Occhio secco e dolore agli occhi

L’occhio secco è una frequente malattia infiammatoria della superficie oculare, che può influenzare negativamente la qualità della vita di chi ne è affetto. La disfunzione infatti della unità di funzione lacrimale, altera la composizione delle lacrime e altera l’omeostasi della superficie oculare. Tra i sintomi dell’occhio secco, oltre al bruciore, la vista appannata e fluttuante, il fastidio continuo, fotofobia, c’è anche il dolore. In questo paragrafo cercheremo di capire da dove trae origine questo sintomo. Tra le cause di occhio secco ricordiamo le malattie reumatologiche, varie condizioni ormonali, tireopatie, abuso di lenti a contatto, allergie, esposizione a fattori infiammatori ambientali (ne parliamo diffusamente QUI).

Cause di dolore nella malattia dell’occhio secco

Il dolore della superficie oculare è un sintomo principale dell’occhio secco cronico ed è spesso la ragione per cui i pazienti si rivolgono all’oculista. Spesso non vi è correlazione tra l’entità della lacrimazione e il dolore riferito, lasciando perplessità in sede di visita al medico. Sebbene non confermato, dunque, il disagio della superficie oculare può essere una neuropatia sensoriale causata da stimolazione ripetuta delle fibre nervose corneali periferiche. È stato dimostrato, infatti, che assoni mielinizzati e non mielnizzati di piccolo diametro sono presenti nella cornea e sono potenziali bersagli di disturbi dei nervi periferici. Quindi, una volta che si è innescato il circolo infiammatorio, i mediatori infiammatori rilasciati nei tessuti e nei nervi danneggiati possono stimolare eccessivamente la fine del dolore, portando il fine allo sviluppo di una sensibilizzazione centrale. Il rilascio di fattori associati all’odore infiammatorio, come neuropeptidi, citochine infiammatorie, anticorpi specifici per gangliosidi e cellule infiammatorie infiltranti sono ben documentati nella sindrome dell’occhio secco, e sono proprio questi mediatori lo stimolo cronico principale che determina la sintomatologia, anche dolorosa.

Allodinia e occhio secco

Allodinia è il dolore suscitato da uno stimolo che normalmente non produce dolore. Negli esperimenti con i murini, si dimostra chiaramente come ci sia questa allodinia tattile del ramo infraorbitario del nervo mascellare (trigemino). Il dolore neuropatico associato a disfunzione lacrimale può anche essere più comune nei pazienti con disfunzione lacrimale di quanto attualmente si possa pensare. Infatti non è raro che i pazienti con instabilità lacrimale cronica sviluppino sintomi di irritazione sproporzionati alla gravità apparente della loro malattia epiteliale corneale. In questi casi pare che un certo effetto benefico possa averlo l’assunzione di vitamina B (qui articolo su Effetti benefici della vitamina B su occhio secco).

Occhio secco
Rimedi per il dolore occhio secco e intestino

La terapia del dolore per l’occhio secco passa naturalmente nella cura delle condizioni di base. Nelle forme lievi di occhio secco si usano prevalentemente lacrime artificiali che forniscono solo un sollievo palliativo irritazione oculare ma non prevengono l’infiammazione sottostante o la metà aplasia squamosa della congiuntiva. Si possono anche usare combinazioni di lacrime artificiali, integratori orari di acidi grassi essenziali omega tre, stimolatori della secrezione della mucina. In casi un pochino più importanti, si associano steroidi, antichemiotassici e inibitori del complemento, ed eventualmente antinfiammatori fino ad arrivare alla ciclosporina in collirio.  Salendo di grado con l’infiammazione, un buon impiego trova il siero autologo autosiero collirio (clicca QUI). Nelle forme molto gravi e invalidanti, si possono usare anche degli immunosoppressori sistemici o lenti a contatto protettive fino ad arrivare alla tarsoraffia. Non sono da sottovalutare le integrazioni di vitamina B (QUI), e la correzione dietetica con introduzione di cibi benefici, ad esempio acidi grassi polinstaturi, come descritto qui, dove parliamo della dieta corretta per chi soffre di secchezza oculare.

Per chi volesse approfondire ogni aspetto della terapia del dry eye, il paragrafo relativo alla terapia è QUI.

Infine, come descritto in altri articoli, a causa dell’influenza del microbiota intestinale sul sistema immunitario e sulla infiammazione di basso grado sistemica, c’è correlazione tra occhio secco e intestino (QUI).

È fondamentale comunque, al fine di impostare la corretta terapia, l’analisi attenta dello stile di vita per trovare tutti i fattori ambientali o intrinseci della persona che possono portare all’aumento dei livelli infiammatoria generale dell’organismo. La valutazione spesso è multidisciplinare, coinvolgendo anche reumatologo, gastroenterologo, dermatologo.

Occhio secco e alfa/beta diversità microbiota intestinale

Occhio secco autoimmune, ambientale e variazioni del microbiota intestinale associate  Questo articolo trae spunto da un lavoro riportato in calce, di cui si riporta il link, e non ha finalità commerciali nè di lucro ma solo scientifico/divulgative L'occhio secco è una malattia multifattoriale che...

Cos’è l’occhio secco, perchè viene e come si cura

Occhio secco cause e cure L'occhio secco è una alterazione cronica della superficie oculare e risulta essere una condizione patologica frequente che colpisce milioni di persone. Si tratta fondamentalmente di una congiuntivite cronica che autoalimenta un deficit lacrimale, per cui la superficie...

Occhio secco da disfunzione ghiandole meibomio

Occhio secco e disfunzione ghiandole di Meibomio L'occhio secco è una alterazione cronica della superficie oculare e risulta essere una condizione patologica frequente che colpisce milioni di persone. Si tratta fondamentalmente di una congiuntivite cronica che autoalimenta un deficit lacrimale,...

Metabolomica occhio secco: lipidomica disfunzione ghiandole di Meibomio

Occhio secco e disfunzione ghiandole di Meibomio Meibomian gland disease Tra le principali cause di occhio secco, abbiamo scritto della disfunzione delle ghiandole di Meibomio (qui il link). Esse paiono correlate alla dislipidemia. Questo studio sulla lipodomica, una branca della metabolomica,...

Prebiotici e occhi: rimedi naturali per malattie oculari

Questo articolo  fa parte di una serie che riguarda prebiotici, probiotici e occhio, che trovate cliccando qui Prebiotici e malattie oculari I prebiotici sono stati definiti una ventina di anni fa come "un ingrediente alimentare non digeribile che influisce positivamente sull'ospite stimolando...

terapie per miopia

Trattamenti e terapie della miopia cosa si può fare per rallentare la miopia Molti pazienti, specialmente i genitori dei bimbi che iniziano a diventare miopi, ci chiedono in visita se ci siano dei modi per rallentare la miopia (qui per leggere sui fattori di rischio per miopia). Facciamo il punto...

Ambienti domestici, uffici, inquinamento e occhi

Inquinamento e infiammazioni oculari Nell'articolo precedente (link qui) abbiamo visto come l'inquinamento atmosferico sia composto da agenti particolati organici, inorganici  e gas nocivi. Tutti i fattori inoltre ambientali, quali temperatura, esposizione luce UV, umidità e ventilazione hanno la...

Metabolomica occhio secco: i probiotici modificano il proteoma della ghiandola lacrimale

Metabolomica dell'occhio secco La superficie oculare, un'interfaccia tra l'occhio e l'ambiente, è costituita dalla cornea, dalla congiuntiva bulbare e palpebrale e dalle ghiandole lacrimali e di Meibomio. Spesso vittima di alterazioni infiammatorie e degenerative, può essere responsabile di...

Dott. Alberto Lanfernini – Oculista
Faenza – Ravenna – Riolo Terme – Pesaro

Dot. Lanfernini Alberto

Dott.ssa Annalisa Moscariello – Oculista
Ravenna – Faenza – Pesaro

Dott.ssa Annalisa Moscariello Oculista