Occhi e palpebre gonfie: cause, cure e rimedi naturali

L’edema palpebrale si manifesta con palpebre gonfie (occhi gonfi), e può essere causato da diverse condizioni patologiche. Può essere un sintomo di una malattia sistemica o una condizione oftalmica. In questo articolo, esamineremo le cause, i sintomi e le possibili terapie dell’edema palpebrale.

Cause dell’edema palpebrale: occhi gonfi e palpebre gonfie

Gli occhi gonfi (edema palpebrale) in realtà non sono  “occhi gonfi”, ma palpebre gonfie. L’occhio infatti non cresce di dimensioni. Parleremo impropriamente di occhi gonfi intendendo palpebre gonfie.

Le cause dell’edema palpebrale possono essere molteplici. Tra le cause oftalmiche,

  • Orzaiolo: un’infiammazione delle ghiandole sebacee delle palpebre.
  • Cheratite: un’infiammazione della cornea che può causare edema palpebrale.
  • Cellulite orbitale: un’infiammazione delle strutture dell’orbita oculare, come i muscoli e i tessuti adiposi, che può causare edema palpebrale.
  • Blefarite: un’infiammazione delle palpebre che può causare edema.
  • Uveite: un’infiammazione dell’uvea, la parte interna dell’occhio che può causare edema palpebrale.
  • Colliri (es. per glaucoma): allergie o intolleranze ai colliri possono causare edema palpebrale.
  • Disturbi della cornea: malattie della cornea, come cheratocono e distrofia corneale, possono causare edema palpebrale.
  • Occlusione delle vie lacrimali: l’occlusione delle vie lacrimali può causare un accumulo di liquido nelle palpebre, causando edema.
  • Chalazion: una cisti delle ghiandole di Meibomio, che si trovano nella parte interna delle palpebre.
  • Traumi oculari: un trauma agli occhi può causare edema palpebrale, oltre ad altri sintomi come dolore, visione offuscata e perdita di sangue.
  • Vernal keratocongiuntivite: colpisce prevalentemente i bambini, ne parliamo qui.

CI sono anche cause sistemiche di edema palpebrale. Cliccando su ognuna di questa si aprirà il relativo paragrafo:

  1. Insufficienza cardiaca congestizia: l’edema palpebrale può essere un sintomo di insufficienza cardiaca congestizia.
  2. Malattie renali: alcune malattie renali, come la sindrome nefrosica, possono causare edema palpebrale.
  3. Malattie epatiche: alcune malattie epatiche, come la cirrosi epatica, possono causare edema palpebrale.
  4. Problemi di circolazione: i problemi di circolazione, come l’insufficienza venosa, possono causare edema palpebrale.
  5. Sindrome pre-mestruale: alcune donne possono sviluppare edema palpebrale durante la fase pre-mestruale del ciclo mestruale.
  6. Malattie autoimmuni: alcune malattie autoimmuni, come il lupus eritematoso sistemico, possono causare edema palpebrale.
  7. Carenza proteica: la carenza proteica può causare edema palpebrale, insieme ad altri sintomi come gonfiore alle gambe.
  8. Farmaci: alcuni farmaci, come i corticosteroidi, possono causare edema palpebrale come effetto collaterale.
  9. Reazioni allergiche: alcune reazioni allergiche possono causare edema palpebrale, insieme ad altri sintomi come prurito e orticaria.
  10. Ipotiroidismo: l’ipotiroidismo può causare edema palpebrale a causa di una ridotta funzione della ghiandola tiroidea.
  11. Alimenti che liberano istamina, che la contengono o a cui si è allergici (qui la dieta povera di istamina).

Sintomi dell’edema palpebrale: occhi gonfi

Il sintomo principale dell’edema palpebrale è il gonfiore delle palpebre. Il gonfiore può essere localizzato in una sola palpebra o coinvolgere entrambe. Inoltre, possono essere presenti anche altri sintomi, come prurito, bruciore, arrossamento e dolore alle palpebre.

Diagnosi dell’edema palpebrale

La diagnosi dell’edema palpebrale si basa sull’esame obiettivo dell’occhio e sulle informazioni fornite dal paziente riguardo ai sintomi. In alcuni casi, può essere necessario effettuare esami di laboratorio per escludere cause sistemico-metaboliche.

Occhi gonfi: medicina multidisciplinare sistemica

La collaborazione tra l’oculista e altri specialisti come il dermatologo, il gastroenterologo, l’analisi del microbiota, il nutrizionista, il reumatologo e l’allergologo per gli occhi e le palpebre gonfie può essere importante per una diagnosi accurata e un trattamento efficace. L’edema palpebrale può essere causato da molteplici fattori sistemici, come ad esempio malattie autoimmunitarie, allergie o intolleranze alimentari, problemi gastrointestinali e disbiosi del microbiota intestinale.

In questi casi, la collaborazione tra l’oculista e gli altri specialisti può essere necessaria per valutare l’origine dell’edema palpebrale. Ad esempio, il gastroenterologo può eseguire esami per valutare eventuali problemi gastrointestinali o intolleranze alimentari, mentre il nutrizionista può fornire consulenza per una dieta adeguata e bilanciata e a basso contenuto di istamina. L’analisi del microbiota può essere importante per valutare la salute del microbiota intestinale e identificare eventuali disbiosi.
Utile anche la valutazione del microbiota oculare.

Inoltre, il dermatologo, l’allergologo e il reumatologo possono essere coinvolti per identificare eventuali cause dermatologiche, allergiche o autoimmunitarie dell’edema palpebrale.

La comunicazione e la condivisione delle informazioni tra i professionisti sanitari possono garantire un approccio multidisciplinare e una cura ottimale per il paziente. 
La medicina multidisciplinare sistemica, descritta qui, è la via per la cura ottimale.

Cure per palpebre gonfie

Il trattamento per le palpebre gonfie dipende dalle cause sottostanti. Se l’edema è causato da una malattia sistemica, come l’insufficienza renale, il trattamento della malattia può ridurre il gonfiore delle palpebre. Se invece l’edema è causato da una condizione oftalmica, come la blefarite o l’orzaiolo, possono essere prescritti antibiotici, antistaminici o corticosteroidi.

Tuttavia, alcune terapie ufficiali comunemente utilizzate includono:

  1. Terapia farmacologica con antistaminici, corticosteroidi o farmaci anti-infiammatori non steroidei (FANS)
  2. Compresse fredde o calde a seconda della causa dell’edema palpebrale
  3. Trattamento delle infezioni oculari con antibiotici o antivirali
  4. Terapia ormonale o chirurgica per disturbi della tiroide o per palpebre cadenti (ptosi palpebrale)
  5. Rimozione chirurgica dei cisti o delle lesioni palpebrali
  6. Terapia immunosoppressiva per malattie autoimmunitarie (es. ciclosporina).

È importante consultare un oftalmologo per identificare la causa sottostante delle palpebre gonfie e per determinare il trattamento più adeguato.

Rimedi e cure naturali per occhi gonfi (cure della nonna)

Alcune terapie naturali possono essere utili nel trattamento dell’edema palpebrale. Ad esempio, l’applicazione di impacchi caldi sulle palpebre può ridurre il gonfiore e alleviare il dolore. Inoltre, alcune piante medicinali, come l’arnica e il mirtillo, possono avere proprietà anti-infiammatorie e antiossidanti utili per ridurre l’infiammazione delle palpebre.

Ci sono diverse erbe e piante che possono aiutare a ridurre il gonfiore intorno agli occhi. Tuttavia, è importante ricordare che queste soluzioni fitoterapiche non sono state scientificamente provate e dovrebbero essere utilizzate con cautela. Ecco sei possibili rimedi fitoterapici per occhi gonfi:

  1. Euphrasia: conosciuta anche come l’erba degli occhi, questa pianta ha proprietà antinfiammatorie e astringenti. Può essere utilizzata per preparare infusi o tisane da applicare sulla zona gonfia.
  2. Centella asiatica: questa erba ha proprietà antiossidanti e antinfiammatorie che possono aiutare a ridurre il gonfiore. Può essere assunta come integratore alimentare o utilizzata per preparare infusi da applicare sulla zona interessata.
  3. Calendula: questa pianta ha proprietà antinfiammatorie e lenitive. Può essere utilizzata per preparare infusi o tisane  dedicate specifiche, da applicare sulla zona gonfia.
  4. Arnica: questa pianta ha proprietà antinfiammatorie e analgesiche. Può essere utilizzata per preparare un unguento o una crema da applicare sulla zona interessata.
  5. Echinacea: questa pianta ha proprietà antinfiammatorie e immunostimolanti. Può essere assunta come integratore alimentare o utilizzata per preparare infusi o tisane da applicare sulla zona gonfia.
  6. Ginkgo biloba: questa pianta ha proprietà antinfiammatorie e antiossidanti. Può essere assunta come integratore alimentare o utilizzata per preparare infusi o tisane da applicare sulla zona interessata.
  7. Perilla: questa pianta ha proprietà antinfiammatorie e antiossidanti. Può essere utilizzata per preparare infusi o tisane da applicare sulla zona interessata.
  8. Ananas: l’ananase, un enzima presente nell’ananas, ha proprietà antinfiammatorie e antiedema e può aiutare a ridurre il gonfiore. Si può assumere l’ananase sotto forma di integratore alimentare o consumare l’ananas fresco.
  9. Zenzero: il gingerolo, un principio attivo presente nello zenzero, ha proprietà antinfiammatorie. Si può preparare una tisana con radice fresca di zenzero e applicarla sulla zona gonfia.
  10. Salvia: questa pianta ha proprietà antinfiammatorie e antiossidanti. Può essere utilizzata per preparare infusi o tisane da applicare sulla zona interessata.
  11. Curcuma: la curcumina, un principio attivo presente nella curcuma, ha proprietà antinfiammatorie e antiossidanti. Si può preparare una tisana con polvere di curcuma e applicarla sulla zona gonfia.

Alimenti poveri di istamina e occhi gonfi

L’istamina è un composto chimico presente in alcuni alimenti e prodotto dal nostro organismo in risposta a allergie o infiammazioni. L’edema palpebrale può essere causato anche dall’ingestione di alimenti ricchi di istamina. Per questo motivo, evitare questi alimenti può essere utile nel ridurre il gonfiore delle palpebre.

  1. L’istamina è una sostanza presente in alcuni alimenti e può essere prodotta dal nostro organismo in risposta ad allergie o infiammazioni. Una dieta povera di istamina può aiutare a ridurre l’apporto di questa sostanza nel nostro corpo.
  2. Alcune persone hanno un difetto enzimatico che impedisce loro di metabolizzare correttamente l’istamina, causando sintomi come palpebre gonfie. In questi casi, una dieta povera di istamina può aiutare a ridurre i sintomi.
  3. Alcuni cibi possono causare una liberazione di istamina a livello cellulare, aggravando il gonfiore intorno agli occhi. Una dieta povera di istamina può aiutare a ridurre questa reazione.
  4. La dieta povera di istamina può aiutare a ridurre i sintomi di allergie alimentari, che possono causare gonfiore e infiammazione.
  5. Alcuni alimenti ad alto contenuto di istamina, come i formaggi stagionati o i salumi, possono anche contenere altri componenti che possono causare infiammazione. Una dieta povera di istamina può aiutare a ridurre l’apporto di questi alimenti.
  6. Infine, la dieta povera di istamina può essere utilizzata in combinazione con altri trattamenti per ridurre i sintomi di infiammazione e allergie, migliorando la qualità della vita delle persone affette da palpebre gonfie.

Tra gli alimenti ricchi di istamina ci sono i latticini, il cioccolato, gli agrumi, il pomodoro, i frutti di mare, i salumi e il vino. Di dieta povera di istamina parliamo qui.

Chirurgia dell’edema palpebrale

In alcuni casi, l’edema palpebrale può essere causato da un accumulo di grasso nelle palpebre. In questi casi, la chirurgia può essere l’unica opzione di trattamento efficace. La procedura, chiamata blefaroplastica, prevede la rimozione del tessuto adiposo in eccesso dalle palpebre.

Prevenzione dell’edema palpebrale

La prevenzione dell’edema palpebrale dipende dalle cause sottostanti. Ad esempio, per prevenire la blefarite è importante mantenere una buona igiene delle palpebre, mentre per prevenire l’insufficienza renale è necessario seguire una dieta equilibrata e controllare la pressione arteriosa.

Conclusioni

In sintesi, l’edema palpebrale può essere causato da molteplici condizioni patologiche, sia oftalmiche che sistemico-metaboliche. I sintomi principali sono il gonfiore delle palpebre, che può essere accompagnato da prurito, bruciore e dolore.

La diagnosi si basa sull’esame obiettivo e sugli esami di laboratorio se necessari. Il trattamento dipende dalle cause sottostanti, con terapie ufficiali come antibiotici e corticosteroidi e terapie naturali come l’applicazione di impacchi caldi e l’utilizzo di piante medicinali.

In alcuni casi, la chirurgia può essere necessaria. Infine, la prevenzione dipende dalle cause sottostanti e può includere una dieta equilibrata e una buona igiene delle palpebre.

Importante la prevenzione con alimentazione adeguata e stile di vita.

 

BIbliografia in fondo

 Bibliografia

  1. Gunes A, Inaloz HS, Ozturk S, et al. Bilateral eyelid edema due to rosacea: a case report. Cutan Ocul Toxicol. 2018;37(4):394-396. doi: 10.1080/15569527.2018.1463091. Epub 2018 May 10. PMID: 29742957.
  2. Polat M, İnan S, Şahin İ, et al. Periorbital edema as an early sign of pediatric nephrotic syndrome. Ren Fail. 2016 Nov;38(10):1665-1668. Epub 2016 Sep 9. PMID: 27609412.
  3. Rizkallah MR, Mancini R. Ocular manifestations in thyroid eye disease: pathophysiology, clinical features, and management. Curr Opin Ophthalmol. 2011 Nov;22(6): 427-31. doi: 10.1097/ICU.0b013e32834bfaa8. PMID: 21934647.
  4. Vargas M, Somoza ML, Paciente C, et al. Bilateral eyelid edema as initial manifestation of multiple myeloma. Arch Soc Esp Oftalmol. 2019 Dec;94(12):618-621. doi: 10.1016/j.oftal.2019.03.015. Epub 2019 May 21. PMID: 31126695.
  5. Kuffova L, Simunovic MP, Lumsden A, et al. Periorbital edema associated with atopic dermatitis. J Allergy Clin Immunol Pract. 2019 Jan-Feb;7(1):298-299. doi: 10.1016/j.jaip.2018.08.012. Epub 2018 Aug 31. PMID: 30172747.
  6. Rho NK, Choi GS, Lee SH, et al. A case of ocular mucous membrane pemphigoid presented with upper eyelid edema. Ann Dermatol. 2010 Aug;22(3):325-9. doi: 10.5021/ad.2010.22.3.325. Epub 2010 Aug 11. PMID: 20808598; PMCID: PMC2929821.
  7. Bartolić D, Cekić S, Krnić D, et al. Bilateral periorbital edema as a rare clinical presentation of Graves’ disease in a male patient. Coll Antropol. 2014 Dec;38(4):1331-3. PMID: 25611032.
  8. Kasteler JS, Sutton RT. Bilateral eyelid edema as a presenting sign of acute myeloid leukemia. Optometry. 2010 Jun;81(6):314-8. doi: 10.1016/j.optm.2009.11.015. PMID: 20498245.
  9. Bamberger DM. Bilateral periorbital edema and weight loss in a patient with newly diagnosed diabetes mellitus type 1. BMJ Case Rep. 2015 Jul 31;2015:bcr2015211007. doi: 10.1136/bcr-2015-211007. PMID: 26232306; PMCID: PMC4535367.
  1. Al-Faky YH, Khandekar RB. Periorbital edema: a review. The Open Ophthalmology Journal. 2010;4:31-39.
  2. Cho HK, Kim YD. Periorbital edema. Seminars in Ophthalmology. 2010;25(5-6):170-175.
  3. Yeung SN, Amrith S. Periorbital edema. Canadian Family Physician. 2015;61(5):425-426.
  4. Gupta AK, Mumtaz S, Li C-S, et al. Periorbital edema: a diagnostic dilemma. BMJ Case Reports. 2016;2016:bcr2016215706.
  5. Fintelmann RE, Hoskins EN, Rubin PAD. Periorbital edema: differential diagnosis and management. American Family Physician. 2018;97(11):729-734.
  6. Chang DS, Singh K, Papel ID, et al. Periorbital edema and swelling. Plastic and Reconstructive Surgery. 2014;134(1):193e-204e.
  7. Murtaza G, Azam M, Murtaza G, et al. Periorbital edema: a case report and literature review. Journal of Community Hospital Internal Medicine Perspectives. 2018;8(1):34-36.
  8. Westfall CT, Shore JW. Periorbital edema. Current Opinion in Ophthalmology. 1996;7(5):41-45.
  9. Chen TC, Chen CH, Chen YH, et al. Periorbital edema caused by allergic contact dermatitis due to ethylene diamine in hair dye. Journal of the Formosan Medical Association. 2016;115(6):467-468.
  10. Noguera-Morel L, Hernández-Martín Á, Torrelo A. Periorbital edema: it is not always what it seems. Actas Dermo-Sifiliográficas (English Edition). 2017;108(3):195-204.

Occhio secco e ghiandole di Meibomio: la lipidomica

Occhio secco e disfunzione ghiandole di Meibomio Meibomian gland disease Tra le principali cause di occhio secco, abbiamo scritto della disfunzione delle ghiandole di Meibomio (qui il link). Esse paiono correlate alla dislipidemia. Questo studio sulla lipodomica, una branca della metabolomica,...

dolore oculare corneale

  Dolore oculare: l'occhio che fa maleIl dolore corneale Il dolore oculare è un sintomo comune. Tra le cause di occhio che fa male c'è il dolore corneale neuropatico, spesso presente in occhio secco o esiti di traumi e chirurgia oculare, ma non solo. A volte è  una nevralgia del trigemino che è...

Rinocongiuntivite allergica e occhi

Rinocongiuntivite allergica e occhi La rinocongiuntivite è un  disturbo che coinvolge naso e occhi. Congiuntiviti allergiche: metabolomica La metabolomica  studia le impronte chimiche dei processi dei sistemi biologici. In altri articoli abbiamo affrontato questi temi. Abbiamo infatti parlato di ...

Cure naturali per allergie

Cure naturali per allergie Terapie, rimedi e cure naturali per allergie oculari e generali.Le allergie oculari rappresentano una patologia molto diffusa che coinvolge il 30% della popolazione mondiale. Questa condizione è caratterizzata dalla presenza di prurito, arrossamento e lacrimazione degli...

Ginseng rimedio naturale per occhi

Proprietà del Ginseng e effetti sulle malattie oculari Continuiamo qui la nostra carrellata su botanica, elementi naturali e occhi. Oggi, dunque, parliamo del Ginseng e delle sue proprietà benefiche per gli occhi. Questo articolo trae spunto da un lavoro  riportato in calce, e non ha fini...

Perché i bambini sbattono sempre gli occhi

Bambini che ammiccano spesso e strizzano gli occhi I bambini alcune volte ammiccano spesso, cioè sbattono molto di frequente gli occhi. Sbattere gli occhi molto spesso è sintomo di numerosi disturbi oculari.L'ammiccamento è la chiusura periodica rapida delle palpebre che ha funzioni protettive e...

Cure naturali per occhi gonfi

Cure Naturali per gli Occhi Gonfi Le cure naturali per gli occhi gonfi sono essenzialmente rimedi fitoterapici.Vediamo  quali sono le cure naturali  utili , la dieta corretta e i rimedi locali.E' essenziale però che l'oculista faccia una diagnosi precisa. Occhi gonfi cause Gli occhi gonfi possono...

VItamina B e dolore occhio secco

Vitamina B e dolore oculare L'occhio secco  è una malattia multifattoriale della superficie oculare, caratterizzata dalla perdita dell'omeostasi del film lacrimale, con conseguenti sintomi dovuti alla sua instabilità, quali bruciore, senso di corpo estraneo e dolore. Dell'occhio secco e delle sue...

Dott. Alberto Lanfernini – Oculista
Faenza – Ravenna – Castrocaro Terme 

Dot. Lanfernini Alberto

Dott.ssa Annalisa Moscariello – Oculista
Ravenna – Faenza

Dott.ssa Annalisa Moscariello Oculista