Luetina e Zeaxantina

Abbiamo più volte scritto in merito all’importanza della alimentazione e di come i composti naturali siano benefici per gli occhi. Presentiamo in questo articolo uno studio che ha migliorato molto l’astenopia, l’affaticamento visivo e i sintomi di occhio secco tramite la somministrazione di un complesso di sostanza naturali come luteina, zeaxantina, ribes nigrum e crisantemo.  Naturalmente queste sostanze non vanno a sostituire le normali terapie dedicate per le varie malattie oculari, ma possono essere utile coadiuvante. 

L’indice delle sostanze botaniche trattate nel sito lo trovate qui.

Botanica e salute degli occhi

Le sostanze naturali è dimostrato abbiamo, in molti casi, proprietà anti-inifammatorie generali, inibendo i ROS, sostanze reattive all’ossigeno, e agendo su varie vie della infiammazione, come abbiamo descritto in questa pagina (link). Di Luteina e Zeaxantina abbiamo parlato in questa pagina, a cui rimandiamo. Accenniamo soltanto qui che La Luteina e la Zeaxantina, proseguendo il discorso del tema, sono carotenoidi  che pare abbiano capacità di ridurre l’incidenza della degenerazione maculare e delle maculopatie in genere (AMD, DMLE).

Ribes Nigrum

Il ribes nigrum ha effetto anti-infiammatorio inibendo la polarizzazione dei macrofagi M1 negli obesi (1),  è un buon riepitelizzante e antossidante, con riduzione dello stress ossidativo(2); inoltre  aiuta la fatica fisica e riduce il danno muscolare indotto (3), previene la dislipidemia (4) e ha numerose altre proprietà benefiche che qui è inutile ricordare.

Crisantemo elemento naturale benefico anti-infiammatorio

Il crisantemo indicum L. ( C. indicum L.), un membro della famiglia Compositae, è una pianta perenne che è stata utilizzata come medicina tradizionale per più di 2000 anni in Cina ed è ampiamente utilizzata per il trattamento del pemfigo, gonfiore, dolore e scrofola. Ad oggi, più di 190 componenti chimici sono stati isolati e identificati da questa pianta, inclusi flavonoidi, terpenoidi, fenilpropanoidi e acidi fenolici. Numerosi studi moderni hanno dimostrato che estratti o composti monomerici da C. indicumL. ha diverse attività farmacologiche: tra queste ricordiamo antiossidazione, antinfiammatoria, anti microrganismi patogeni, antitumorali, regolazione immunitaria ed effetti epatoprotettivi. (5)

Astenopia e affaticamento visivo

La recente diffusione di strumenti elettronici, pc, telefoni e tablet, porta inevitabilmente a affaticamento visivo, astenopia. Sarebbe opportuno trovare composti da assumere con la dieta per migliorare questa condizione. Oltre all’uso degli occhiali, infatti, è bene concentrarci su quelle sostanze che, integrate, possono portare benefici e ridurre i sintomi di astenopia. L’astenopia è la stanchezza applicativa, e comprende tutti i sintomi che si hanno dopo intenso lavoro ai videoterminali, tablet e telefoni. Si va dal mal di testa, alla pesantezza degli occhi, senso di occhio secco, bruciore oculare, gonfiore palpebrale, occhi rossi. Il circolo infiammatorio applicativo, una volta che si è innestato, si autoalimenta, a causa della liberazione di citochine pro-infiammatorie e della reazione immunitaria. Spezzare questo circolo vizioso, dunque, è fondamentale per la salute e il comfort visivo.

Studio su affaticamento visivo e elementi naturali

Gli autori di uno studio del 2020 (6) si sono proposti l’obiettivo di valutare l’effetto protettivo di una nuova combinazione botanica. Essa era composta  di estere di luteina, zeaxantina ed estratti di ribes nero, crisantemo e bacche di Goji su adulti con affaticamento degli occhi in uno studio clinico randomizzato, in doppio cieco, controllato con placebo. Questo studio ha analizzato, infatti, 360 pazienti. I pazienti sono stati divisi in  4 gruppi per ricevere placebo e 3 dosi della formula (compresse masticabili, contenenti 6 mg, 10 mg o 14 mg di luteina) una volta al giorno per 90 giorni. Ogni partecipante ha effettuato 3 visite al basale (V1), 45 giorni (V2) e 90 giorni (V3) durante lo studio. 

Risultati: ribes,crisantemo, luteina, zeaxantina migliorano l’occhio secco da astenopia

L’intervento con la formula ha migliorato i punteggi individuali dei sintomi di affaticamento degli occhi, inclusi dolore agli occhi, visione offuscata, secchezza oculare, sensazione di corpo estraneo e lacrimazione. Rispetto al placebo, la formula a tutte e 3 le dosi ha ridotto significativamente il punteggio totale dei sintomi di affaticamento degli occhi e ha aumentato il tempo di persistenza della visuognosi sia a V2 che a V3. Secondo il test di Schirmer, entrambi i gruppi di formula di luteina da 10 mg e 14 mg avevano migliorato la secrezione lacrimale a V3 rispetto al placebo. I risultati della cheratografia hanno indicato che il tempo di rottura della prima lacrima, il tempo medio di rottura della lacrima e l’altezza del menisco lacrimale erano significativamente aumentati dopo l’intervento con la formula. La formula a tutte e 3 le dosi ha aumentato significativamente la densità ottica del pigmento maculare a V2 e V3 rispetto al placebo

 Luteina, ribes nigrum e cristantemo aiutano l’affaticamento degli occhi

Nonostante siamo abituati a vedere il cristantemo come il fiore di novembre e associarlo al ricordo dei cimiteri, il crisantemo, in associazione a luteina, zeaxantina e ribes nigrum, può avere benefici. Prima quindi di correre a comprare gli occhiali riposanti, forse qualche mese di integrazione potrebbe essere utile e benefico per tutto l’organismo.
Il tutto  ovviamente non è sostitutivo di una alimentazione sana e corretta da avere con costanza, evitando frequenti strapazzi alimentari che potrebbero, tra l’altro, anche alterare il microbiota intestinale con conseguente aumento ulteriore del rischio di infiammazioni oculari e di disagio visivo. Il microbiota, lo ricordiamo infatti per i più distratti, regola l’immunità e l’infiammazione come trovate in questa pagina.

 Riferimenti: 

Foto di Karolina Grabowska da Pexels

(1)https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/31035378/

(2) https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/31035378/

(3) https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/31349650/

(4) https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/32466275/

(5) https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/32431180/

(6) https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/32542334/

Euphrasia elemento naturale per curare gli occhi

 Euphrasia Officinalis: elemento naturale e olio essenziale I composti botanici e gli estratti dalle piante possono essere utili in alcune patologie oculari come cataratta, diabete, congiuntiviti, maculopatia, blefariti, occhio secco.  In questa pagina parleremo della Euphrasia e dei sui effetti...

Disturbi del sonno e occhio secco

Occhio secco e sonno L'occhio secco è una malattia multifattoriale che porta notevoli disagi a chi ne soffre. Dopo aver parlato nei precedenti articolo delle cause e dell'inquadramento generale, della correlazione con osteoporosi (qui), con malattie autoimmuni (qui), delle correlazioni con il...

Microbiota e malattie degli occhi

 Microbiota intestinale e occhio: relazione tra occhi e intestino Il microbiota intestinale e i suoi rapporti con l'occhio. Recenti evidenze indicano quanto le alterazioni del microbioma possano influenzare le malattie degli occhi e come il suo ripristino possa aiutare a mantenere lo stato di...

Mascherine ffp anticovid e dermatiti, blefariti congiuntiviti

Mascherine ffp pelle e occhi  A seguito di questa situazione emergenziale, molti di noi sono obbligati (o autonomamente indotti) ad usare mascherine protettive per proteggere gli altri e se stessi da eventuali contagi, come prevenzione della Sars Cov 19. Questi dispositivi, benché utili, possono...

Inquinamento e infiammazioni oculari

  Inquinamento e infiammazioni oculari L'inquinamento atmosferico è un grande problema e costituisce una crescente preoccupazione globale. Sono chiare le correlazioni tra numerose malattie e inquinamento dell'acqua, dell'aria, del suolo, ma anche acustico e luminoso. Tra gli organi bersaglio...

blefarite: oculista o dermatologo? Blefariti eczemi dermatiti rosacea

Dermatiti da contatto - Blefariti - Eczemi da contatto - Rosacea Le blefariti sono infiammazioni delle palpebre, associate spesso a congiuntiviti, calazi, ma frequentemente anche a dermatiti. Di blefariti, delle loro cause e dei loro rimedi (anche naturali e non farmacologici), oltre che della...

Vernal keratocongiuntivite – cause, sintomi, evoluzione e terapie

Congiuntivite che non passa con le curela cherato-congiuntivite Vernal (VKC), quando la congiuntivite persiste    La Vernal keratocongiuntivite è una forma infiammatoria piuttosto antipatica che colpisce bambini, e tende a migliorare dopo l'adolescenza. Tendenzialmente cronica, si esacerba in...

Microbioma, dieta e alimentazione per occhio secco

Alimentazione e dieta per occhio seccoMicrobioma e occhio secco   Un recentissimo studio fa il punto della situazione su alimentazione, microbioma e occhio secco. Il microbioma intestinale è collegato al sistema immunitario stimolando o attenuando la risposta linfocitaria, coinvolta nelle...

Vitamina D e salute degli occhi

Vitamina D e salute degli occhi Come più volte affermato in questo sito, con articoli tratti da letteratura, l'alimentazione ha un ruolo chiave nella prevenzione anche delle malattie oculari. Le vitamine dunque, insieme ad altri nutrienti, sono efficaci protettori degli occhi.  La base per una...

Ambienti domestici, uffici, inquinamento e occhi

Inquinamento e infiammazioni oculari Nell'articolo precedente (link qui) abbiamo visto come l'inquinamento atmosferico sia composto da agenti particolati organici, inorganici  e gas nocivi. Tutti i fattori inoltre ambientali, quali temperatura, esposizione luce UV, umidità e ventilazione hanno la...

Metabolomica occhio secco: i probiotici modificano il proteoma della ghiandola lacrimale

Metabolomica dell'occhio secco La superficie oculare, un'interfaccia tra l'occhio e l'ambiente, è costituita dalla cornea, dalla congiuntiva bulbare e palpebrale e dalle ghiandole lacrimali e di Meibomio. Spesso vittima di alterazioni infiammatorie e degenerative, può essere responsabile di...

Resveratrolo, vino, cacao, pistacchi e occhi

Resveratrolo, polifenoli, vino e cacao Proseguono i nostri articoli per la sezione botanica, elementi naturali, vitamine e occhi.  Oggi scriveremo del Resveratrolo. Molte sostanze naturali, come detto, hanno potenti azioni antinfiammatorie e antiossidanti, che potrebbero essere utili se assunte e...

blefarite: oculista o dermatologo? Blefariti eczemi dermatiti rosacea

Dermatiti da contatto - Blefariti - Eczemi da contatto - Rosacea Le blefariti sono infiammazioni delle palpebre, associate spesso a congiuntiviti, calazi, ma frequentemente anche a dermatiti. Di blefariti, delle loro cause e dei loro rimedi (anche naturali e non farmacologici), oltre che della...

Mirtillo e occhi

Mirtillo e occhi Il mirtillo e la sua azione sugli occhi. Da tempo il mirtillo viene considerato a ragione un rimedio che aiuta la vista, grazie alle sue proprietà antiossidanti. Il mirtillo per occhio secco, glaucoma, cataratta e danno da luce blu: cosa c'è di vero? Mirtillo  Dopo avere parlato...

Probiotici e occhi: retinopatia diabetica

Questo articolo  fa parte di una serie che riguarda prebiotici, probiotici e occhio, che trovate cliccando qui Probiotici cosa sono I probiotici sono microrganismi viventi non patogeni, che possono portare beneficio all'ospite se somministrati con continuità. Generalmente, le specie probiotiche...

Microbiota oculare come cambia durante le malattie degli occhi

microbiota oculare nelle gravi malattie della superficie oculare Il microbiota oculare, cioè la comunità di batteri presente sulla superficie dell'occhio, pare abbia importanza nella protezione dalle malattie oculari. Sempre maggiore è l'interesse degli oculisti verso questo tema. In un recente...

Dott. Alberto Lanfernini – Oculista
Faenza – Ravenna – Riolo Terme – Pesaro

Dot. Lanfernini Alberto

Dott.ssa Annalisa Moscariello – Oculista
Ravenna – Faenza – Pesaro

Dott.ssa Annalisa Moscariello Oculista