Questo articolo  fa parte di una serie che riguarda prebiotici, probiotici e occhio, che trovate cliccando qui

Congiuntiviti batteriche
cause e sintomi

La congiuntivite batterica (BC) è un tipo comune di congiuntivite infettiva e colpisce tutti i gruppi di età umana. Si differenzia dalle altre congiuntiviti per vari aspetti, tra cui i sintomi come la presenza di secrezione giallastra e appiccicosa, l’esordio acuto, il fastidio oculare importante. Delle altre congiuntiviti, in particolare allergiche, abbiamo parlato in altra pagina (link qui). Oggi affrontiamo le congiuntiviti batteriche con un occhio particolare all’uso dei probiotici, riportando uno studio del 2020. Tutte gli articoli sulle congiuntiviti sono disponibili a questo link. La congiuntiva può essere colonizzata dai batteri provenienti dall’esterno, oppure che arrivano dal flusso sanguigno. Come avviene per altre sezioni, l’uso e abuso di antibiotici prescritti il più delle volte a occhio e senza un razionale solido alle spalle, sta portando all’aumento di resistenza batterica.
 

Antibiotici e resistenza nella congiuntiviti

L’aumento della resistenza batterica infatti sta diventando un problema sempre più grave. È stata segnalata resistenza a diverse classi di preparati antibiotici oftalmici come aminoglicosidi (es. Tobramicina), combinazioni di polimixina B, macrolidi (es. Azitromicina) e fluorochinoloni. La resistenza si manifesta per varie cause, tra cui l’uso di concentrazioni inadeguate o di  terapie non eseguite scrupolosamente. Di conseguenza viene necessario andare alla ricerca di altre terapie di supporto per queste forme infettive. I probiotici sono batteri benefici che conferiscono benefici per la salute al corpo umano se somministrati in quantità adeguate (come riportato ampiamente qui a questo link). Dei loro benefici per la salute, le caratteristiche antagoniste, le attività antivirale, le proprietà immunomodulatorie e il rafforzamento della barriera mucosa intestinale qui se ne parla in questo link, a cui rimandiamo. Qualche studio pare dimostrare che potrebbero essere utili anche nelle congiuntiviti batteriche.

Stafilococchi e congiuntiviti

Staphylococcus aureusStreptococcus pneumoniaeHaemophilus influenzaeStaphylococcus sono i più comuni patogeni di queste infezioni della congiuntiva. È ovvio che le forme possono essere date anche da altri microrganismi, come virus. Normalmente però le congiuntiviti batteriche hanno la secrezione densa giallastra e molto appiccicosa, mentre le congiuntiviti virali presentano una secrezione più lieve, trasparente, e meno densa. Le cause predisponenti alle congiuntiviti possono essere anche l’immunosoppressione, i traumi, l’interruzione della barriera dell’epitelio della cornea e della congiuntiva, e la secchezza oculare, dal momento che le lacrime contengono sostanze difensive, come le IgA. Tutte le cause dunque che indeboliscono la barriera di superficie oculare, quindi anche occhio secco o infiammazioni croniche, come le blefariti, di cui parliamo in questo link, possono predisporre a congiuntiviti. Ovviamente ci deve essere l’arrivo del patogeno o da un individuo infetto o, come detto, dal circolo ematico.

Prebiotici effetti sulle congiuntiviti 

In letteratura ci sono autori che affermano che  ceppi probiotici contenenti Lactobacillus e Bifidobacterium, hanno mostrato inibizione della crescita di S. aureus o S. epidermidis.  In futuro quindi queste terapie con gli ottici potrebbero supportare le classiche terapie antibiotiche, limitarne l’uso, e aumentarne i benefici e forse un giorno addirittura sostituirle.

Congiuntiviti e disbiosi oculare

La congiuntivite da infezioni batteriche può essere anche attribuita alla disbiosi della microflora congiuntivale nativa (microbiota oculare, qui il link). Infatti l’equilibrio della flora batterica saprofita nei vari distretti è fondamentale anche per la prevenzione delle infezioni patogene.  È importante differenziare la congiuntivite batterica da altre cause di congiuntivite perché questo facilita la corretta selezione del trattamento antibiotico. Per esempio le forme allergiche e virali non richiedono trattamenti antibiotici se non complicate da sud infezioni. 

Cura delle congiuntiviti batteriche con antibiotici in collirio

Si ritiene che l’uso di antibiotici  sia importante per la guarigione anche se la congiuntivite è spesso autorisolventesi. Gli antibiotici ad ampio spettro sembrano avere efficacia nel trattamento della congiuntivite batterica, come ifluorochinoloni (norfloxacina, ofloxacina, ciprofloxacina e levofloxacina), linezolid, vancomicina e novobiocina.  Non esiste una scelta migliore per gli antibiotici topici per il trattamento della coniguntivite, ma il costo, la disponibilità e gli effetti collaterali sono fattori importanti. La scelta quindi varia a seconda di molti fattori, non ultimo l’eventuale presenza di allergie del malato.

Effetti dei probiotici sulla salute umana e sulle congiuntiviti

Dei probiotici abbiamo parlato molto in altri paragrafi, e abbiamo detto che possiedono benefici per la salute, per l’uomo, che includono il rafforzamento del sistema immunitario, l’esclusione competitiva dei patogeni microbici (pagine relative a questo link).  Quindi se somministrati per bocca potrebbero avere effetti benefici anche sulle forme di congiuntiviti, non solo allergiche (come riportato qui), ma anche di altri tipi.

Meccanismo di azione dei probiotici per gli occhi nelle congiuntiviti
abbassamento del Ph – batteriocine
perossido di idrogeno – acido acetico

La modalità di azione dei probiotici non è del tutto definita.
un primo meccanismo potrebbe essere da ricercare nei peptidi antimicrobici secreti, ovvero le batteriocine.
Anche
l’abbassamento del pH dovuto alla produzione di acido lattico da parte dei ceppi probiotici potrebbe aver un utile ruolo.
Interessante notare che alcuni autori hanno verificato che gli estratti -privi di cellule vive- di batteri lattici e bifidobatteri contenevano acido lattico, perossido di idrogeno, acido acetico e diacetile e questi composti antimicrobici inibivano la crescita di S. aureus. In futuro queste terapie potrebbero essere di supporto per le congiuntiviti batteriche.

Uso di probiotici per le malattie oculari

Abbiamo già scritto molto in proposito in altre pagine a cui rimandiamo sull’uso dei probiotici che pare portino benefici anche in altre malattie oculistiche. Ci vorranno comunque altri studi per confermarne l’efficaci . 

Continua a leggere sui probiotici e le malattie dell’occhio 

cosmetici e malattie occhi

Trucchi, cosmetici e occhi I cosmetici possono spesso essere causa di irritazione della pelle intorno agli occhi ma anche di conguntiviti e blefariti. Le infiammazioni oculari possono essere dunque migliorate avendo alcune attenzioni. Cosmetici ipoallergenici per gli occhidermatiti allergiche da...

Cause miodesopsie – corpi mobili – distacco posteriore vitreo

Vitreo e corpi mobili vitreali.Miodesopsie e antiossidantiFisica chimica e biologia vitreale  Il corpo vitreo trasparente, che occupa circa l'80% del volume dell'occhio, è carico di numerosi antiossidanti enzimatici e non enzimatici che potrebbero proteggere l'occhio dallo stress ossidativo e...

Resveratrolo, vino, cacao, pistacchi e occhi

Resveratrolo, polifenoli, vino e cacao Proseguono i nostri articoli per la sezione botanica, elementi naturali, vitamine e occhi.  Oggi scriveremo del Resveratrolo. Molte sostanze naturali, come detto, hanno potenti azioni antinfiammatorie e antiossidanti, che potrebbero essere utili se assunte e...

Sale, ipertensione e malattie degli occhi

 ALimentazione, dieta ricca di sale e malattie oculari  La visione dell'oculistica multidisciplinare, che trovate descritta QUI,  cerca di considerare l'organismo come unico e non valuta quindi  l'occhio avulso dal resto del corpo. Questa impostazione, ovviamente, non  può prescindere anche da ciò...

Occhio pigro, ambliopia, e le visite oculistiche pediatriche per i bimbi sotto i 6 anni

visita oculistica prima dei 6 anni per tutti i bambini, anche quelli che non mostrano disturbi     Lo sviluppo degli occhi e la fase di plasticità si concludono entro i 6 anni di età. Per questo motivo è fondamentale sottoporre i bambini alle visite oculistiche già dai primi anni di vita...

blefarite: oculista o dermatologo? Blefariti eczemi dermatiti rosacea

Dermatiti da contatto - Blefariti - Eczemi da contatto - Rosacea Le blefariti sono infiammazioni delle palpebre, associate spesso a congiuntiviti, calazi, ma frequentemente anche a dermatiti. Di blefariti, delle loro cause e dei loro rimedi (anche naturali e non farmacologici), oltre che della...

Microbiota intestinale, disbiosi e malattie dell’occhio (glaucoma, occhio secco, blefariti, uveiti,diabete, degenerazione maculare)

Il microbiota intestinale e gli occhi Negli ultimi anni son stati eseguiti studi scientifici che approfondiscono i rapporti tra flora batterica intestinale (microbiota) e l'aggravarsi di varie condizioni patologiche oculari. In questa pagina trovate un riassunto di quanto scritto in maniera più...

Dermatiti intorno agli occhi e alimentazione

Dermatiti occhi e alimenti Le dermatiti, la pelle arrossata, la cute rossa intorno agli occchi enelle palpebre si associano spesso a irritazione degli occhi come blefariti e congiuntiviti. Il tutto a volte può avere una causa alimentare. Cute rossa intorno agli occhi e blefariti/congiuntiviti...

Dott. Alberto Lanfernini – Oculista
Faenza – Ravenna – Riolo Terme – Pesaro

Dot. Lanfernini Alberto

Dott.ssa Annalisa Moscariello – Oculista
Ravenna – Faenza – Pesaro

Dott.ssa Annalisa Moscariello Oculista