Occhi rossi nei bambini cause, rimedi e terapie 

Occhi rossi perché vengono

Uno dei principali motivi di visita nei nostri ambulatori oculistici di Faenza e Ravenna, dedicati anche alla oculistica pediatrica,  è la presenza di occhi rossi nei bambini (qui il link a come si svolgono le visite pediatriche). Il rossore oculare è un sintomi delle infiammazioni: infatti rubor, dolor, tumor, e calor (link qui), sono i quattro pilastri della infiammazione, e queste sono cose che si studiano in patologia generale. Rossore, dolore, tumefazione, e calore, sono tutti dovuti a una vasodilatazione locale dei capillari nel sito infiammatorio, provocata dalla liberazione di citochine e molecole proinfiammatorie. Nel nostro caso quindi, la congiuntiva, la membrana bianca esterna che ricopre l’occhio, diventerà rossa, e si potranno associare anche gli altri sintomi, in special modo il gonfiore e la tendenza al bruciore e al dolore. Talvolta è presente un solo sintomo, il rossore oculare. Il rossore oculare e sempre sintomo di congiuntivite. Questa infatti non è solo caratterizzata da abbondante secrezione come taluni pensano, ma, per definizione, è qualsiasi processo infiammatorio della congiuntiva. Nel momento quindi in cui abbiamo un segno di infiammazione, si parla di congiuntivite. In corso di congiuntivite dunque la lacrima, l’olio lubrificante dell’occhio, non lavora più bene, per cui si provoca un attrito che va ad alimentare l’infiammazione stessa, facendo perdere, inoltre, la barriera lacrimale efficace che protegge gli occhi in condizioni di quiete.  In altro paragrafo abbiamo parlato delle infiammazioni oculari e dei meccanismi che la sostengono (qui il link).

Occhi rossi nei bimbi

L’occhio rosso nei bambini può essere l’unico sintomo o essere associato ad altri.  Tra i sintomi principali che accompagnano gli occhi rossi possiamo avere:

  • gonfiore delle palpebre
  • bruciore
  • secchezza oculare
  • prurito
  • ammiccamento frequente
  • tendenza a strizzare gli occhi
  • dolore
  • fotofobia, fastidio alla luce
  • cefalea
  • astenopia, stanchezza
  • visione appannata.

Le cause che possono dare queste infiammazioni di superficie oculare sono molteplici. Andremo quindi ad elencare la principali, con un occhio di riguardo a quello che capita più frequentemente ai bambini.

occhio rosso con secrezione
occhio rosso senza secrezione

Gli organi in generale, e gli occhi specialmente, reagiscono ad alcuni stimoli in maniera differente. Tutti abbiamo esperienza di cosa succede quando abbiamo la secrezione sierosa nel raffreddore comune, o quella più appiccicosa in corso di primo tonsillite e bronchite. Anche la secrezione negli occhi è la reazione locale a uno stimolo infiammatorio, che può essere infettivo o non infettivo. Ribadiamo che infiammazione e infezione sono due cose diverse, anche se talvolta associate. Nel caso di secrezione densa, giallastra, appiccicosa, è molto probabile che vi sia alla base una infezione batterica. In caso invece di secrezione più lieve, normalmente i virus sono i responsabili. La tendenza invece a una lacrima densa, mucosa, lievemente appiccicosa ma chiara, può essere espressione di blefariti e di allergie. Solo l’analisi al microscopio da parte del oculista potrà dare delle indicazioni precise sulla causa della secrezione associata a gli occhi rossi. Quanto detto è di fondamentale importanza per l’impostazione della terapia, come vedremo in seguito.

Occhi rossi da congiuntivite irritativa/ambientale

La prima causa che andiamo a descrivere è la congiuntivite irritativa. È dovuta alla infiammazione aspecifica da fattori ambientali, quali possono essere il vento, sabbia, il sole, l’acqua salata del mare, il cloro della piscina, o l’applicazione prolungata a strumenti elettronici quali PlayStation, PC, telefoni. Non è da escludere che lo sfregamento degli occhio, che molti bambini continuamente operano, sia il fattore principale. In questo ultimo caso però è bene porre attenzione, perché astigmatismi non riconosciuti insieme ad altri difetti visivi, ambliopia, strabismi e cheratocono possono manifestarsi con stropicciamento frequente e ammiccamento (in questo link tutti i particolari). Tutti questi fattori innescano la liberazione di prodotti propri infiammatori, che vanno a produrre una reazione locale, più o meno sintomatica. Talvolta è solo presente occhio rosso in qualche momento della giornata, per esempio la sera dopo la piscina. Alcune volte invece il rossore e più costante, essendo presente dalla mattina, e può essere associata a bruciore o altri sintomi. Per approfondire il rossore presente la mattina, si rimanda all’articolo dedicato, che ne spiega i meccanismi (click here). 

Cause di occhi rossi: congiuntiviti allergiche

Alcune volte gli allergici non hanno grandi sintomi, ma presentano solo arrossamenti oculari associati a prurito, più o meno intenso. In sede di visita l’oculista potrà valutare un aspetto particolare della congiuntiva, papille o follicoli, che potranno indirizzare verso questa diagnosi. Sintomo tipico della allergia comunque è la presenza di prurito, conseguente alla liberazione di istamina. Le congiuntiviti allergiche sono descritte in tanti altri capitoli, a cui rimandiamo a questi link. 

Occhi rossi in corso di blefarite e congiuntivite nei bambini

Abbiamo parlato a lungo delle blefariti e delle congiuntiviti, per cui non riteniamo necessario procedere alla stesura di nuovi paragrafi. Solo un cenno a quanto siano frequenti queste condizioni, e a quanto spesso siano dipendenti dalla alimentazione, da dermatiti allergiche, o da fattori ambientali ricorrenti e intensi, quale può essere la piscina. A volte si associano calazi e orzaioli. Rimandiamo alle pagine dedicate per tutti questi aspetti (sezione infiammazione superficie oculare che trovate cliccando QUI).

Occhi rossi nei bimbi da sostanze presenti negli alimenti

Alcuni alimenti hanno la capacità di liberare istamina in quantità eccessiva, per cui possono provocare di rossori oculari e congiuntiviti anche in soggetti non allergici all’alimento stesso. Ad esempio il nickel è un elemento da considerare sempre. Per approfondire queste condizioni è necessario leggere quanto scritto in questa altra pagina (link qui).

Congiuntiviti nei bambini in corso di dermatiti

Le dermatiti sono delle malattie infiammatorie della cute a cui taluni bambini vanno frequentemente incontro. Sono una causa potenziale di rossore oculare da considerare sempre con il colloqui medico-paziente, anche quando associate a dermatiti e acne dell’adolescenza, come spiegato in questa pagina (clicca qui). L’uso intenso di mascherine anti-covid può facilitare le dermatiti e le congiuntiviti, come spiegato qui.

Intestino e occhi rossi. La disbiosi.

Il microbiota, la comunità di batteri intestinali che convive con noi, è una causa di malattia e infiammazione anche in organi distanti dall’intestino. Può provocare se alterato delle infiammazioni oculari, occhi rossi, gonfiore oculare, se alterato. Trovate una ampia sezione sul microbiota nel sito, accedendo a questa pagina (qui).

Occhi rossi da puntura di insetto

Talvolta dei piccoli insetti possono pungere adulti e bambini nella zona perì oculare. Le sostanze quindi in oculate dall’insetto stesso, possono portare a delle infiammazioni locali, con conseguente rossore oculare e fastidi. Si tratta di congiuntiviti che possono avere anche una componente infettiva. 

Congiuntiviti infettive batteriche e virali

Quando l’occhio rosso e associato a importante secrezione giallastra e intensa, normalmente si tratta di congiuntiviti batteriche. Questo è uno dei pochi casi in cui l’antibiotico e utile, come parleremo nel paragrafo della terapia. Nel caso invece ci sia una lieve secrezione sierosa il più delle volte si tratta di forme virali, spesso da adenovirus. In genere si tratta di forme auto-limitanti, per cui non è richiesto l’antibiotico, ma soltanto un trattamento sintomatico. Ovviamente non è possibile valutare senza essere specialisti questa condizione, per cui è comunque necessario rivolgersi al oculista.

Congiuntiviti da lenti a contatto pediatriche

Alcuni bambini ricorrono all’uso delle lenti a contatto per correggere difetti visivi piuttosto importanti. Per quanto i genitori siano attenti è sempre possibile avere delle complicanze infettive o irritativi locali. In caso di rossore oculare associato all’uso di lenti a contatto è necessaria la sospensione delle lenti a contatto in attesa della visita specialistica. Talvolta infatti le lenti a contatto possono provocare delle infezioni anche gravi da funghi, Clamidia, Fusarium , e altri. Le intolleranze alle lenti a contatto sono ampiamente trattate in questa pagina, alla quale rimandiamo per approfondimenti (clicca qui).

Rossore oculare da corpo estraneo

Piccoli corpi estranei possono entrare nell’occhio, rimbalzare e uscire, o rimanervi. In tutti questi casi la reazione oculare sarà infiammatoria, con conseguente rossore degli occhi, associata a dolore più o meno intenso. È necessario il consulto dello specialista in qualsiasi caso si sospetti l’essere venuti a contatto con un corpo estraneo.

Occhi rossi nei bambini da cheratiti

Le cheratiti sono infiammazione della cornea, spesso benigne e di origine virale, ma talvolta molto importanti e con un decorso potenzialmente grave. Anche le infiammazioni corneali sono causa di rossore oculare.

Cure per  occhi rossi nei bambini

Innanzitutto è necessario trovare la causa degli occhi rossi al fine di eliminarla, se possibile. Questo richiede necessariamente una visita dal proprio pediatra, o meglio dall’oculista. Si può tamponare la situazione provvisoriamente con alcuni rimedi naturali per gli occhi rossi.

Occhi rossi rimedi naturali: lavaggi e lacrime artificiali

I lavaggi oculari con soluzione salina e soluzione fisiologica, da un punto di vista strettamente di microbiota oculare non servono, considerando che è stato visto che i lavaggi non cambiano la popolazione batterica residente e alterata presente nelle malattie infiammatorie locali (occhio secco nello studio). Invece, se consideriamo il beneficio sui disturbi oculari percepiti, molti soggetti riferiscono risultati importanti eseguendo i lavaggi, probabilmente perché questi allontanano i mediatori infiammatori (es. istamina negli allergici e le interleukine chemiotassiche) che provocano sintomatologia. I lavaggi contribuiscono anche ad abbassare l’osmolarità lacrimale, fattore pro-infiammatorio se troppo elevata. Il razionale dell’uso delle lacrime artificiali è che ripristinano la barriera lacrimale e il film lacrimale, riducendo l’attrito e diluendo sostanze infiammatorie. Le più diffuse sono a base di Acido Ialuronico, Metilcellulosa e cationi. Inoltre ci sono comodi spray da spruzzare con occhi chiusi a base di vitamine che hanno importante effetto lubrificante. Per come usare i colliri nei bambini rimandiamo all’apposito paragrafo. Concludendo, si può dire che lavare l’occhio con soluzione fisiologica dedicata è una misura a bassissimo costo e piuttosto efficace nella maggior parte dei casi.

Cure naturali per l’occhio rosso nei bambini

Accanto ai lavaggi oculari, è possibile usare colliri a base di camomilla, perilla, Echinacea insieme ad altre sostanze naturali oltre alle lacrime artificiali come acido ialuronico, metilcellulosa e altre. In questo modo abbiamo la certezza di non provocare alcun danno, anche se ovviamente non è sicuro che queste terapie produrranno alcun risultato.  I colliri a base di erbe naturali, invece, potrebbero avere un blando effetto farmacologico utile in alcuni casi. È possibile anche che iniziando una terapia di automedicazione si ritardi la diagnosi di condizioni potenzialmente grave, o si vada a mascherare il quadro clinico nel momento in cui lo specialista oculista pediatra eseguirà la visita.

Collirio per occhi rossi nei bambini

Non essendo opportuno somministrare farmaci ai bimbi senza il parere del medico, non possiamo quindi scrivere di terapie importanti. Ribadiamo che l’uso di antibiotici deve essere attentamente valutato. L’antibiotico infatti serve solo in caso di infezioni, non va quindi prescritto senza consulto specialistico. Negli allergici ovviamente sarà necessario allontanare la causa scatenante l’allergia, ed eventualmente associare colliri antistaminici o stabilizzatori di membrana. Ci sono anche dei colliri che possono essere somministrati preventivamente per ridurre l’intensità e la frequenza delle ricadute. Nelle forme irritative normalmente è sufficiente (e necessario) allontanare la causa scatenante. Nel caso questo non sia possibile, per esempio perché il bambino va spesso in piscina o al mare, sarà necessario usare spray lenitivi, lavaggi con lacrime artificiali, soluzione fisiologica, e altri presidi non farmacologici come indicato nel capitolo a parte.

Cosa fare se il bimbo ha gli occhi rossi

Per concludere quindi nel caso di rossore oculare del bambino è da capire per prima cosa la causa potenziale. Essendo la situazione molto critica e l’occhio molto delicato, è utile consultare sempre il pediatra o l’oculista di riferimento, evitando le cure fai-da-te potenzialmente dannose. Abbiamo volutamente omesso altre cause meno frequenti, ma ugualmente importanti da valutare, di rossore oculare nei bambini. L’oculista curante saprà eseguire una valutazione completa per fornire diagnosi corretta e terapia adeguata.

Come avvengono le visite oculistiche pediatriche è descritto in questa pagina (link).

fattori di rischio miopia

Cos'è la Miopia Fattori di rischio della miopia Molti pazienti, specialmente genitori di bimbi miopi, mi chiedono se esista qualche  terapia per miopia e come sia possibile rallentare la miopia. Riportiamo in questa pagina la sintesi delle conoscenze attuali dei fattori di rischio della miopia, ...

VItamina B e dolore occhio secco

Vitamina B e dolore oculare L'occhio secco  è una malattia multifattoriale della superficie oculare, caratterizzata dalla perdita dell'omeostasi del film lacrimale, con conseguenti sintomi dovuti alla sua instabilità, quali bruciore, senso di corpo estraneo e dolore. Dell'occhio secco e delle sue...

Meglio usare o non usare gli occhiali?

Usare o non usare gli occhiali? Vediamo di fare un poco di chiarezza su una domanda che spesso viene fatta dai pazienti nei nostri ambulatori oculistici. In effetti taluni pensano che l'uso degli occhiali sia un obbligo, ma, al contrario, spesso non è così. L'occhiale è, infatti, una specie di...

Rosacea oculare e blefariti

Blefariti - Eczemi da contatto - Rosacea Ospitiamo volentieri un intervento di dott.ssa Emanuela Fogli, Medico dermatologo a cui spesso ci affidiamo per l'inquadramento di blefariti, congiuntiviti, dermatiti perioculari per le quali abbiamo necessità del consulto dermatologico. la cute delle...

Occhio secco e probiotici

Occhio secco terapie e rimedi Questo articolo fa seguito al precedente di inquadramento delle cause dell'occhio secco che trovate in questa pagina cliccando QUI e all'articolo relativo alle terapia. Consigliamo di leggerli prima di questo. L'occhio secco, una dislacrimia che origina da varie...

Vitamina C: antiossidante per gli occhi

  Vitamina C - potente antiossidanteCataratta, glaucomacornea - trabecolato - cristallino Proseguiamo i nostri articoli sulle vitamine  per gli occhi e, dopo aver accennato alla Vitamina D e alla Vitamina B e dei loro effetti su occhi secchi e dolore oculare, scriviamo oggi della vitamina C, per...

6-Allergie a novembre/dicembre: gli acari

Allergie oculari a novembre e dicembre Prima di leggere questo articolo consigliamo la lettura della pagina relativa all'inquadramento generale delle allergie oculari, che trovate in questo link. La stagione classica in cui si pensa che gli allergici soffrano è la primavera. In realtà ci sono...

Inquinamento e infiammazioni oculari

  Inquinamento e infiammazioni oculari L'inquinamento atmosferico è un grande problema e costituisce una crescente preoccupazione globale. Sono chiare le correlazioni tra numerose malattie e inquinamento dell'acqua, dell'aria, del suolo, ma anche acustico e luminoso. Tra gli organi bersaglio...

Dott. Alberto Lanfernini – Oculista
Faenza – Ravenna – Riolo Terme – Pesaro

Dot. Lanfernini Alberto

Dott.ssa Annalisa Moscariello – Oculista
Ravenna – Faenza – Pesaro

Dott.ssa Annalisa Moscariello Oculista