Pressione oculare e glaucoma

La pressione oculare è l’indice più importante predittivo per glaucoma, ma
c’è differenza tra pressione oculare e glaucoma.
Pressione oculare alta e stress, mal di testa, glaucoma.
Sintomi e cure della pressione oculare alta.

Il glaucoma

Il glaucoma è una malattia oculare che può portare alla perdita irreversibile della vista. In molti casi, non ci sono sintomi  premonitori evidenti nella fase iniziale, il che rende importante l’identificazione precoce. Ci sono però alcuni segnali premonitori che possono indicare la presenza di glaucoma.

Leggi anche:

La pressione oculare

La pressione oculare è una misura della forza esercitata dal liquido all’interno dell’occhio, noto come umor acqueo, contro le pareti dell’occhio. È una delle principali misure diagnostiche per la valutazione del glaucoma, una malattia cronica che può portare alla cecità se non diagnosticata e trattata in modo tempestivo. In questo articolo, analizzeremo la pressione oculare in dettaglio, comprese le cause, i sintomi e i trattamenti disponibili.

Anatomia dell’occhio

Per comprendere la pressione oculare, è necessario conoscere l’anatomia dell’occhio. L’occhio è diviso in tre strati: la sclera, la coroide e la retina. La sclera è lo strato esterno, che forma la struttura rigida dell’occhio. La coroide è lo strato intermedio, che contiene i vasi sanguigni che nutrono la retina. La retina è lo strato interno, che contiene le cellule sensibili alla luce necessarie per la visione.

Che cosa è la pressione oculare

La pressione oculare è la forza esercitata dal liquido all’interno dell’occhio contro le pareti dell’occhio. Normalmente, la pressione oculare si mantiene costante grazie al continuo flusso di umor acqueo. Quando questo flusso è alterato, la pressione oculare può aumentare o diminuire, causando sintomi e patologie oculari.

Misurazione della pressione oculare

La pressione oculare viene misurata con uno strumento chiamato tonometro. Il tonometro può essere di diversi tipi, tra cui il tonometro ad applanazione, il tonometro a soffio d’aria e il tonometro a contatto. Il tonometro ad applanazione è il metodo più comune più preciso e prevede l’uso di una piccola sonda per appiattire la cornea e misurare la pressione. La misura della pressione è completamente indolore.

Normali valori di pressione oculare

I normali valori di pressione oculare variano da persona a persona e possono essere influenzati dall’età, dal sesso, dall’etnia e da altri fattori. In generale, i valori normali di pressione oculare si aggirano intorno ai 10-20 mmHg.

Tuttavia, la pressione oculare può variare da persona a persona in base a diversi fattori come l’età, la razza, la storia familiare, il genere e lo stato di salute generale.

Un valore di pressione oculare superiore a 21 mmHg non significa necessariamente che una persona abbia glaucoma. In alcuni casi, un valore elevato potrebbe essere il risultato di una misurazione non accurata o di un fattore temporaneo come lo stress o la fatica. Tuttavia, una pressione oculare costantemente elevata può essere un segno di glaucoma o di altri problemi oculari.

Inoltre, alcune persone possono sviluppare glaucoma con valori di pressione oculare inferiori a 21 mmHg. Questo tipo di glaucoma è chiamato “glaucoma a bassa tensione” o “glaucoma normale-tensione”.

È importante sottolineare che la pressione oculare non è l’unica misura utilizzata per diagnosticare il glaucoma. Altri fattori come la struttura del nervo ottico, la densità delle fibre nervose e il campo visivo possono fornire informazioni utili sulla presenza e la gravità del glaucoma. Infine lo stato di salute del soggetto come alimentazione, carenze, stress, stato cardiocircolatorio, assunzione di farmaci, stile di vita possono influenzare molto la progressione del glaucoma anche in caso di tono oculare normale.

Leggi anche

Cause di alta pressione oculare

L’alta pressione oculare può essere causata da molteplici fattori, tra cui

  • la produzione eccessiva di umor acqueo,
  • la ridotta capacità di drenaggio dell’umor acqueo,
  • l’uso di farmaci che aumentano la produzione di umor acqueo,
  • la storia familiare di glaucoma, quindi fattori genetici,
  • condizioni come cataratta con PEX, uveiti,
  • traumi e malformazioni oculari,
  • terapia cortisoniche oculari e sistemiche,
  • l’età avanzata.

Leggi anche:

Sintomi di alta pressione oculare

Spesso l’alta pressione oculare non causa sintomi evidenti nella maggioranza dei casi.

Tuttavia, alcune persone affette da pressione oculare alta possono avvertire mal di testa, dolore oculare, nausea e visione offuscata. Quando l’alta pressione oculare progredisce, può portare al danneggiamento del nervo ottico.

I sintomi della pressione oculare alta dunque possono variare a seconda della gravità della condizione e della durata dell’aumento della pressione. In alcuni casi, la pressione elevata può non causare alcun sintomo evidente, ma in genere i sintomi possono includere:

  1. Visione offuscata o ridotta
  2. Mal di testa
  3. Dolore oculare o intorno agli occhi
  4. Sensazione di pressione oculare
  5. Visione a tunnel o visione periferica ridotta
  6. Visione doppia
  7. Arrossamento degli occhi
  8. Fotofobia o sensibilità alla luce
  9. Difficoltà di adattamento alla luce
  10. Aumento della lacrimazione oculare

È importante sottolineare che questi sintomi possono essere associati ad altre condizioni oculari o non oculari e che solo un esame oculistico completo può confermare la presenza di un aumento della pressione oculare.

Leggi anche:

Pressione oculare alta e mal di testa

La pressione oculare alta può causare mal di testa in alcune persone. Quando la pressione all’interno dell’occhio aumenta, può provocare una serie di sintomi come mal di testa, dolore oculare, visione offuscata, nausea e vomito.

Il mal di testa causato dalla pressione oculare alta è spesso descritto come un dolore pulsante o sordo nella zona delle tempie,  della fronte o degli occhi. Questo tipo di mal di testa può essere molto fastidioso e influire sulla qualità della vita della persona.

Se si sospetta di avere la pressione oculare alta e si soffre di mal di testa frequente, è importante consultare un oculista per una valutazione. Il medico potrà misurare la pressione all’interno dell’occhio e determinare se sono necessari ulteriori esami.

È importante sottolineare che il mal di testa può essere causato da molte altre condizioni, tra cui tensione muscolare, sinusite, emicrania e ipertensione arteriosa. Quindi, anche se si ha la pressione oculare alta, non significa necessariamente che sia la causa del mal di testa.

Leggi anche:

pressione oculare elevata e stress

La pressione oculare alta può essere influenzata anche dallo stress. Quando siamo stressati, il nostro corpo produce ormoni come l’adrenalina e il cortisolo che possono aumentare la pressione sanguigna, incluso quella oculare.

Inoltre, lo stress può causare tensione muscolare intorno agli occhi e alla testa, che può portare a un aumento della pressione oculare. Anche il riposo o la qualità del sonno influenzano la pressione oculare, e lo stress può influire sulla qualità del sonno.

La relazione tra la pressione oculare e lo stress non è ancora completamente compresa. Tuttavia, si ritiene che lo stress possa influenzare la pressione oculare attraverso il sistema nervoso simpatico.

Il sistema nervoso simpatico è responsabile della regolazione del tono vascolare e della pressione sanguigna. Quando una persona è stressata, il sistema nervoso simpatico aumenta la produzione di adrenalina e noradrenalina, due ormoni che causano la costrizione dei vasi sanguigni, compresi quelli presenti nell’occhio.

Inoltre, lo stress può influenzare anche la produzione di umore acqueo, il liquido che riempie la camera anteriore dell’occhio. Uno studio ha dimostrato che gli individui stressati producono meno umore acqueo rispetto a quelli non stressati, il che può portare ad un aumento della pressione oculare.

In generale, la correlazione tra la pressione oculare e lo stress è complessa e dipende da vari fattori, come la durata e la gravità dello stress.

Leggi anche:

Misurazione pressione oculare a casa o in farmacia

La misurazione della pressione oculare a casa può essere utile per il monitoraggio della pressione oculare, specialmente in pazienti con glaucoma o altri problemi oculari. Ci sono diversi strumenti disponibili, come tonometri a contatto o senza contatto, e il medico può consigliare il metodo più appropriato per il paziente. È importante seguire le istruzioni del medico e del produttore per garantire una corretta misurazione della pressione oculare a casa.

Vantaggi:

  • Maggiore comodità: misurare la pressione oculare a casa può essere più comodo per alcune persone rispetto alla visita dal medico.
  • Maggior controllo: permette alle persone di monitorare regolarmente la loro pressione oculare e rilevare eventuali cambiamenti prima della prossima visita dal medico.
  • Risparmio di tempo e denaro: evita il bisogno di recarsi dal medico per una semplice misurazione della pressione oculare, risparmiando tempo e denaro.

Svantaggi:

  • Precisione: la misurazione della pressione oculare a casa può essere meno precisa rispetto alla misurazione effettuata dal medico, a causa della mancanza di esperienza e dell’uso di strumenti meno sofisticati.
  • Possibilità di errore: gli errori possono essere commessi durante la misurazione della pressione oculare a casa, come la non corretta applicazione del tonometro, che può portare a risultati inesatti.
  • Mancanza di interpretazione: senza la supervisione del medico, la persona può non essere in grado di interpretare correttamente i risultati e comprendere se la sua pressione oculare è normale o no.
  • Spesso il glaucoma può progredire anche in caso di pressione oculare normale, per cui è necessaria la visita oculistica completa periodica

Trattamento della pressione oculare elevata

Il trattamento della pressione oculare elevata dipende dalla causa sottostante della condizione. Se la pressione oculare elevata è associata a  glaucoma, il trattamento mira a ridurre la pressione oculare per prevenire il danneggiamento del nervo ottico. Ci sono diverse opzioni di trattamento, tra cui colliri per gli occhi, farmaci per via orale e interventi chirurgici.

Colliri per ridurre la pressione oculare

I colliri per la pressione oculare sono uno dei trattamenti più comuni per la pressione oculare elevata. Questi farmaci agiscono riducendo la produzione di umore acqueo o aumentando il drenaggio dell’umore acqueo dall’occhio. Ci sono diversi tipi di colliri per la pressione oculare disponibili, e il medico sceglierà il tipo più appropriato in base alle esigenze individuali del paziente.

Di seguito sono elencati i principali tipi di colliri per la pressione oculare:

  1. Beta-bloccanti: questi colliri riducono la pressione intraoculare diminuendo la produzione di fluido all’interno dell’occhio. Possono causare effetti collaterali come bradicardia (battito cardiaco lento) e broncospasmo (costrizione dei bronchi nei polmoni).
  2. Analoghi delle prostaglandine: questi colliri aumentano la fuoriuscita di fluido dall’occhio, riducendo così la pressione intraoculare. Possono causare effetti collaterali come allungamento delle ciglia, irritazione degli occhi e aumento della pigmentazione dell’iride.
  3. Inibitori della anidrasi carbonica: questi colliri riducono la produzione di fluido nell’occhio, diminuendo così la pressione intraoculare. Possono causare effetti collaterali come secchezza oculare, dolore agli occhi e visione offuscata.
  4. Agonisti adrenergici: questi colliri riducono la produzione di fluido nell’occhio e aumentano la fuoriuscita di fluido. Possono causare effetti collaterali come aumento della pressione sanguigna, secchezza delle fauci e mal di testa.
  5. Inibitori delle chinasi: questi colliri aiutano a ridurre la pressione intraoculare bloccando le proteine che promuovono la produzione di fluido nell’occhio. Possono causare effetti collaterali come rossore degli occhi, prurito e bruciore.

    Pressione oculare alta rimedi naturali

    La pressione oculare alta può essere un sintomo di glaucoma, una malattia degli occhi che può portare a danni irreversibili alla vista. È importante consultare un medico per una diagnosi e un trattamento adeguati

    Tuttavia, ci sono alcune misure naturali che possono aiutare a ridurre la pressione oculare e migliorare la salute degli occhi. Ecco un elenco di alcune opzioni:

    1. Alimentazione sana: una dieta equilibrata ricca di frutta, verdura, cereali integrali, proteine magre e grassi sani può aiutare a migliorare la salute degli occhi.
    2. Vitamine e integratori: alcune vitamine e integratori possono aiutare a ridurre la pressione oculare e migliorare la salute degli occhi. Ad esempio, il beta-carotene, la vitamina C, la vitamina E e gli acidi grassi omega-3 possono essere utili.
    3. Ridurre lo stress: lo stress può influire sulla pressione oculare. Provare tecniche di rilassamento, come lo yoga o la meditazione, può aiutare a ridurre lo stress e migliorare la salute degli occhi.
    4. Ridurre il consumo di caffeina: la caffeina può aumentare la pressione oculare. Ridurre il consumo di caffeina può aiutare a ridurre la pressione oculare.
    5. Ridurre il consumo di alcol: l’alcol può influire sulla pressione oculare. Ridurre il consumo di alcol può aiutare a ridurre la pressione oculare.
    6. Dormire bene: il sonno di qualità può aiutare a ridurre la pressione oculare. Assicurarsi di dormire abbastanza ore di sonno ogni notte.

 

Ci sono alcuni rimedi naturali a base di erbe che possono aiutare a migliorare la salute degli occhi e ridurre la pressione oculare. Tutto questo non  può sostituire le terapie con colliri prescritte dall’oculista. Il glaucoma porta alla cecità se non curato bene, non è  bene scherzarci. Ecco alcuni rimedi naturali che potrebbero aiutare ad abbassare le pressione oculare:

  1. Ginkgo biloba: l’estratto di foglie di Ginkgo biloba può aiutare a migliorare la circolazione sanguigna negli occhi e ridurre la pressione oculare.
  2. Estratto di uva ursina: l’estratto di uva ursina può aiutare a ridurre la pressione oculare grazie alle sue proprietà antinfiammatorie.
  3. Estratto di foglie di olivo: l’estratto di foglie di olivo può aiutare a ridurre la pressione oculare grazie alle sue proprietà antiossidanti e antinfiammatorie.
  4. Estratto di bacche di mirtillo: l’estratto di bacche di mirtillo può aiutare a migliorare la salute degli occhi e ridurre la pressione oculare grazie alla sua alta concentrazione di antociani, un antiossidante che può proteggere gli occhi dai danni dei radicali liberi.
  5. Estratto di semi di vite: l’estratto di semi di vite può aiutare a migliorare la circolazione sanguigna negli occhi e ridurre la pressione oculare.

Leggi anche:

Farmaci per via orale per la pressione oculare

Se i colliri per la pressione oculare non sono efficaci o non sono ben tollerati, il medico può prescrivere farmaci per via orale. Questi farmaci possono ridurre la produzione di umore acqueo o aumentare il drenaggio dell’umore acqueo dall’occhio. Tuttavia, i farmaci per via orale possono avere effetti collaterali sistemici e richiedono una maggiore attenzione nella gestione del paziente.

Integratori per abbassare la pressione oculare

La pressione oculare alta può essere un sintomo di glaucoma, una malattia degenerativa degli occhi che può portare a danni irreversibili alla vista. È importante consultare un medico se si sospetta di avere una pressione oculare alta o qualsiasi altro problema agli occhi.

Ci sono alcuni integratori che possono aiutare a migliorare la salute degli occhi e ridurre la pressione oculare. Ecco alcuni di essi:

  1. Omega-3: gli acidi grassi omega-3 sono importanti per la salute degli occhi e possono aiutare a ridurre la pressione oculare. Si possono trovare in alimenti come il pesce, le noci e i semi di lino, ma anche in integratori sotto forma di olio di pesce.
  2. Vitamina C: la vitamina C è un antiossidante importante per la salute degli occhi e può aiutare a ridurre la pressione oculare. Si trova in alimenti come agrumi, kiwi, broccoli e peperoni, ma anche in integratori.
  3. Vitamina E: la vitamina E è un altro antiossidante importante per la salute degli occhi e può aiutare a ridurre la pressione oculare. Si trova in alimenti come mandorle, semi di girasole e olio di germe di grano, ma anche in integratori.
  4. Magnesio: il magnesio è un minerale importante per la salute degli occhi e può aiutare a ridurre la pressione oculare. Si trova in alimenti come spinaci, mandorle e avocado, ma anche in integratori.
  5. Coenzima Q10: la coenzima Q10 è un antiossidante che può aiutare a migliorare la salute degli occhi e ridurre la pressione oculare. Si trova in alimenti come carne e pesce, ma anche in integratori.
  6. Estratto di foglie di ginkgo biloba: l’estratto di foglie di ginkgo biloba può migliorare la circolazione sanguigna negli occhi e ridurre la pressione oculare.
  7. Estratto di bacche di mirtillo: l’estratto di bacche di mirtillo può aiutare a ridurre la pressione oculare grazie alle sue proprietà antiossidanti e antinfiammatorie.
  8. Estratto di semi di vite: l’estratto di semi di vite può aiutare a migliorare la circolazione sanguigna negli occhi e ridurre la pressione oculare.
  9. Betaina: la betaina è un amminoacido che può aiutare a ridurre la pressione oculare.
  10. Luteina e zeaxantina: questi due nutrienti sono importanti per la salute degli occhi e possono aiutare a ridurre la pressione oculare. Si trovano in alimenti come spinaci, broccoli e uova, ma anche in integratori.
  11.  

È importante ricordare che questi integratori possono interagire con alcuni farmaci e possono non essere adatti a tutte le persone. Prima di utilizzare qualsiasi integratore, è importante consultare il proprio medico  per assicurarsi che sia sicuro e appropriato per la propria situazione.

Leggi anche:

Interventi chirurgici per la pressione oculare e laser per glaucoma

Se i farmaci e i colliri per la pressione oculare non sono efficaci nel ridurre la pressione oculare, può essere necessario un intervento chirurgico. Ci sono diverse opzioni di chirurgia per la pressione oculare, tra cui la trabeculectomia, la sclerectomia profonda non perforante e il trattamento laser. Il tipo di intervento chirurgico dipende dalla causa sottostante della pressione oculare elevata e dalle esigenze individuali del paziente.

Ecco un elenco di alcuni interventi chirurgici utilizzati per trattare il glaucoma:

  1. Trabeculectomia: è il tipo più comune di intervento chirurgico per il glaucoma. Durante l’operazione, il chirurgo crea una piccola fistola tra la camera anteriore dell’occhio e lo spazio sotto la congiuntiva, consentendo al liquido di drenare e ridurre la pressione intraoculare.
  2. Shunt tubolari: questo tipo di intervento consiste nell’inserimento di un dispositivo a forma di tubo all’interno dell’occhio, che aiuta a drenare il liquido in eccesso e a ridurre la pressione intraoculare.
  3. Trabeculoplastica laser: durante questa procedura, il chirurgo utilizza un laser per aprire i canali di drenaggio del liquido nell’occhio, migliorando il flusso del liquido e riducendo la pressione intraoculare.
  4. Ciclofotocoagulazione: in questo intervento, il chirurgo utilizza un laser per distruggere le cellule che producono il liquido dell’occhio, riducendo la sua produzione e diminuendo così la pressione intraoculare.
  5. Iridotomia laser: questo tipo di intervento viene utilizzato per trattare il glaucoma ad angolo stretto, durante il quale il chirurgo utilizza un laser per creare un’apertura nella parte anteriore dell’iride, migliorando il flusso del liquido nell’occhio.

È importante notare che la scelta dell’intervento chirurgico dipende dalle specifiche circostanze del paziente e dalla gravità del glaucoma. Inoltre, come per qualsiasi intervento chirurgico, ci possono essere rischi e complicazioni, quindi è fondamentale discutere a fondo con il proprio medico prima di prendere una decisione.

Prevenzione della pressione oculare elevata

Non esiste una vera e propria prevenzione per la pressione oculare elevata, ma ci sono alcune cose che si possono fare per ridurre il rischio di sviluppare la malattia del glaucoma. Ciò include mantenere una dieta sana ed equilibrata, fare regolare attività fisica, evitare il fumo e limitare il consumo di alcol. Inoltre, è importante sottoporsi regolarmente a controlli della vista , della pressione  e del fondo oculare oculare per individuare precocemente eventuali problemi e iniziare tempestivamente il trattamento.

Leggi anche

La misura della pressione oculare non è sufficiente per prevenire il glaucoma

La misurazione della pressione oculare è un test importante che può aiutare a rilevare il glaucoma, ma non è sufficiente per prevenirlo. Ci sono alcune ragioni per questo.

In primo luogo, il glaucoma può svilupparsi anche con una pressione oculare normale. Ciò significa che anche se la pressione oculare viene regolarmente monitorata e risulta essere normale, il paziente può ancora sviluppare il glaucoma.

In secondo luogo, ci sono altri fattori di rischio oltre alla pressione oculare che possono contribuire allo sviluppo del glaucoma. Ad esempio, l’età, la storia familiare di glaucoma, la miopia, la pressione sanguigna alta, il diabete e l’uso di alcuni farmaci possono aumentare il rischio di sviluppare il glaucoma.

In terzo luogo, il glaucoma può essere asintomatico nelle prime fasi della malattia. Ciò significa che il paziente potrebbe non sperimentare alcun sintomo fino a quando la malattia non è già in uno stadio avanzato.

Per questi motivi, è importante che i pazienti si sottopongano regolarmente a esami oculistici completi, che includono la misurazione della pressione oculare, ma anche altri test come la valutazione del nervo ottico, la misurazione dello spessore della cornea e la valutazione del campo visivo. Inoltre, i pazienti dovrebbero discutere dei loro fattori di rischio con il loro oculista e monitorare regolarmente la loro pressione sanguigna e glicemia.

Fattori che devono essere considerati oltre la pressione oculare

Ci sono diversi fattori oltre alla pressione oculare che possono peggiorare il glaucoma. Ecco un elenco di alcuni di questi:

  1. Ereditarietà: il rischio di sviluppare glaucoma è maggiore se ci sono casi nella famiglia.
  2. Età: il glaucoma è più comune negli anziani.
  3. Razza: alcune razze, come gli afroamericani e i latinoamericani, hanno un rischio maggiore di sviluppare glaucoma.
  4. Miopia: le persone miopi hanno un rischio maggiore di sviluppare glaucoma.
  5. Lesioni oculari: le lesioni oculari possono aumentare il rischio di sviluppare glaucoma.
  6. Uso di steroidi: l’uso prolungato di steroidi può aumentare il rischio di sviluppare glaucoma.
  7. Diabete: le persone con diabete hanno un rischio maggiore di sviluppare glaucoma.
  8. Ipertensione: l’ipertensione può aumentare il rischio di sviluppare glaucoma.
  9. Malattie autoimmuni: alcune malattie autoimmuni possono aumentare il rischio di sviluppare glaucoma.
  10. Mancanza di esercizio fisico: la mancanza di esercizio fisico può aumentare il rischio di sviluppare glaucoma.

Esami per pressione oculare e glaucoma

La pressione oculare è un fattore di rischio importante per lo sviluppo del glaucoma, una patologia che può portare alla perdita permanente della vista. Tuttavia, la misurazione della pressione oculare da sola non è sufficiente per prevenire il glaucoma, poiché alcuni pazienti possono avere il glaucoma nonostante una pressione oculare normale, mentre altri pazienti con una pressione oculare elevata possono non sviluppare mai il glaucoma.

Per questo motivo, sono necessari altri test per la diagnosi e la gestione del glaucoma. Tra questi, l’OCT del nervo ottico e delle fibre ganglionari  (Tomografia Ottica a Coerenza) è una tecnica di imaging che utilizza luce laser per produrre immagini dettagliate delle strutture del nervo ottico e della retina. L’OCT può aiutare a identificare i segni precoci del glaucoma e monitorare la progressione della malattia.

Un altro test importante per la diagnosi e la gestione del glaucoma è la pachimetria, che misura lo spessore della cornea. Uno spessore corneale inferiore alla media può essere associato ad un rischio maggiore di sviluppare il glaucoma.

Infine, la valutazione dei campi visivi è un altro test importante per il glaucoma, poiché il danno al nervo ottico può causare la perdita di campo visivo. I pazienti con glaucoma possono non notare la perdita del campo visivo fino a quando non è troppo esteso, quindi la valutazione periodica dei campi visivi può aiutare a identificare il glaucoma in una fase precoce.

In sintesi, la misura della pressione oculare è solo uno dei fattori utilizzati nella diagnosi e nella gestione del glaucoma. L’OCT, la pachimetria e la valutazione dei campi visivi sono tutti test importanti che possono aiutare a identificare il glaucoma in una fase precoce e prevenire la perdita permanente della vista.

Leggi anche:

Leggi anche:

Blefariti, orzaioli e calazi cura e prevenzione

cure di blefariti, orzaioli, calaziosi ricorenti (cosa fare e come curarli) Blefariti e calazi, cura e prevenzione. Alimentazione  e dieta per blefariti.Spesso le blefariti e le blefarocongiuntiviti sono associate a calazi e a malattie della pelle come la rosacea o dermatiti. Inoltre l'intestino e la disbiosi intestinale sono un fattore che entra nella patogenesi delle blefariti.La cura delle blefariti dunque è complessa. Cura e prevenzione delle blefariti e dei calazi Blefariti e calazi, processi infiammatori delle ghiandole lacrimali palpebrali, affliggono molte persone. In questo articolo...

Ciclosporina in Vernal e Occhio Secco (dry eye)

La ciclopsorina collirio come terapia nelle Cheratocongiuntiviti Vernal e NELLA SINDROME DA OCCHIO SECCO Il collirio a base di ciclosporina è una ottima soluzione per alcune malattie oculari, come la sindrome da occhio secco, la vernal cheratocongiuntivite (VKC) la rosacea oculare. Si tratta di un collirio galenico, cioè preparato da alcune farmacie direttamente, anche se ora è presente un costosissimo (per l'ssn) preparato commerciale la cui prescrizione è possibile solo in reparti ospedalieri. Di seguito andiamo a capire di cosa parliamo analizzando la ciclosporina collirio più da vicino....

Autosiero (collirio con siero autologo)

L'autosiero contro l'occhio seccosiero autologo e siero eterologo collirio In questo articolo parleremo dell'autosiero (o siero collirio autologo), un derivato del sangue (emocomponente) molto utile per la terapia di alcune condizioni patologiche della superficie oculare. Siero collirio Il siero autologo, chiamato anche autosiero, è uno speciale collirio ottenuto tramite la centrifugazione del proprio sangue (che viene normalmente prelevato come per gli esami di laboratorio ematici), e contiene diversi fattori di crescita, tra cui fibronectina e vitamine che contribuiscono all’integrità...

Microbioma, dieta e alimentazione per occhio secco

Alimentazione e dieta per occhio seccoMicrobioma e occhio secco  Un recentissimo studio analizza alimentazione, microbioma e occhio secco. Il microbioma intestinale è collegato al sistema immunitario stimolando o attenuando la risposta linfocitaria, coinvolta nelle malattie autoimmuni.  Microbioma e sindrome dell'occhio secco L'occhio secco è una patologia che altera la lacrimazione in termini di quantià e qualità. Le cause di occhio secco sono numerose: possiamo ricordare malattie reumatologiche, varie condizioni ormonali, malattie della tiroide, abuso di lenti a contatto, patologie...

Calendario allergie occhi

REAZIONI ALLERGICHE OCCHI CROCIATE TRA ALIMENTI E INALANTI MESE PER MESE Prima di leggere questo articolo consigliamo la lettura della pagina relativa all'inquadramento generale delle allergie oculari, che trovate in questo link.Chi è allergico a polveri, pollini, animali e altri fattori può essere vittima di disturbi anche mangiando alcuni alimenti a causa di reazioni crociate.  . Anche gli occhi possono essere interessati da infiammazioni che portano a bruciore, prurito ricorrente, gonfiore, rossore. Anzi, molto spesso le forme ricorrenti, se non ambientali, sono alimentate dagli......

prevenzione glaucoma – familiarità

Prevenzione in familarità per glaucoma La prevenzione del glaucoma seguendo alcune semplici regole e con moderni esami. Come prevenire il glaucoma Il glaucoma, è noto, è una malattia silenziosa e spesso asintomatica. Il soggetto che si ammala non ha sintomi all'inizio e, quando si accorge di un calo visivo, il danno oramai è ampiamente irrimediabile.  Questo avviene perché il danno del glaucoma compromette il campo visivo periferico, mentre la parte centrale della vista è conservata. Per cui, il "novello ammalato" pensa di essere perfettamente sano, non pensando invece che un tarlo infido...

Occhi e natura: difendere la vista da inquinamento, disnutrizione, stress

Occhi e natura: difendere la vista da inquinamento, disnutrizione, stress Inquinamento, stress, disnutrizione possono influenzare la salute degli occhi.Nella natura spesso ci sono utili rimedi per la prevenzione e il supporto terapeutico.Incontro a Faenza su questi temi il 18 ottbore 2023.   Incontro su occhi e naturaFaenza Mercoledì 18 ottobre 2023 La parafarmacia Salute e natura di Faenza organizza una serie di incontri du alcuni temi di medicina aperti alla popolazione interessata e gratuiti, in collaborazione con ANSPI.Ho il piacere di essere stato invitato a parlare il 21 ottobre...

Cos’è il microbioma oculare e a cosa serve

MIcrobiota oculare e malattie dell'occhiolenti a contatto, diabete, allergie, occhio secco, blefariti. Il microbiota oculare pre valutare la disbiosi oculare può essere studiato con nuove tecniche di metagenomica e può costituire un nuovo metodo utile alla diagnosi, prevenzione e personalizzazione delle terapie per alcune malattie oculari.  I testtamponi oculari PCRe i Test per il microbiota ocularesono disponibili nel seguente sito https://pcr4eye.it Clik su questo box: si aprirà il sito in nuova pagina Nei nostri ambulatori eseguitamo i tamponi oculari PCR e i test microbiota oculare...

OCT il raggio laser per le maculopatie

 L'esame OCT per la macula e le maculopatia L'oct è una esame la cui sigla significa tomografia a coerenza ottica. Negli ultimi anni si è imposto come pilastro della diagnostica oculistica e viene usato di routine per la diagnosi di  maculopatie,  glaucoma e altre malattie degli occhi. Tramite un raggio laser indolore lo strumento OCT scansiona la retina e il nervo ottico e il suo software permette di ricostruire graficamente gli strati interni delle strutture scansionate. Se paragoniamo la retina a una torta, è come se ne vedessimo tutti gli strati dopo averla tagliata. In questo modo,...

fattori di rischio miopia

Cause della miopia Un fastidioso difetto di vista che impedisce la visione per lontano, la miopia. Vediamo di capire quali sono i fattori di rischio per la miopia. Cos'è la MiopiaFattori di rischio della miopia Riportiamo in questa pagina la sintesi delle conoscenze attuali dei fattori di rischio della miopia,  delle leggende "metropolitane" Quello che si può effettivamente fare per rallentare la progressione miopica è descritto qui, mentre le cure naturali per la miopia sono qui. cos'è la miopia La miopia, difetto per cui non si vede chiaramente da lontano, interessa fino  al 25/30 dei...

Cellulari, pc e occhi

  Telefonini cellulari, pc e impatto sugli occhi e sulla vista L'uso eccessivo di dispositivi elettronici come computer, smartphone e tablet può avere un impatto negativo sulla salute degli occhi.Ci sono molte cose che si possono fare per proteggere gli occhi quando si utilizzano questi dispositivi, ad esempio utilizzare filtri per lo schermo e prendere frequenti pause durante l'uso. Quali sono gli effetti negativi dell'uso eccessivo di dispositivi elettronici sulla salute degli occhi? L'utilizzo eccessivo di dispositivi elettronici può causare diversi effetti negativi sulla salute degli...

Bibliografia

  1. Weinreb RN, Aung T, Medeiros FA. The pathophysiology and treatment of glaucoma: a review. JAMA. 2014 May 14;311(18):1901-11.
  2. Quigley HA, Broman AT. The number of people with glaucoma worldwide in 2010 and 2020. Br J Ophthalmol. 2006 Mar;90(3):262-7.
  3. Gordon MO, Beiser JA, Brandt JD, et al. The Ocular Hypertension Treatment Study: baseline factors that predict the onset of primary open-angle glaucoma. Arch Ophthalmol. 2002 Apr;120(4):714-20; discussion 829-30.
  4. Heijl A, Leske MC, Bengtsson B, et al. Reduction of intraocular pressure and glaucoma progression: results from the Early Manifest Glaucoma Trial. Arch Ophthalmol. 2002 Jun;120(6):1268-79.
  5. European Glaucoma Society. Terminology and Guidelines for Glaucoma. 4th edition. 2017.
  6. Kass MA, Heuer DK, Higginbotham EJ, et al. The Ocular Hypertension Treatment Study: a randomized trial determines that topical ocular hypotensive medication delays or prevents the onset of primary open-angle glaucoma. Arch Ophthalmol. 2002 Jun;120(6):701-13; discussion 829-30.
  7. Medeiros FA, Weinreb RN. Evaluation of the influence of corneal biomechanical properties on intraocular pressure measurements using the ocular response analyzer. J Glaucoma. 2006 Oct;15(5):364-70.
  8. De Moraes CG, Liebmann JM, Ritch R, et al. Comparison of corneal biomechanical properties between healthy blacks and whites using the Ocular Response Analyzer. Am J Ophthalmol. 2013 Feb;155(2):337-42.
  9. Doughty MJ. Consideration of the impact of corneal thickness upon the intraocular pressure measurement. Optom Vis Sci. 2004 May;81(5):362-6.
  10. Bonomi L, Marchini G, Marraffa M, et al. Prevalence of glaucoma and intraocular pressure distribution in a defined population. The Egna-Neumarkt Study. Ophthalmology. 1998 Jul;105(7):209-15.
  11. Leske MC, Connell AM, Wu SY, et al. Risk factors for open-angle glaucoma. The Barbados Eye Study. Arch Ophthalmol. 1995 Jul;113(7):918-24.
  12. Tielsch JM, Katz J, Sommer A, et al. Hypertension, perfusion pressure, and primary open-angle glaucoma. A population-based assessment. Arch Ophthalmol. 1995 Apr;113(4):216-21.
  13. Wolfs RC, Borger PH, Ramrattan RS, et al. Changing views on open-angle glaucoma: definitions and prevalences–The Rotterdam Study. Invest Ophthalmol Vis Sci. 2000 Apr;41(4):1040-6.
  14. American Academy of Ophthalmology. Primary Open-Angle Glaucoma Preferred Practice Pattern. Updated 2015.

Dott. Alberto Lanfernini – Oculista
Faenza – Ravenna –

Dot. Lanfernini Alberto

Dott.ssa Annalisa Moscariello – Oculista
Ravenna – Faenza –

Dott.ssa Annalisa Moscariello Oculista