Cause di distacco di vitreo

Il distacco di vitreo si presenta molto di frequente e causa miodesopsie, corpi mobili, e altri sintomi.

Distacco di vitreo: sintomi

 La comparsa di ombre nel campo visivo, mobili e semitrasparenti (miodesopsie) e i flash luminosi sono un sintomo molto comune e possono indicare la comparsa di distacco di vitreo.

Il distacco del vitreo è un evento comune che può verificarsi nell’occhio umano. Il vitreo è una sostanza gelatinosa che riempie lo spazio all’interno dell’occhio e aiuta a mantenerlo in forma. Nel corso del tempo, il vitreo può iniziare a staccarsi dalla retina, il tessuto sensibile alla luce che ricopre la parte posteriore dell’occhio. Ciò può causare sintomi come mosche volanti, flash di luce e persino perdita della visione se non trattato correttamente. In questo articolo, esamineremo le cause del distacco del vitreo e i fattori di rischio associati. Inoltre, discuteremo le opzioni di trattamento disponibili per gestire questa condizione e prevenire eventuali complicazioni a lungo termine.

 Le cause cliniche di miodesopsie le trovate invece in questa pagina, meno tecnica e più divulgativa di questa che state leggendo (QUI). 

In questa pagina analizzeremo le cause di distacco di vitreo in maniera più approfondita rispetto agli altri articoli.

Leggi anche:

 Le cause cliniche di miodesopsie le trovate invece in questa pagina, meno tecnica e più divulgativa di questa che state leggendo (QUI).        

Distacco di vitreo e età

Il distacco del vitreo può essere causato da diversi fattori, tra cui:

  1. Età: Il distacco del vitreo è più comune negli individui di età superiore ai 50 anni.
  2. Miopia: Le persone con miopia, ovvero una condizione in cui gli oggetti distanti appaiono sfocati, possono avere un rischio maggiore di sviluppare un distacco del vitreo.
  3. Traumi all’occhio: I traumi all’occhio possono causare il distacco del vitreo, soprattutto se il trauma è stato grave o se è stato inflitto alla testa.
  4. Chirurgia oculare: Alcuni tipi di interventi chirurgici dell’occhio, come la rimozione della cataratta, possono aumentare il rischio di distacco del vitreo.
  5. Malattie degli occhi: Alcune malattie oculari, come la retinopatia diabetica, possono aumentare il rischio di sviluppare un distacco del vitreo.
  6. Uso di farmaci: L’uso di alcuni farmaci, come gli steroidi, può aumentare il rischio di sviluppare un distacco del vitreo.
  7. Disidratazione: per esempio dopo un parto o una emorragia, o per dismetabolismi.

La vecchiaia è il principale fattore di rischio

La causa principale di distacco di vitreo, sembra strano ma è la realtà, è la vecchiaia, e non è un modo di dire. I processi infatti degenerativi sulle strutture dell’organismo che avvengono con il passare del tempo alterano la struttura vitreale.
Il vitreo è adeso alla retina in alcuni punti, la base vitreale, il margine del disco ottico, la macula e i vasi sanguigni periferici.  Ci sono alcune alterazioni della struttura vitreale (spiegate nella pagina delle biochimica del vitreo, link qui), come sineresi (aggregazione) e sincisi (liquefazione). Nel video in questa pagina si può vedere un esempio di quanto si può osservare in casi piuttosto evidenti.
E’ possibile che alcune sostanze nutrienti rallentino i processi degenerativi

Distacco di vitreo spontaneo e secondario

Il distacco vitreale può essere spontaneo o causato da altri fattori. Ad esempio la chirurgia della cataratta, con il suo traumatismo locale, può favorirlo, così come la fotocoagulazione, i traumi, le uveiti. Anche la capsulotomia laser per cataratta secondaria, di cui parliamo qui, può avere la conseguenza di comparsa di corpi mobili vitreali e distacco di vitreo. Al distacco possono seguire emorragie retiniche per rotture di vasi e rotture della retina. Il 50%/70% dei distacchi di vitreo con emorragie si associa a lesioni retiniche. Solo circa il 10% dei pazienti senza emorragie presenta lacerazioni retiniche.

Leggi anche:

Distacco di vitreo e vecchiaia

Dicevamo come l’età sia il principale fattore di rischio. Dopo i 50 anni ben il 53% circa dei soggetti presenta DPV. Questa percentuale aumenta sino alla ottava decade, quando  ben il 63% avrebbe distacco di vitreo.

Distacco di vitreo e sesso femminile

Nelle donne il distacco di vitreo ha una evoluzione più rapida che negli uomini, a parità di età.

Leggi anche:

Miopia e distacco di vitreo

Sappiamo che i miopi hanno l’occhio più lungo del normale. Questo di conseguenza porta a alterazioni del vitreo che deve crescere in maniera anomala. Gli occhi con miopia elevata, più lunghi di 30mm, hanno più possibilità di soffrire di distacco di vitreo.

Leggi anche:

Menopausa

La mancanza di estrogeni porta a sofferenza vitreali. Ne consegue che le terapie con estrogeni possono avere effetto protettivo.

Leggi anche:

Distacco di vitreo e farmaci

Alcuni farmaci possono aumentare il rischio di distacco del vitreo, soprattutto se assunti per un lungo periodo di tempo. Tra questi farmaci ci sono:

  1. Corticosteroidi: Gli steroidi possono aumentare il rischio di sviluppare un distacco del vitreo a causa del loro effetto sul tessuto connettivo dell’occhio.
  2. Terapia ormonale sostitutiva (TOS): Le donne che assumono la TOS, soprattutto quelle di età superiore ai 60 anni, possono avere un rischio maggiore di sviluppare un distacco del vitreo.
  3. Anticoagulanti: L’uso di anticoagulanti può aumentare il rischio di sanguinamento nell’occhio, il che può aumentare il rischio di distacco del vitreo.
  4. Antidepressivi: Alcuni antidepressivi possono aumentare il rischio di distacco del vitreo, soprattutto se assunti a lungo termine.
  5. Antipsicotici: Alcuni antipsicotici possono aumentare il rischio di distacco del vitreo, soprattutto se assunti a lungo termine.
  6. Diuretici: L’uso di diuretici può causare un’alterazione dei livelli di fluidi nell’occhio, che può aumentare il rischio di distacco del vitreo.

Leggi anche:

Vitamina B6 e vitreo

La vitamina B6 ha effetto antiestrogeno, quindi può aumentare l’incidenza di distacco vitreale. In questa pagine parliamo di occhi e vitamine (link) e dell’equilibrio che una corretta alimentazione porta all’organismo in toto, occhi compresi.

Leggi anche:

Infiammazione e distacco di vitreo

Infiammazioni di vecchia data portano ovviamente a proliferazione cellulare e fibrosi (qui le infiammazioni oculari). Le fibrosi vitreali possono operare trazioni sulla retina. E’ necessario dunque evitare infiammazioni oculari interna e trattarle prontamente.

Leggi anche:

Traumi e distacco di vitreo

I traumi ovviamente possono operare scuotimenti diretti e indiretti del vitreo, con conseguente alterazione di struttura che porta a miodesopsie, corpi mobili e distacco vitreale. Inutile ribadire l’importanza di evitare traumi, come anche semplici pallonate se si è predisposti a vitreopatie.

Leggi anche:

Stress e distacco di vitreo

Lo stress è implicato in numerose condizioni patologiche, poiché altera la PNEI. Di questo parliamo in questo altro articolo (link) in cui analizziamo come lo stress possa concorrere nella genesi del distacco di vitreo.

Leggi anche:

Bere poco, disidrtazione e distacco di vitreo

La disidratazione del vitreo può aumentare il rischio di distacco del vitreo, poiché il gel vitreo diventa più denso e contratto, il che può causare una maggiore separazione tra il gel vitreo e la retina. In alcuni casi, questo aumento della separazione può portare alla rottura della retina o alla trazione della retina, il che può causare un distacco del vitreo.

La disidratazione sistemica si verifica quando il corpo non ha abbastanza acqua per funzionare correttamente. Ci sono diverse cause di disidratazione sistemica, tra cui:

  1. Scarso apporto di liquidi: Bere meno liquidi di quelli necessari può portare alla disidratazione sistemica. Ciò può accadere se una persona non beve abbastanza acqua o se perde troppo liquido attraverso la sudorazione, la diarrea o il vomito.

  2. Eccessiva perdita di sali: La disidratazione sistemica può anche verificarsi quando il corpo perde troppi sali, come il sodio e il potassio, attraverso la sudorazione o l’urina.

  3. Malattie: Alcune malattie, come il diabete o la sindrome da insufficienza renale cronica, possono causare disidratazione sistemica.

  4. Farmaci: Alcuni farmaci, come diuretici, lassativi o farmaci antinfiammatori non steroidei (FANS), possono causare disidratazione sistemica.

La disidratazione sistemica può avere conseguenze anche sull’occhio. Quando il corpo è disidratato, il gel vitreo all’interno dell’occhio può diventare più denso e contratto, aumentando il rischio di distacco del vitreo.

Distacco di vitreo e chirurgia

Gli interventi chirurgici possono portare a varie modifiche del vitreo. In particolare sia le manovre sul cristallino, come intervento di cataratta e yag laser, che anche la LASIK e altri. Dopo l’intervento di cataratta c’è una alterazione della viscosità del vitreo vicino alla retina (opposto alla condizione di normalità), modifica del proteoma vitreale, destabilizzazione vitreale e cambiamenti reologici del vitreo. Anche i laser retinici portano a modificazioni, così come la criografia retinica.

Distacco di vitreo e diabete

Nella retinopatia diabetica si possono formare dei neovasi che trovano sostegno per la crescita nei fattori angiogenetici contenuti nel vitreo e nella ialoide vitreale, che funge da impalcatura. Di conseguenza in pazienti diabetici con distacco di vitreo completo c’è un impedimento della neovascolarizzazione.

Leggi anche:

Distacco di vitreo, entità complessa

Da quanto scritto sopra risulta quindi evidente che le semplificazioni non sono utili in medicina. Il distacco di vitreo è una entità complessa che necessita di approfondimento anche sulle cause, essendo spesso derivato non solo da traumi ma anche da squilibri elettrolitici o stati psicogeni.  Invitiamo alla lettura degli altri articoli in merito che trovate nel box in fondo alla pagina. Prima di concludere ricordiamo che, essendo il vitreo una palletta di acqua, gelatina, sali minerali  e antiossidanti, l’equilibrio idroelettrolitico che garantisce una sana alimentazione è fondamentale arma preventiva.

 

Leggi anche:

Di tutti gli altri aspetti del distacco di vitreo, corpi mobili, miodesopsie  e floaters parliamo in numerosi articoli che potete trovare cliccando qui o nel box in basso.

 

 

 

 

Le noci di mare sono trasparenti, e possono essere assimilate ai corpi mobili del vitreo. Esse quando vengono attraversate dalla luce proiettano la loro ombra sul fondo, come appunto le miodesopsie proiettano la loro ombra sulla retina. Un osservatore sulla riva non vede le noci di mare ma vede benissimo le loro ombre. Analogamente a volte anche l’oculista non identifica il corpo mobile del vitreo (i distacchi del vitreo invece si vedono più chiaramente) anche se il paziente percepisce nettamente un’ombra.

oct con distacco di vitreo

Blefariti, orzaioli e calazi cura e prevenzione

cure di blefariti, orzaioli, calaziosi ricorenti (cosa fare e come curarli) Blefariti e calazi, cura e prevenzione. Alimentazione  e dieta per blefariti.Spesso le blefariti e le blefarocongiuntiviti sono associate a calazi e a malattie della pelle come la rosacea o dermatiti. Inoltre l'intestino e la disbiosi intestinale sono un fattore che entra nella patogenesi delle blefariti.La cura delle blefariti dunque è complessa. Cura e prevenzione delle blefariti e dei calazi Blefariti e calazi, processi infiammatori delle ghiandole lacrimali palpebrali, affliggono molte persone. In questo articolo...

Ciclosporina in Vernal e Occhio Secco (dry eye)

La ciclopsorina collirio come terapia nelle Cheratocongiuntiviti Vernal e NELLA SINDROME DA OCCHIO SECCO Il collirio a base di ciclosporina è una ottima soluzione per alcune malattie oculari, come la sindrome da occhio secco, la vernal cheratocongiuntivite (VKC) la rosacea oculare. Si tratta di un collirio galenico, cioè preparato da alcune farmacie direttamente, anche se ora è presente un costosissimo (per l'ssn) preparato commerciale la cui prescrizione è possibile solo in reparti ospedalieri. Di seguito andiamo a capire di cosa parliamo analizzando la ciclosporina collirio più da vicino....

Autosiero (collirio con siero autologo)

L'autosiero contro l'occhio seccosiero autologo e siero eterologo collirio In questo articolo parleremo dell'autosiero (o siero collirio autologo), un derivato del sangue (emocomponente) molto utile per la terapia di alcune condizioni patologiche della superficie oculare. Siero collirio Il siero autologo, chiamato anche autosiero, è uno speciale collirio ottenuto tramite la centrifugazione del proprio sangue (che viene normalmente prelevato come per gli esami di laboratorio ematici), e contiene diversi fattori di crescita, tra cui fibronectina e vitamine che contribuiscono all’integrità...

Occhio pigro, ambliopia, e le visite oculistiche pediatriche per i bimbi sotto i 6 anni

Ambliopia e occhio pigro L'ambliopia, o occhio pigro, deriva dal mancato sviluppo della capacità visiva nelle prime fasi della vita.Sono dunque necessarie per la prevenzione visite oculistiche pediatriche sotto i 6 anni.   visita oculistica prima dei 6 anni per tutti i bambini, anche quelli che non mostrano disturbi Lo sviluppo degli occhi e la fase di plasticità si concludono entro i 6 anni di età. Per questo motivo è fondamentale sottoporre i bambini alle visite oculistiche già dai primi anni di vita in modo da poter diagnosticare precocemente eventuali anomalie di sviluppo della vista e...

Asse intestino occhio (1): microbiota e immunità

Asse intestino-occhio L'intestino e il microbiota intestinale sono collegati anche agli occhi. Il legame tra microbiota intestinale e occhi è detto "asse intestino-occhi" Microbiota intestinale e occhi Uno dei motivi di fondo delle pagine di questo sito è l'importanza della alimentazione legata alla salute degli occhi, come trovate spiegato in questa pagina. L'alimentazione del resto influisce profondamente sul microbiota intestinale e recenti correnti scientifiche affermano che il mantenimento della salute umana è fortemente dipendente dal microbiota intestinale e dalla sua funzione...

Fastidio con occhiali nuovi

Fastidio degli occhiali nuovi per miopia: cause e soluzioni I nuovi occhiali per la miopia, astigmatismo, ipermetropia e progressivi possono causare mal di testa, visione appannata, senso di peso e altri fastidi e disagi.Ma quali sono le cause di questi problemi? In questo articolo, analizzeremo le ragioni per cui gli occhiali nuovi per la miopia possono essere fastidiosi e come risolvere questi problemi. Fastidio con occhiali nuovi Il passaggio dalle vecchie lenti agli occhiali nuovi può essere un'esperienza strana per chi ha la miopia, ma non solo: lo stesso vale infatti per tutti i...

visita ortottica e traning ortottico

Visita ortottica a cosa serve e come si esegue La valutazione ortottica riveste un ruolo fondamentale nello studio dei muscoli oculari e dell’equilibrio visivo sia nel bambino che nell’adulto. Proprio per questo il si consiglia questo tipo di esame assolutamente non invasivo ogni volta che sospetta la possibile presenza di disturbi visivi dovuti ad uno squilibrio della collaborazione tra i 2 occhi. visita ortottica nei bimbi La valutazione ortottica ha un ruolo importante di prevenzione e monitoraggio nello sviluppo visivo del bambino in quanto contribuisce a valutare lo sviluppo della...

Dieta priva di istamina per congiuntiviti allergiche alimentari

Allergie agli occhi e alimenti La dieta priva di istamina migliora spesso le congiuntiviti e le blefariti associate ad allergie alimentari o che hanno la causa in alcuni cibi.Ridurre l'istamina assunta con i cibi può aiutare a migliorare i sintomi delle infiammazioni oculari. Allergie agli occhi e alimenti- sintomi e cure Prima di leggere questo articolo che parla di allergie, occhi e legame con gli alimenti, consigliamo la lettura della pagina relativa all'inquadramento generale delle allergie oculari, che trovate in questo link. L'importanza della dieta corretta per gli occhi è descritta...

Blefarite cronica e calaziosi ricorrente

Blefariti cronica e calaziosi ricorrente Blefarite e calazi sono spesso associate.Blefarite cronica è una blefarite che non passa  e tende e persistere e riacutizzarsi periodicamente, producendo spesso anche calazi. Blefariti e calazi La blefarite cronica e il calazio sono due patologie oculari relativamente comuni che possono essere molto fastidiose per chi ne soffre. Vediamo quindi di approfondire i paragrafi richiesti. Blefarite cronica e blefarite acuta La blefarite acuta è una forma di infiammazione delle palpebre che si manifesta improvvisamente e può causare sintomi come rossore,...

Lenti a contatto microbiota oculare

le lenti a contatto alterano il microbiota oculare Il microbiota è la comunità di batteri che vive in un luogo. Anche la superficie oculare ha un suo proprio microbiota, che deve rimanere in equilibrio con il sistema immunitario dell'organismo. Numerosi sono gli stimoli che possono influenzare la composizione del microbiota oculare. In questo articolo parliamo delle lenti a contatto e del loro rapporto con il microbiota oculare. La lente a contatto interagisce con la superficie oculare e altera il microbiota Nonostante si creda che le lenti a contatto siano innocue, in realtà non è proprio...

Il glaucoma è ereditario?

Il glaucoma è ereditario? Il glaucoma può essere ereditario, come anche miopia, altre patologie oculari, e non solo e non solo oculari.Cosa fare per prevenire il glaucoma ereditario. Ereditarietà del glaucoma: un'analisi della letteratura scientifica Il glaucoma è una patologia oculare con carattere ereditario, che colpisce il nervo ottico, provocando una progressiva perdita della vista se non correttamente curato. La sua causa principale è un aumento della pressione intraoculare, ma la malattia può manifestarsi anche in pazienti con pressione oculare normale. Uno dei fattori che spesso...

Blefariti, orzaioli e calazi cura e prevenzione

cure di blefariti, orzaioli, calaziosi ricorenti (cosa fare e come curarli) Blefariti e calazi, cura e prevenzione. Alimentazione  e dieta per blefariti.Spesso le blefariti e le blefarocongiuntiviti sono associate a calazi e a malattie della pelle come la rosacea o dermatiti. Inoltre l'intestino e...

Ciclosporina in Vernal e Occhio Secco (dry eye)

La ciclopsorina collirio come terapia nelle Cheratocongiuntiviti Vernal e NELLA SINDROME DA OCCHIO SECCO Il collirio a base di ciclosporina è una ottima soluzione per alcune malattie oculari, come la sindrome da occhio secco, la vernal cheratocongiuntivite (VKC) la rosacea oculare. Si tratta di un...

Autosiero (collirio con siero autologo)

L'autosiero contro l'occhio seccosiero autologo e siero eterologo collirio In questo articolo parleremo dell'autosiero (o siero collirio autologo), un derivato del sangue (emocomponente) molto utile per la terapia di alcune condizioni patologiche della superficie oculare. Siero collirio Il siero...

Vedere flash e lampi di luce

Vedere flash e lampi di luce Il vedere lampi di luce e flash è un fenomeno visivo spesso descritto come comparsa  brevi scintille di luce che possono apparire improvvisamente nell'ambito del campo visivo. Questi sintomi possono variare in intensità e durata e possono essere associati a una serie...

Occhi rossi in piscina: cause, rimedi e cosa fare

Occhi rossi in piscina: cause, rimedi e cosa fare Gli occhi rossi in piscina sono un problema comune in adulti e bambini. Vediamo le cause di occhi rosi in piscina, i  rimedi e cosa si può fare. Occhi rossi in piscina La comparsa di occhi rossi in piscina è un fenomeno comune che può essere...

Probiotici rimedio naturale per allergie occhi

Probiotici occhi per allergie I probiotici sono utile anche per gli occhi, secondo gli ultimi studi in letteratura. L'azione che hanno sul microbiota intestinale porta conseguenze positive anche per i pazienti che hanno disturbi come le allergie oculari. Probiotici per allergie oculari In questo...

Occhiaie e borse sotto gli occhi

Occhiaie  e borse sotto gli occhi Le occhiaie sono spesso associate a borse sotto gli occhi.Cause,  cure, rimedi naturali per le occhiaie e le borse sotto gli occhi. Cosa sono le occhiaie e le borse sotto gli occhi Le occhiaie si riferiscono a quelle antiestetiche macchie scure o gonfie che si...

Cause miodesopsie – corpi mobili – distacco posteriore vitreo

Vitreo e corpi mobili vitreali.Miodesopsie e antiossidantiFisica chimica e biologia vitreale  Il corpo vitreo trasparente, che occupa circa l'80% del volume dell'occhio, è carico di numerosi antiossidanti enzimatici e non enzimatici che potrebbero proteggere l'occhio dallo stress ossidativo e...

6-Allergie a novembre/dicembre: gli acari

Allergie occhi in inverno:novembre e dicembre A volte nei mesi invernali ci possono essere forme allergiche oculari. Non è rara la congiuntivite allergica invernale Allergie oculari autunno/inverno Prima di leggere questo articolo consigliamo la lettura della pagina relativa all'inquadramento...

Artemisia e assenzio rimedi naturali per gli occhi

 Artemisia e assenzio I composti botanici e gli estratti dalle piante sappiamo che possono essere utili in alcune patologie oculari come cataratta, diabete, congiuntiviti, blefariti, occhio secco.  In questa pagina parleremo della Artemisia o  Assenzio maggiore e dei suoi dimostrati effetti...

Fastidio con occhiali nuovi

Fastidio degli occhiali nuovi per miopia: cause e soluzioni I nuovi occhiali per la miopia, astigmatismo, ipermetropia e progressivi possono causare mal di testa, visione appannata, senso di peso e altri fastidi e disagi.Ma quali sono le cause di questi problemi? In questo articolo, analizzeremo...

Riferimenti bibliografici:

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/books/NBK563273/

Ankamah, E .; Sebag, J .; Ng, E .; Nolan, JM Vitreous Antiossidanti, Degenerazione e Vitreo-Retinopatia: Exploring the Links. Antiossidanti 2020 , 9 , 7. https://doi.org/10.3390/antiox9010007
https://www.mdpi.com/2076-3921/9/1/7/htm
© 2019 dagli autori. Licenziatario MDPI, Basilea, Svizzera. Questo articolo è un articolo ad accesso aperto distribuito secondo i termini e le condizioni della licenza Creative Commons Attribution (CC BY) (http://creativecommons.org/licenses/by/4.0/ ).https://www.mdpi.com/openaccess
Johnson MW. Distacco vitreo posteriore: evoluzione e complicazioni delle sue prime fasi. Sono J Ophthalmol. 2010 Mar; 149 (3): 371-82.e1
Hayashi K, Sato T, Manabe SI, Hirata A. Differenze legate al sesso nella progressione del distacco vitreo posteriore con l’età. Ophthalmol Retina. 2019 Mar;
Milston R, Madigan MC, Sebag J. Vitreous floater: eziologia, diagnostica e gestione. Surv Ophthalmol. 2016 marzo-aprile; 61 (2): 211-27.
Bond-Taylor M, Jakobsson G, Zetterberg M. Distacco del vitreo posteriore: prevalenza e fattori di rischio per le lacrime retiniche. Clin Ophthalmol. 2017; 11 : 1689-1695.
 Marrone GC, Marrone MM, Fischer DH. Fotopsie: una chiave per la diagnosi. Oftalmologia. 2015 Oct; 122 (10)

Dott. Alberto Lanfernini – Oculista
Faenza – Ravenna – Pesaro

Dot. Lanfernini Alberto

Dott.ssa Annalisa Moscariello – Oculista
Ravenna – Faenza – Pesaro

Dott.ssa Annalisa Moscariello Oculista