da vicino....

Autosiero (collirio con siero autologo)

L'autosiero contro l'occhio seccosiero autologo e siero eterologo collirio In questo articolo parleremo dell'autosiero (o siero collirio autologo), un derivato del sangue (emocomponente) molto utile per la terapia di alcune condizioni patologiche della superficie oculare. Siero collirio Il siero autologo, chiamato anche autosiero, è uno speciale collirio ottenuto tramite la centrifugazione del proprio sangue (che viene normalmente prelevato come per gli esami di laboratorio ematici), e contiene diversi fattori di crescita, tra cui fibronectina e vitamine che contribuiscono all’integrità...

Vino cacao occhi e pistacchi

Resveratrolo, polifenoli, vino e cacao  Molte sostanze naturali, come detto, hanno potenti azioni antinfiammatorie e antiossidanti, che potrebbero essere utili se assunte e integrate nella dieta. L'articolo trae spunto da un lavoro riportato in calce, non ha scopi di lucro nè commerciali, ma solo divulgativo/scientifici. Naturalmente queste sostanze non vanno a sostituire le normali terapie dedicate per le varie malattie oculari, ma possono essere utile coadiuvante.  Cliccando QUI trovate tutti gli articoli in tema di vitamine e elementi naturali, con i loro effetti sugli occhi. ...

dolore oculare corneale

  Dolore oculare: l'occhio che fa maleIl dolore corneale Il dolore oculare è un sintomo comune. Tra le cause di occhio che fa male c'è il dolore corneale neuropatico, spesso presente in occhio secco o esiti di traumi e chirurgia oculare, ma non solo. A volte è  una nevralgia del trigemino che è necessario trattatre.   Dolore oculare Il dolore oculare può essere causato da diverse condizioni, alcune delle principali includono: Conjuntivite: Un'infiammazione della congiuntiva, la membrana trasparente che riveste la superficie interna delle palpebre e la parte anteriore del bulbo oculare. Corpo...

Fastidio con occhiali nuovi

Fastidio degli occhiali nuovi per miopia: cause e soluzioni I nuovi occhiali per la miopia, astigmatismo, ipermetropia e progressivi possono causare mal di testa, visione appannata, senso di peso e altri fastidi e disagi.Ma quali sono le cause di questi problemi? In questo articolo, analizzeremo le ragioni per cui gli occhiali nuovi per la miopia possono essere fastidiosi e come risolvere questi problemi. Fastidio con occhiali nuovi Il passaggio dalle vecchie lenti agli occhiali nuovi può essere un'esperienza strana per chi ha la miopia, ma non solo: lo stesso vale infatti per tutti i...

Stenosi e ostruzione vie lacrimali

ostruzione e stenosi vie lacrimali Le vie lacrimali sono dei piccoli canalini deputati al drenaggio delle lacrime. Una volta infatti prodotte dalle ghiandole lacrimali, principale e accessorie, le lacrime, dopo avere eseguito le loro funzioni, vengono allontanate dalla superficie oculare attraverso questi canali, sia con meccanismo passivo, quindi per gravità, sia con meccanismo attivo, attraverso il pompaggio dell'ammiccamento delle palpebre. Leggi anche: Lavaggio canale lacrimale Cosa succede se si chiudono le vie lacrimali Le vie lacrimali a volte si possono chiudere, restringere, o...

Curcuma, rimedio naturale per gli occhi

Cucruma: cura naturale per gli occhi La curcuma è una spezia dalle proprietà antiossidanti e anti-infiammatorie, che può essere utilizzata anche per lenire le irritazioni dgli occhi e per ridurre gonfiori e rossori nella zona perioculare. Tuttavia, è importante usare la curcuma con cautela e sotto consiglio medico, poiché in alcune persone può causare allergie o irritazioni. Curare gli occhi naturalmente Proseguono i nostri approfondimenti sugli effetti dell'alimentazione nelle patologie oculari come cataratta, diabete, congiuntiviti, blefariti, occhio secco. In questo breve articolo (che...

Collirio alla ciclosporina per rosacea oculare

  Ciclosporina collirio per  rosacea oculare La rosacea oculare è una patologia infiammatoria cronica che risponde bene alla ciclosporina collirio che si usa anche in vernal keratocongiuntivite e occhio secco.   La ciclosporina collirio per la rosacea oculare Di Rosacea oculare abbiamo già parlato in altre pagine, tra le quali: Rosacea oculare Rosacea oculare e blefariti per cui riassumiamo alcuni concetti per arrivare a parlare di un ottimo collirio per rosacea, la ciclosporina, che costituisce un rimedio di II livello per i casi resistenti alle altera terapie. La ciclosporina è anche...

Microbiota intestinale e occhio secco Sjogren

 Microbiota intestinale e salute degli occhi Malattie autoimmuni oculari come il Sjogren sono legate anche  alla disbiosi intestinale. L'occhio secco, il Sjogren e l'intestino sono profondamente legate. Argomenti schematici dell'articolo Sjogren e intestino Ecco uno schema che riepiloga la relazione tra occhio secco nella sindrome di Sjögren (SS) e il microbiota intestinale: Occhio secco nella sindrome di Sjögren (SS): Sindrome di Sjögren (SS) → Malattia autoimmune sistemica che colpisce le ghiandole produttrici di umidità. Occhio secco nella SS → Ridotta produzione di lacrime a causa del...

Occhio secco e ghiandole di Meibomio: la lipidomica

Occhio secco e disfunzione ghiandole di Meibomio Meibomian gland disease Tra le principali cause di occhio secco, abbiamo scritto della disfunzione delle ghiandole di Meibomio (qui il link). Esse paiono correlate alla dislipidemia. Questo studio sulla lipodomica, una branca della metabolomica, indaga sulle correlazioni. Di metabolomica occhio secco abbiamo parlato in questa pagina (link). Questo articolo trae spunto da un lavoro di cui si riporta il link in fondo a questa pagina e non ha finalità commerciali né di lucro, ma soltanto scientifiche/divulgative. Ghiandole di Meibomio La...

Bibliografia

  1. “Cervical Spine Disorders: A Comprehensive Guide to Rehabilitation” di Rene Cailliet. Questo libro fornisce una panoramica completa delle patologie della cervicale e delle terapie di riabilitazione.

  2. “Clinical Anatomy of the Spine, Spinal Cord, and Ans” di Gregory D. Cramer e Susan A. Darby. Questo libro fornisce una descrizione dettagliata dell’anatomia della colonna vertebrale e del sistema nervoso.

  3. “Cervical Spine: Tricks and Traps: 60 Radiological Exercises for Students and Practitioners” di Jürg Hodler, Rahel A. Kubik-Huch e Gustav K. von Schulthess. Questo libro fornisce una serie di esercizi radiologici per migliorare la comprensione delle patologie della cervicale.

  4. “The Clinical Anatomy of Cervical Spine” di Francine Laporte e Robert G. Cooper. Questo libro fornisce una descrizione dettagliata dell’anatomia della cervicale e delle patologie associate.

  5. “Manual Therapy for Musculoskeletal Pain Syndromes: An Evidence and Clinical-Informed Approach” di César Fernández-de-las-Peñas, Joshua Cleland e Peter A. Huijbregts. Questo libro fornisce una descrizione dettagliata delle terapie manuali utili per il trattamento dei disturbi muscoloscheletrici, inclusi quelli della cervicale.

  6. “Textbook of Ophthalmology” di Nirmal Kumar e Arun Kumar. Questo libro fornisce una descrizione dettagliata delle patologie oculari, inclusi quelli associati a problemi cervicali.

Dott. Alberto Lanfernini – Oculista
Faenza – Ravenna –

Dot. Lanfernini Alberto

Dott.ssa Annalisa Moscariello – Oculista
Ravenna – Faenza –

Dott.ssa Annalisa Moscariello Oculista