capsulotomia YAG laser per opacità secondaria della IOL (cataratta secondaria)

 

La cataratta secondaria e il laser yag per la sua cura. Come si esegue lo yag laser, quando dura il trattamento per la cataratta secondaria.

Cos’è la cataratta secondaria? la cataratta può tornare?
L’opacità secondaria del cristallino

Quando si esegue l’intervento di cataratta, dopo l’asportazione del cristallino opaco si inserisce all’interno dell’occhio una lente di silicone, IOL (intra ocular lens). La lente inserita dopo l’asportazione del cristallino catarattoso, in circa il 30% dei casi, va incontro ad una opacità, detta opacità secondaria del cristallino, risolvibile tramite una seduta di laser. Tale opacità secondaria è causata da alcune cellule che avvolgono il cristallino artificiale, normali residui dell’intervento, che iniziano a proliferare, formando una membrana posteriore opaca. La capsula del cristallino naturale viene comunemente lasciata volutamente in sede a seguito dell’intervento di cataratta, quindi ribadiamo che è una conseguenza frequente che rientra nella norma.

Sintomi della cataratta secondaria

Le persone affette da questa condizione di cataratta secondaria accusano, spesso con stupore,  annebbiamento e   nuovo calo visivo qualche tempo dopo l’intervento di cataratta  (a volte mesi, a volte anni).  In sostanza ricompaiono aloni guardando le luci, sfocatura delle immagini, difficoltà durante la guida o la visione della televisione. Gli occhiali non riescono a correggere questa condizione poiché, ovviamente, l’opacità è interna all’occhio.  E’ necessario, quindi, intervenire: si esegue una seduta di yag laser capsulotomia. Se non si esegue questa procedura ci sarà una perdita graduale della vista, e la capsula diventerà più difficile da trattare con il laser.

Alternative alla capsulotomia yag laser

Non ci sono attualmente alternative al laser per pulire l’opacità del cristallino, dal momento che i colliri non hanno alcun effetto. Per cui la scelta è tra rimanere con la cataratta secondaria (che non porta a danno oculare se non visivo, reversibile al momento del laser) e eseguire il trattamento yag.

Come funziona lo yag laser per cataratta secondaria
gocce e colliri per cataratta secondaria yag laser

Il trattamento della cataratta secondaria con yag laser è completamente indolore e dura pochi minuti; il paziente percepisce solo una luce e un ticchettio durante l’esecuzione. Con una sola seduta laser (raramente più di una), si ripristina totalmente la trasparenza del cristallino della zona centrale, permettendo un ottimo recupero visivo. Tale beneficio è poi normalmente permanente, e la lente intraoculare, detta IOL, non si opacizzerà più. A volte vengono somministrate gocce che dilatano la pupilla prima della seduta, a volte no, a seconda delle preferenze del medico che esegue il laser.

Cosa fare dopo intervento di capsulotomia yag laser

E’ necessario stare a riposo il giorno del laser (si può leggere, camminare, guardare la tv, ma non è bene fare sforzi fisici intensi), e verranno prescritti colliri antinfiammatori da usarsi per qualche giorno. Normalmente non ci sono grandi limitazioni della vita quotidiana durante il decorso post operatorio, anche se è bene evitare sforzi per qualche giorno.

Recupero visivo dopo lo yag laser per cataratta secondaria.
quando  fare gli occhiali dopo lo yag laser per opacità secondaria del cristallino.

E’ bene infine attendere qualche settimana prima di una eventuale rivalutazione degli occhiali a seguito di yag laser per opacità secondaria del cristallino. Inoltre è bene sapere che il recupero visivo è ovviamente condizionato dalla presenza di altre condizioni concomitanti patologiche oculari, quali, a esempio, glaucoma e malattie della retina. E’ comunque necessario solitamente trattare la lente opaca, al fine di recuperare quanto possibile, e per il fatto che l’opacità tende a peggiorare con il tempo, quindi il trattamento previene peggioramenti ed è risolutivo.

Capslutomia yag laser, complicanze

Nonostante la capsulotomia yag laser per cataratta secondaria sia una procedura sicura, in linea teorica possiamo avere qualche complicanze. Esse possono essere o gravi.

Complicanze lievi di capsulotomia yag laser

  • infiammazione interna del segmento anteriore e della superficie oculare
  • dislocazione della lente, di per sé grave ma risolvibile con un nuovo intervento
  • opacizzazione della lente
  • aumento transitorio della pressione endo-oculare.

Complicanze gravi di capsulotomia yag laser

  • Edema retinico centrale, che può richiedere interventi decisi come laser e intravitreali e talvolta essere di difficile risoluzione
  • Distacco di retina trattivo, con necessità di intervento chirurgico per riaccollare la retina, e che può compromettere la vista.

prima dell’intervento leggere e firmare il conseso informato, necessario per ogni procedura chirurgica.
Lo trovate cliccando qui

Attualmente eseguiamo lo yag laser per cataratta secondaria solo presso Ospedale Privato Accreditato San Francesco di Ravenna, sia tramite SSN (prenotazione CUP), che in libera professione e con convenzione di fondi sanitari.

Tutte le informazioni contattando le segreterie delle varie strutture Le prestazioni possono essere eseguite anche in regime di convenzione con il SSN, con regolare appuntamento tramite CUP. Le strutture in cui lavoriamo hanno convenzioni con le principali assicurazioni e fondi integrativi sanitari: Unisalute, Fasdac, Campa, Sanità amica, Fasi, e altre, insieme a convenzioni anche con vari enti del territorio (es. banche, Conad card).

Il dot. Alberto Lanfernini Oculista esegue lo Yag Laser presso Ospedale Privato Accreditato San Francesco di Ravenna.

2- allergie occhi e intolleranze. Alimenti da evitare

ALlergie oculari e intolleranze alimentarialimenti da evitare nelle congiuntiviti allergiche Forse non tutti sanno che le reazioni avverse agli alimenti possono dare quadri di infiammazione oculare. Queste reazioni  che possono essere tossiche, allergiche, e da intolleranze si manifestano, con...

Inquinamento e infiammazioni oculari

  Inquinamento e infiammazioni oculari L'inquinamento atmosferico è un grande problema e costituisce una crescente preoccupazione globale. Sono chiare le correlazioni tra numerose malattie e inquinamento dell'acqua, dell'aria, del suolo, ma anche acustico e luminoso. Tra gli organi bersaglio...

Congiuntivite allergica e rinite

Allergie degli occhi associate a rinite Per allergia si intende una iper-reazione immunitaria dell'organismo verso sostanza normalmente innocue. La congiuntivite allergica (AC) comprende cinque entità cliniche, una congiuntivite allergica stagionale, congiuntivite allergica perenne,...

Metabolomica occhio secco: i probiotici modificano il proteoma della ghiandola lacrimale

Metabolomica dell'occhio secco La superficie oculare, un'interfaccia tra l'occhio e l'ambiente, è costituita dalla cornea, dalla congiuntiva bulbare e palpebrale e dalle ghiandole lacrimali e di Meibomio. Spesso vittima di alterazioni infiammatorie e degenerative, può essere responsabile di...

Perchè la disbiosi porta a malattie degli occhi

Microbiota intestinale e occhiRelazione tra intestino e occhi Il microbiota intestinale influenza lo stato di salute degli occhi, ed è elemento cruciale nella relazione tra intestino e occhi. Alterazioni del microbiota possono portare a malattie generali e oculari. Di conseguenza l'alimentazione...

prevenzione glaucoma – familiarità

Prevenzione in familarità per glaucoma   Il glaucoma, è noto, è una malattia silenziosa e spesso asintomatica. Il soggetto che si ammala non ha sintomi all'inizio e, quando si accorge di un calo visivo, il danno oramai è ampiamente irrimediabile.  Questo avviene perché il danno del glaucoma...

Vitamina C: antiossidante per gli occhi

  Vitamina C - potente antiossidanteCataratta, glaucomacornea - trabecolato - cristallino Proseguiamo i nostri articoli sulle vitamine  per gli occhi e, dopo aver accennato alla Vitamina D e alla Vitamina B e dei loro effetti su occhi secchi e dolore oculare, scriviamo oggi della vitamina C, per...

glaucoma

cos'è il glaucoma Il glaucoma è una malattia in cui il nervo ottico viene compromesso, prevalentemente a causa di una elevata pressione oculare, con la conseguente riduzione irreversibile progressiva del campo visivo. Se non curato può portare alla cecità. cosa bisogna sapere sul glaucoma In...

Dott. Alberto Lanfernini – Oculista
Faenza – Ravenna 

Dot. Lanfernini Alberto

Dott.ssa Annalisa Moscariello – Oculista
Ravenna – Faenza 

Dott.ssa Annalisa Moscariello Oculista