Prevenzione maculopatie

I familiari di chi ha la degenerazione maculare come possono evitare di ammalarsi?

Prevenzione della degenerazione maculare

La degenerazione maculare, o maculopatia senile, è una patologia tipica deli anziani. Colpisce la retina centrale, nella parte detta macula, e può provocare la perdita della visione progressivamente. Come già spiegato in altri paragrafi, la degenerazione maculare si divide in forma secca, o atrofica, e umida,

Fattori di rischio della degenerazione maculare

La DMLE è una malattia multifattoriale. In primis abbiamo fattori costituzionali:

  • Età, che è il fattore di rischio principale
  • Genere: le donne sono più colpite degli uomini
  • Occhi chiari, iride chiara, per aumento del passaggio dei raggi dannosi della luce.

I fattori di rischio ambientali della degenerazione maculare sono:

  • Fumo di sigaretta: è il più importante dopo la familiarità, e aumenta di 3 volte il rischio di ammalarsi rispetto ai non fumatori. Un bell’articolo sui danni da fumo agli occhi lo trovate cliccando qui (ma poi niente scuse per ridurre le sigarette!)
  • Ipertensione arteriosa, ipercolesterolemia, abuso di alcool, diabete e obesità
  • Esposizione a  luce solare, per danni da UV e produzione di radicali liberi (es. marinai, contadini, lavoratori della strada…)

I fattori di rischio genetici della maculopatia senile sono:

  • Alcune variazioni genetiche aumentano il rischio. Senza entrare nei particolari, coinvolti sono i fattori H del complemento, il C3, il fattore I, enzimi del metabolismo del colesteroli, un gene mitocondriale detto ARMS2, e i geni della matrice extracellulare

Alcuni studi recenti danno una qualche importanza al microbiota intestinale per la produzione di squilibri nella regolazione immunitaria che darebbero luogo a manifestazioni retiniche (asse intestino-retina).

Stile di vita e maculopatia

Da quanto sopra detto, la riduzione del rischio nei familiari di pazienti con degenerazione maculare (e nella popolazione in generale) e la prevenzione  passano da:

  • corretto stile di vita
  • corretta alimentazione, qui la sezione dedicata alla alimentazione protettiva per gli occhi. Su questo punto insistiamo molto, dal momento che l’alimentazione  è la base della salute. Consigliamo quindi di leggere la pagina dedicata. La dieta mediterranea come beneficio per la maculopatia è trattata (QUI).
  • forte riduzione fino alla sospensione del fumo
  • uso di occhiali da sole filtranti, specialmente per chi ha occhi chiari e sta molte ore esposto al sole
  • integrazione vitaminica: è dimostrato che molte sostanze sono benefiche per gli occhi. In questa pagina parliamo di Luteina e Zeaxantina, mentre in questa degli elementi naturali e vitamine benefici per gli occhi in generale, che hanno efficacia protettiva anche per la protezione della retina. Non sottovalutiamo l’Assenzio (Artemisia) per le sue proprietà anti angiogeniche.
  • miglioramento stato cardiocircolatorio generale, con controllo ipertensione e altri fattori di rischio. La retina, infatti, è nutrita dal flusso sanguigno, e ogni condizione che altera la perfusione manda in sofferenza i tessuti, compresi quelli degli occhi.

Inoltre riveste un ruolo essenziale nelle prevenzione della maculopatia eseguire controlli periodici, anche se non si accusano sintomi e cali visivi. Questo vale soprattutto per la degenerazione maculare umida, e in quei quadri clinici che possono portare ad essa.  Infatti diagnosi tempestive cambiano radicalmente, in meglio, l’evoluzione, visti i  progressi nei trattamenti con farmaci intravitreali.
Il soggetto, inoltre, deve collaborare con l’autovalutazione della vista a casa. Si pone davanti a qualche cosa di rettilineo, come mattonelle della cucina o pali della luce in strada, e, con occhiali per lontano, valuta eventuali distorsioni, cali di contrasto, o qualsiasi asimmetria visiva di un occhio rispetto all’altro. Altra variante è lo schermo di Amsler, eseguito osservano un reticolo quadrato disegnato su un foglio, questa volta con occhiali per lettura. Naturalmente tutto ciò deve essere fatto con un occhio alla volta.

Oct angio-oct e degenerazione maculare

In sede di visita l’oculista valuterà tutti gli aspetti dell’occhio, fondo oculare compreso. La diagnostica della maculopatia è stata però rivoluzionata dall’oct maculare, che ha affiancato la tradizionale fluorangiografia e la angiografia con verde indocianina. La sua evoluzione, l’angio-oct, ha permesso di limitare fortemente l’esecuzione di questi due esami fastidiosi, che richiedono somministrazione endovena di mezzo di contrasto. Il confronto di esami nel tempo permette di valutare minimi aspetti di evoluzione, impensabili fino a qualche anno fa. Per approfondimenti clicca qui.

Nelle strutture di Faenza, Ravenna e Pesaro disponiamo delle strumentazioni per la diagnosi e il follow-up della degenerazione maculare senile.

Microbiota intestinale e occhio secco Sjogren

 Microbiota intestinale e salute degli occhi asse intestino ghiandola lacrimale Come abbiamo più volte scritto in queste pagine, ci sono numerose evidenze che il microbiota intestinale possa influenzare numerose patologie oculari, come  anche una alterazione del microbiota oculare; ne abbiamo...

Polifenoli e occhi: Té, uva, mirtillo, olio enotera, glicerolo

Polifenoli e occhi I polifenoli sono un gruppo si sostanze che si trovano in molti vegetali. Hanno proprietà farmacologiche benefiche per l'organismo e quindi sono elementi naturali e rimedi anche per gli occhi. Vediamo quali sono i principali. Questo articolo fa parte della serie dedicata a...

Rosacea oculare e blefariti

Blefariti - Eczemi da contatto - Rosacea Ospitiamo volentieri un intervento di dott.ssa Emanuela Fogli, Medico dermatologo a cui spesso ci affidiamo per l'inquadramento di blefariti, congiuntiviti, dermatiti perioculari per le quali abbiamo necessità del consulto dermatologico. la cute delle...

fattori di rischio miopia

Cos'è la Miopia Fattori di rischio della miopia Molti pazienti, specialmente genitori di bimbi miopi, mi chiedono se esista qualche  terapia per miopia e come sia possibile rallentare la miopia. Riportiamo in questa pagina la sintesi delle conoscenze attuali dei fattori di rischio della miopia, ...

Miodesopsie e corpi mobili. Rimedi e antiossidanti

Miodesopsie e antiossidanti. Perché è difficile guarire dalle miodesopsie. Nutrizione del vitreo. Integratori vitreali.     Questo articolo è tratto da un lavoro citato in calce alla pagina, da cui prendiamo spunto per una rielaborazione divulgativa/scientifica non a scopi commerciale e...

Cos’è l’occhio secco, perchè viene e come si cura

 Occhio secco cause e cure L'occhio secco è una alterazione cronica della superficie oculare e risulta essere una condizione patologica frequente che colpisce milioni di persone. Si tratta fondamentalmente di una congiuntivite cronica che autoalimenta un deficit lacrimale, per cui la superficie...

Asse intestino occhio (terza parte): digiuno, trapianto fecale, probiotici

Microbiota intestinale e occhio Asse intestino occhio La prima e seconda parte di questo articolo si trovano  qui Il digiuno intermittente e le malattie oculari Continuando il riadattamento dell'articolo citato in  calce a questa pagina, liberamente rielaborato a fini divulgativi, arriviamo infine...

Lenti a contatto microbiota oculare

le lenti a contatto alterano il microbiota oculare Il microbiota è la comunità di batteri che vive in un luogo. Anche la superficie oculare ha un suo proprio microbiota, che deve rimanere in equilibrio con il sistema immunitario dell'organismo. Numerosi sono gli stimoli che possono influenzare la...

Dott. Alberto Lanfernini – Oculista
Faenza – Ravenna – Riolo Terme – Pesaro

Dot. Lanfernini Alberto

Dott.ssa Annalisa Moscariello – Oculista
Ravenna – Faenza – Pesaro

Dott.ssa Annalisa Moscariello Oculista